Viaggi e Baci

di viaggi, di libri e altre passioni

Un week-end tra Mugello e Chianti

E’ la prima volta che vinciamo un viaggio e devo dire che è proprio una gran bella esperienza!
Soprattutto se si possono trascorrere tre giorni in un posto da sogno e ritornare a casa stanchi per i molti chilometri percorsi, ma ricaricati di entusiasmo fino in fondo all’anima.

agriturismo in Toscana

Un entusiamo che nasce dal piacere di viaggiare senza una meta e un programma precisi, per ritrovarsi poi immersi in paesaggi da sogno e paesini dove il tempo sembra essersi fermato.

vigneti nel Chianti

L’idea originaria era quella di rilassarci nei dintorni della Fattoria Lavacchio, con qualche bella passeggiata tra le vigne e gli uliveti, un buon libro da gustare sotto il bel sole di Toscana e il canto degli uccellini a far da sottofondo a qualche ora di rigenerante Tai-Chi.

fattoria Lavacchio a Pontassieve

Ma Eolo ci gioca uno dei suoi soliti scherzetti
e soffia a più non posso già da venerdì pomeriggio, fermandosi a riposare solo qualche ora nel cuore della notte. Forse anche lui incantato dal fascino di una grande luna piena che per l’occasione indossa il suo più bel abito color rosso-arancione.

l’agriturismo dal sentiero che porta al maneggio

Il mugnaio che incontriamo a Borgo San Lorenzo lo chiama grecale, la ragazza della reception spiega che soffia così forte perchè l’agriturismo è proprio in cima al colle, ma noi non ci lasciamo intimorire per così poco e ci gustiamo fino in fondo ogni attimo di questo favoloso week-end.

tra i borghi di Toscana

A cominciare dalla visita al Mulino Margheri, incastonato fin dal 845 d.C. in località Madonna dei Tre Fiumi, lungo la strada che dal Mugello conduce a Faenza.

ecco in funzione un vero mulino in pietra azionato da forza idraulica

L’idea di poter conoscere un vero mugnaio e vederlo all’opera tra sacchi di grano e farina di castagne accende subito l’entusiasmo di Samir.
Due occhioni sgranati a seguire i chicchi di mais che dall’imbuto scivolano nel foro di un’enorme pietra di granito azionata ad acqua, e ne escono trasformati in una magica polverina gialla.

l’emozione di seguire da vicino tutte le fasi di macinazione del mais

Due manine frementi di toccare tutto ciò che c’è intorno e di aiutare la moglie del mugnaio ad incollare le etichette sui sacchetti di farina da portare al mercato di domenica.

che bello sentirsi utili …

Sono le stesse manine che indicano curiose ogni torre e cupola che appaiono improvvisamente al nostro sguardo non appena arriviamo per caso in Piazzale Michelangelo.

Firenze da Piazzale Michelangelo

Le stesse che non possono trattenersi dal raccogliere ghiande, noci, nocciole e olive durante la bella passeggiata tra i crinali che circondano il nostro alloggio.

Le stesse manine che esultano non appena Peperoncino sbuca tra gli alberi al richiamo di Sara,

ecco a voi … Peperoncino!

che ne accarezzano il morbido pelo bianco,

che stringono forte la corda per condurlo a passeggio,

che si danno da fare per pettinarlo con ogni tipo di spazzola

che fuggono timorose non appena le labbra del pony cercano i chicchi di mais nel palmo della mano

che si aggrappano forte quando finalmente arriva il momento di salire in groppa.

Sono le stesse manine che scovano due colombi rintanati tra i mattoni di una vecchia casa

e che poco dopo salutano gli uccellini che volano liberi sulle tonalità della bellissima campagna toscana.

Le stesse manine che strisciano sulle pietre centenarie delle case di Certaldo, una delle quali fu del Boccaccio,

viuzze deserte nel cuore di Certaldo

che si estendono fino al cielo per sfiorare l’altezza delle torri di San Gimignano,

le torri di San Gimignano

che si avvicinano timorose ai gusci delle castagne di Marradi,

alla Festa delle Castagne di Marradi

che si uniscono a formare un binocolo per ammirare la torre dell’orologio che domina il borgo di Brisighella, ultima tappa sulla strada del ritorno.

la Torre dell’Orologio dalla Rocca di Brisighella
Annunci

10 commenti su “Un week-end tra Mugello e Chianti

  1. Pingback: Monterchi, piccolo borgo antico | Viaggi e Baci

  2. Pingback: Toscana: week-end in giallo | Viaggi e Baci

  3. Pingback: Avete mai provato il “last-second”? | Viaggi e Baci

  4. Pingback: Bagno Vignoni, terme di Toscana « Viaggi e Baci

  5. Pingback: Ponte d’autunno in Val d’Orcia « Viaggi e Baci

  6. Betta
    5 settembre 2012

    salve! per essere precisi il pony appartiene all’agriturismo vallebona… e si chiama peperoncina! è UNA pony! ciao Betta

    • viaggiebaci
      5 settembre 2012

      ops!!!! Noi eravamo ospiti della Fattoria e loro ci hanno mandato lì come se fosse loro … Sorry!!!!

  7. Cristian
    1 settembre 2012

    Scusa, mia figlia è rimasta incantata da Peperoncino puoi dirmi dove si trova di preciso l’indirizzo.

  8. lele
    19 ottobre 2011

    per dindirindina, per essere un weekend di puro riposo, di cose ne avete fatte!

Mi piacerebbe ricevere una tua cartolina, ma puoi lasciare il tuo commento anche qui:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Vuoi seguirmi anche sui social? Ehm …

Instagram
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: