Viaggi e Baci

di viaggi, di libri e altre passioni

Costruire strumenti musicali con la latta riciclata

Complici grossi nuvoloni carichi di pioggia, domenica siamo andati ad Abilmente, la fiera vicentina della creativitàdi cui vi parlerò più dettagliatamente nei prossimi giorni.

Ma oggi voglio darvene un piccolo assaggio raccontandovi per filo e per segno i segreti che abbiamo appreso da Diana, una delle educatrici presenti nello spazio dedicato ai creativi in fasce, per trasformare le classiche latte, lattine e tappi a corona in strumenti musicali degni dei migliori palchi internazionali.

 

A seconda dello strumento che vorrete realizzare, oltre a pennarelli, colla, forbici e nastro adesivo in carta, servirà:
per il tamburo: un grande barattolo di latta (ottimo quello del pomodoro che usano i pizzaioli), cartoncino, colori a tempera
per i cembali: tappi a corona, bastoncino in legno con una delle estremità a V (tipo quello di una fionda), spago
per le maracas: lattina, sabbia con sassolini, mais, carta crespa, spago

Siete pronti?

Bene! Allora cominciamo con il tamburo

Ritagliate un rettangolo di cartoncino colorato delle dimensioni necessarie per ricoprire completamente la superficie esterna del barattolo grande e decoratelo a vostro piacimento con i colori a tempera.

Sfruttate il tempo di asciugatura del colore per disegnare, sul cartoncino rimanente, un cerchio seguendo il bordo della base del barattolo. Ritagliatelo, tenendovi più larghi di un paio di centimetri, e poi fate dei taglietti verso il centro fino ad incontrare il cerchio più piccolo.
Usate il cerchio così ottenuto per chiudere la base “aperta” del barattolo, incollandolo con del nastro adesivo in carta.

Mettete del nastro biadesivo lungo la circonferenza inferiore e superiore del cilindro e incollateci sopra il cartoncino precedentemente decorato.
E … voilà! Il tamburo è fatto …

anche se, prima di arrivare a questo punto, state pur certi che le sue sonorità saranno già state ampiamente sperimentate!

Meno laboriosa la costruzione del cembalo: legate saldamente lo spago ad una delle estremità della V del legnetto che vi siete procurati e ricopritela con del nastro adesivo in carta. Infilate cinque o sei tappi in latta precedentemente bucati con un trapano (oppure usate dei bottoni), e legate lo spago all’altra estremità della V, ricoprendo anche qui con nastro di carta.

Per le maracas, invece, riempite circa un terzo della lattina con sabbia, sassolini e mais. Usate il nastro adesivo di carta per chiudere bene il foro e poi avvolgete lo strumento così ottenuto in un pezzo di carta crespa che deve essere un po’ più lungo della lattina. Stringendo le estremità con dello spago, otterrete una maracas-caramella da far invidia anche alle più colorate e stravaganti band brasiliane.

Con la testa ancora rimbombante di sonorità tribali, non mi resta che ringraziare le simpatiche educatrici di Naturolandia per aver condiviso con noi tanta maestria e aver trasformato una domenica uggiosa in una bella giornata sonora.

Avendo scoperto che la sede della loro associazione è solo ad alcune decine di chilometri da casa nostra e che organizzano attività ludico-ricreative anche nel resto dell’anno, sicuramente avrò ancora modo di parlarvi di loro.

Annunci

9 commenti su “Costruire strumenti musicali con la latta riciclata

  1. Pingback: Bambini in vacanza: 7 idee NO-cost | Viaggi e Baci

  2. Pingback: Giochi: a volte basta davvero poco … « Viaggi e Baci

  3. Pingback: Idee fai-da-te per decorare l’albero di Natale con i bambini « Viaggi e Baci

  4. Pingback: Arte Sella, dove la natura diventa arte « Viaggi e Baci

  5. Daiane
    3 luglio 2012

    i’m glad i could learn so much here in your blog. thanks a lot.http://www.wigoblog.com

  6. Viaggi e Baci
    8 marzo 2012

    Grazie Giorgia,sia per i complimenti (che fanno sempre piacere), sia per l'invito (anche se non so ancora di cosa si tratta, il nome mi ispira e corro a cercarti!)

  7. Giorgia
    8 marzo 2012

    Con un artista così in casa ti aspetto per il mercoledì dell'arte!

  8. Giorgia
    8 marzo 2012

    Che bella cosa! Oggi ho avuto un po di tempo per venire a trovarti. Mi piace il tuo blog. Ti vedo spesso nel mio gruppo fb ma non avevo ancora avuto il tempo di leggerti

Mi piacerebbe ricevere una tua cartolina, ma puoi lasciare il tuo commento anche qui:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Vuoi seguirmi anche sui social? Ehm …

Instagram
incontriamoci a Marostica
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: