Viaggi e Baci

di viaggi, di libri e altre passioni

Bimbi in viaggio

Prima della nascita di Samir programmavo i miei viaggi facendo molta attenzione a scegliere destinazioni remote, alberghi costosi o troppo spartani e periodi dell’anno lontani dalle vacanze scolastiche. Insomma, evitavo i luoghi frequentati da famiglie con bambini come se fossero appestati e la sola idea di dover affrontare un viaggio aereo con un esserino strillante nel sedile dietro al mio mi terrorizzava …


Prima di diventare mamma pensavo che avere un figlio mi avrebbe impedito di continuare a girare il mondo, di fare viaggi indipendenti e dis-organizzati, di camminare per ore alla ricerca di piccole baie deserte, di visitare musei e mostre d’arte, di sperimentare i sapori veri della cucina locale. Insomma, mi vedevo già rinchiusa dentro un villaggio turistico a passare il tempo tra mini-club e baby-dance oppure nel solito appartamento nella solita località a non più di 100 km da casa e dal pediatra e rigorosamente a maggio o settembre.

E invece …

eccoci alla veneranda età di 3 mesi sotto il cielo azzurro della Tunisia (ed era pieno agosto!)

l’anno successivo a fare il pisolino di metà mattina in una spiaggetta sperduta dell’isola di Kithyra, in Grecia

qualche mese dopo ad ammirare Big Ben, Tower Bridge, Saint Paul e compagnia bella dalla ruota panoramica del London Eye

E così via … a spasso per il Vecchio Continente e sotto il sole del Mediterraneo! Anno dopo anno, per tutti questi meravigliosi 5 anni trascorsi insieme.

E’ questo che vi voglio raccontare in questo blog.

Perchè non solo un figlio è in assoluto LA COSA PIU’ BELLA che una donna possa fare nella propria vita, ma è anche un compagno di viaggio davvero speciale

un ottimo osservatore e sperimentatore

un buongustaio a cui far assaggiare leccornie e specialità locali

un inesauribile fonte di entusiasmo, di risate e di allegria

Insomma, in assoluto la cosa più preziosa da mettere in valigia

E voi, cosa ne pensate???

Annunci

11 commenti su “Bimbi in viaggio

  1. francesca
    27 ottobre 2013

    sinceramente dire che un figlio è ”la cosa più bella che una donna possa fare nella propria vita” mi pare un commento molto di parte, io non ho figli e ritengo di avere comunque una vita piena e appagante, con questa frase invece sembra che chi è senza prole butti la propria vita nel gabinetto.
    Con questa sentenza sminuisci tutti coloro che sono soli o fanno vita di coppia!
    Buona giornata 🙂

    • viaggiebaci
      29 ottobre 2013

      Cara Francesca,
      mi scuso per aver offeso la tua sensibilità di donna-non-mamma con la mia affermazione. Credimi che non era proprio mia intenzione.
      E ti ringrazio per aver lasciato il tuo commento e non esserti limitata a dissentire in silenzio: il dialogo è sempre arricchente per entrambe le parti

      Come avrai capito, anch’io non brillavo per spirito materno prima del lieto evento e quindi capisco bene la tua posizione e quella di tutte le donne che scelgono di affermarsi in altro modo. La mia è sicuramente un’affermazione di parte, come lo sono molte altre contenute in questo blog. Affermazione che comunque rispecchia in pieno la trasformazione che la nasciata di un figlio ha prodotto in me e nel mio essere donna. Con questo non voglio assolutamente dire che sia l’unica via possibile …

      • francesca
        29 ottobre 2013

        ciao,
        grazie e per avermi risposto, comunque non mi sono offesa anzi forse sono stata un pò troppo dura è che non ho proprio spirito materno e avevo letto la definizione un pò come ”la maternità è la cosa più appagante che una donna può fare”, ma dalla tua risposta capisco di aver equivocato.
        Ciao! 🙂

  2. simona sacri
    2 luglio 2013

    Bello davvero… da viaggiatrice “senza prole” mi auguro di incontrare persone come te ed il tuo piccolo esploratore in giro per il mondo!!!

    • viaggiebaci
      2 luglio 2013

      grazie Simona! E io mi auguro di incontrare viaggiatori come te, pazienti ed entusiasti delle curiosità di questi piccoli viaggiatori

  3. silvia
    19 giugno 2013

    Condivido anche le virgole di quello che hai scritto! Complimenti per il blog e per la tua bellissima famiglia

    • viaggiebaci
      19 giugno 2013

      grazie a te per essere passata di qui e aver lasciato questo bel commento

  4. Monica Facchini
    12 marzo 2012

    concordo al 100%

  5. smilemamysmile
    12 marzo 2012

    Hai proprio ragione, i bambini vanno abituati e vanno fatte amare loro le cose, guardandole dal loro punto di vista, e poi se stiamo bene noi, e' naturale che anche loro staranno bene e si abitueranno. Come in tutte le cose, tenendo conto della loro eta', vanno solo educati…

  6. coccinella monella
    14 settembre 2011

    Immagino di sapere il perchè e ti abbraccio con tanta tenerezza e un gran sorriso ;D

  7. Sara B.
    14 settembre 2011

    Ho le lacrime agli occhi, e sono sono all'introduzione!Sara

Mi piacerebbe ricevere una tua cartolina, ma puoi lasciare il tuo commento anche qui:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 29 giugno 2011 da in viaggiare con i bambini con tag , .

Vuoi seguirmi anche sui social? Ehm …

Instagram
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: