Viaggi e Baci

di viaggi, di libri e altre passioni

Elafonisos, quanto è bello il mare della Grecia!

Squilla il telefono. Non riconosco il numero, ma la voce sì. E’ Roberta, la mia ex vicina di casa.
Quest’anno per festeggiare l’anniversario di matrimonio stiamo pensando alla Grecia e visto che ci sei stata …
Beh! Lascio a voi immaginare il resto.

in Grecia a 15 mesi
 Adoro queste telefonate e anche gli incontri che inevitabilmente ne derivano.
Organizzare un viaggio è la cosa più bella che si possa fare e dare suggerimenti agli amici su luoghi che si sono amati è una cura incredibile contro la monotonia di tutti i giorni.
Roberta mi chiede un’isola greca poco conosciuta, con spiagge deserte ad agosto, acque caraibiche e il mio pensiero corre ad Elafonisos, 19 chilometri quadrati di terra arsa dal sole incastonati nel turchese del Mediterraneo.
Quando ci siamo andati Samir aveva 15 mesi ed è su questi lidi che ha avuto il piacere di scoprire per la prima volta dal vivo le meraviglie della vita marina. Distese infinite di sabbia da scavare, alzare, rimestare e trasportare con il camioncino ribaltabile, le formine, la paletta e il secchiello.
isole della Grecia: primi esperimenti con la sabbia
Acque trasparenti in cui bagnare i piedi, passeggiare, correre, sguazzare e immergersi fino al collo tra le braccia sicure di mamma e papà. Perchè Elafonisos è questo e nulla più: una distesa appena ondulata di macchia mediterranea circondata da un mare mozzafiato.
Elafonisos: le spiagge gemelle di Simos
La spiaggia più nota e frequentata è Simos, che si estende per 5 chilometri nel versante meridionale dell’isola. Al dire il vero, qui di spiagge ce ne sono due, Fragos e Sarakiniko, divise da una sottile linea di sabbia protesa verso un isolotto disabitato.
Qui il mare ha un colore indescrivibile e vorresti non doverne uscire mai più. Ma sarebbe un gran peccato perchè anche le altre spiagge, come la vicina Leyki e Katonisi, sul versante occidentale, sono meravigliose e spesso ancor meno frequentate.
Elafonisos, il porto
Chi si spinge fino a qui è alla ricerca di puro relax.
Non ci sono siti archeologici, castri isolati, città bizantine e chorà imbiancate da esplorare. C’è solo un piccolo agglomerato di nuove costruzioni che si estende tra il porto dei traghetti e quello dei pescatori. Su quest’ultimo si affacciano la maggior parte dei ristoranti e dei locali che si animano al calar del sole.
Per una visita culturale è necessario tornare sulla terraferma, che dista solo 15 minuti di traghetto.
In giornata si può tranquillamente arrivare fino a Monemvasià, principale porto e centro commerciale dell’impero bizantino.
Monemvasià
Considerata la più inespugnabile tra le città dell’impero, si erge su un isolotto, in bilico tra una sottile striscia di terra e un promontorio a picco sul mare. Invisibile a chi proviene da terra e accessibile solo da un lato (il suo nome significa proprio singola entrata) è stata l’ultima città bizantina a cadere nelle mani dei turchi.
Passeggiare tra le strade strette e acciottolate della città bassa, dove un tempo si trovavano 40 chiese e 800 abitazioni, e affrontare la ripida salita che conduce al castro e alla bella chiesa di Aghia Sophia, regala sensazioni davvero uniche.
Mistras, capitale culturale dell’impero bizantino
Come unica è l’emozione di girovagare tra ciò che rimane di Mistras, l’antica capitale culturale di Bisanzio. Definita anche la Pompei bizantina, è un gran museo a cielo aperto, dove meraviglie architettoniche si mescolano ai colori degli affreschi, al silenzio della natura e agli echi della dottrina platonica riscoperta dagli studiosi tardo-medievali. Ad un paio d’ore d’auto dalle spiagge assolate dell’isola, questa meraviglia tutelata dall’Unesco è un’ottima sosta lungo la strada per Atene e dovrebbe essere presente in tutti i tour del Peloponneso.
Chissà se ho fatto venir un po’ di voglia di Grecia anche a te …
Informazioni pratiche:
L’isola si trova a poche miglia dall’estremità meridionale del dito destro del Peloponneso.
Durante l’estate è collegata alla terraferma da un servizio regolare di traghetti (circa ogni mezz’ora), che non devono essere prenotati anticipatamente.
A parte Simos, dove esistono tre file di ombrelloni e si concentra la maggior parte dei visitatori, tutte le spiagge sono libere e non attrezzate, spesso senza nemmeno un chiosco.
Nell’unica città si trovano qualche piccolo albergo, molti affittacamere, bar, ristoranti e un paio di alimentari.
Noi abbiamo soggiornato nei Garden Apartments, all’epoca appena costruiti. Puliti ed arredati in modo essenziale si trovano in una zona tranquilla e silenziosa, pochi minuti a piedi dal centro del paese. Non avendo il sito internet, per prenotare dovrai chiamare questo numero: +30 27340 61252. Spesso chi risponde parla solo greco, ma se hai la pazienza di aspettare qualche minuto, riuscirà a raggiungere il suo amico ristoratore con cui potrete prendere accordi in italiano. Nonostante Elafonisos sia citata solo nella Rough Guide e in nessun’altra guida turistica, i camperisti italiani l’hanno scoperta e fatta conoscere tramite il passaparola. Quindi ad agosto non è proprio deserta, ma assolutamente vivibile se paragonata ad altre isole greche. Soprattutto se ci si allontana di qualche centinaia di metri dai parcheggi delle spiagge principali.
Annunci

23 commenti su “Elafonisos, quanto è bello il mare della Grecia!

  1. Daniela Villa
    27 luglio 2015

    ciao !!! vorrei andare anche io a elafonisos…. dove hai alloggiato tu ?
    esiste una casa vacanza vicino alla spiaggia di simos ??
    grazie mille

  2. Pingback: In barca alle Calanches de Piana | Viaggi e Baci

  3. Oblivion
    8 settembre 2013

    Elafonisos is like a paradise! I really love it and I loved your photos too! 🙂
    Check out mine if you wish, from my last trip to that great island, Elafonisos.
    http://boilvino.wordpress.com/2013/09/05/elafonisos-island/

    Have a nice day! 🙂

    • viaggiebaci
      9 settembre 2013

      They’re so beautiful!!! Thank you for carrying me there again 😉

      • Oblivion
        9 settembre 2013

        You are very welcome! Thank you for your kind words 🙂

  4. Laura
    17 luglio 2013

    Ciao Monica, ho letto attentamente ciò che scrivi….noi soggiorneremo ad Annette Studios…sul booking ne parlano abbastanza bene….hai qualche ristorante o taverna da consigliarmi? Anche a Monemvassia, visto che passiamo un giorno e mezzo anche li….mi sembra che ci sia anche la spiaggia, dico bene? Grazie!

    • viaggiebaci
      17 luglio 2013

      Ciao Laura,
      ammetto che provo un po’ di sana invidia nei tuoi confronti perchè quest’isoletta ha un mare davvero fantastico …
      Nell’unico villaggio di Elafonissos, affacciati sul porto, ci sono un ristorante attaccato all’altro e offrono più o meno tutti la stessa cosa e allo stesso prezzo (un po’ più alto rispetto alla media di altre isolette poco conosciute, almeno ad agosto). Non ho un nome specifico da suggerirti, pur avendoli provati quasi tutti visto che ci siamo stati una settimana. L’unico dove siamo tornati più volte è uno dei primi che si incontrano arrivando dallo sbarco dei traghetti: ne vedi un particolare con i tavoli a pelo d’acqua nella foto intitolata “elafonisos, il porto”. Ricordo di una specialità a base di melanzane fritte e ripiene di varie cose tra cui menta che mi è piaciuta un sacco ed è un’ottima alternativa alla classica moussakà
      A Monemvasià non abbiamo fatto mare, comqune nei paraggi dovrebbe esserci qualche piccola spiaggetta. Attaccata alla città ricordo solo scogli, ma può essere che mi sbaglio visto che sono passati parecchi anni.
      Divertitevi e al primo tuffo … pensami! 🙂
      Monica

  5. acasadiclara
    17 giugno 2013

    in genere il peloponneso non è affollato e io lo trovo molto “greco”!!!

  6. acasadiclara
    17 giugno 2013

    noi ci siamo andati nel 2010 proprio a ferragosto e non mi è sembrato il posto più affollato del mondo. anzi. chiaramente l’isola è minuscola e tutti vanno negli stessi posti. comunque alla mattina le spiagge sono poco frequentate e la maggior parte della gente arriva verso mezzogiorno o dopo pranzo. per noi che ci svegliamo presto anche d’estate, è stato davvero un piacere. più difficile trovare posto per la cena alla sera!! a noi è piaciuta tantissimo, ci siamo stati tre giorni e poi via di nuovo a completare il giro del peloponneso!!!!

    • viaggiebaci
      17 giugno 2013

      noi ci siamo stati nel 2007 e visto che ben poche guide la segnalano me l’aspettavo vuota. Invece è ben nota ai camperisti, ma come dici tu per gran parte della giornata alcune spiagge sono quasi deserte, mentre la sera il paesino si riempie proprio …
      Immagino che nel Peloponneso hai visto anche Mistras e Monemvasià

      • acasadiclara
        17 giugno 2013

        Mystrà l’avevo vista la prima volta quando giravo all’avventura con le mie amiche dell’università. non ho avuto il coraggio di portarci i miei figli, me la ricordavo torrida e questa volta era anche un po’ fuori dall’itinerario. magari la prossima volta. invece a monemvassia ci siamo fermati mezza giornata, è un posto unico!!!

  7. Pingback: Grecia: in vacanza sull’isola di Venere | Viaggi e Baci

  8. Pingback: Zup-pa, zup-pa … alè, alè, alè! « Viaggi e Baci

  9. profpalmy
    11 giugno 2012

    La Grecia e io siamo separati da un incantesimo: all’ultimo anno del liceo mi sono persa la gita scolastica in Grecia per un problema di famiglia e il mio viaggio di nozze già prenotato è saltato per via del terremoto ad Atene (settembre 1999)…

    • viaggiebaci
      11 giugno 2012

      beh! magari l’anno prossimo, no?!?!?!
      E’ splendida, credimi …

  10. Vaty
    21 maggio 2012

    che meraviglia… è da una vita che sogno di andare in grecia (sono stata solo a corfù). questo post mi sta dando una bella spinta.. chissà magari ti chiederò qualcosa anche io!
    vaty

  11. Pingback: I bambini e i colori … del mondo « Viaggi e Baci

  12. Monica
    17 aprile 2012

    Elafonissos è PARADISO… evitare assolutamente la settimana di Ferragosto. i ragazzi greci arrivano con le tende dalla terraferma per passare il ferragosto. Il campeggio è direttamente a Simos beach… vicino al campeggio c’era anche un area camper libera, ma pare che non sia più così,… e tantissimo vento nel pomeriggio… ma il Meltemi è una caratteristica tutta greca del mese di agosto… ad Elafonissos ancora di più…….. ma non si può perdere il candore della spiaggia, l’impressione del ghiaccio spaccato quando entri in acqua per la troppa trasparenza dell’acqua… STUPENDO!!!!

  13. Mamma Cì
    16 marzo 2012

    prima o poi ci andremo anche noi al mare in Grecia!! 🙂 non vedo l'ora….

  14. laura
    1 marzo 2012

    Stavo già pensando "Eh, sì, bello bello, ma con il camper sarà difficile arrivarci", e poi cosa leggo: i camperisti italiani l'hanno scoperta! Giro subito il link a un certo mio marito che solitamente guida il mezzo… 😉

    • acasadiclara
      17 giugno 2013

      aggiungo che ad agosto c’è una navetta che porta dal campeggio in paese. può essere utile!!!

  15. MaestraLaura
    29 febbraio 2012

    la grecia è meravigliosa e quando trovi qualche posto ancora poco frequentato, allora hai trovato il luogo giusto per rilassarti! e questo mi sembra davvero una stupenda meta…me la segno!

Mi piacerebbe ricevere una tua cartolina, ma puoi lasciare il tuo commento anche qui:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Vuoi seguirmi anche sui social? Ehm …

Instagram
incontriamoci a Marostica
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: