Viaggi e Baci

di viaggi, di libri e altre passioni

La meta estera che consiglierei per vacanze con bambini

Quale paese consiglieresti per la prima vacanza all’estero con i bambini?
La Tunisia, vorrei rispondere …
So bene che molti paesi europei sono decisamente più family-friendly, ma ci sono almeno 10 splendidi motivi per visitare questo angolo di Maghreb.

porte Tunisia

bianco e azzurro … colori nazionali della Tunisia

1. E’ una meta esotica relativamente vicina, che può essere raggiunta da molte città italiane in poco più di un’ora di volo. Quindi anche con bambini molto piccoli. Samir, la prima volta che ci siamo andati, aveva appena compiuto 3 mesi e non abbiamo avuto alcun tipo di problema.

bambini in aereo

in aereo a 3 mesi … destinazione Tunisia!

Tutti parlano francese, in molti anche italiano, e sono pronti a farsi in quattro pur di farsi capire anche dai più piccoli. Rimarrete sorpresi da come i vostri figli riusciranno a comunicare e giocare con i coetanei pur non capendo una parola di arabo.

tunisini

la magica accoglienza tunisina

2. E’ un paese in cui i bambini sono particolarmente amati, sia dagli adulti che dai ragazzi. Grazie ai vostri bimbi avrete modo di entrare facilmente in contatto con la popolazione locale e scoprire quegli aspetti della vita di tutti i giorni che nessuna guida turistica potrà mai raccontarvi.

majorette

Samir con le majorette tunisine

3. Pur essendo il paese islamico più occidentalizzato (poche donne portano il velo, la poligamia è vietata per legge, molte donne lavorano fuori casa, ecc), i bimbi capiranno subito di essere arrivati in un altro mondo e inizieranno a farvi un sacco di domande. Ottima occasione per spiegare loro il concetto di diversità religiosa e culturale e avviarli sulla via del rispetto reciproco.

donna araba

donna araba

Inoltre potranno assistere ad episodi di vita quotidiana che sembrano uscire dal libro di ricordi dei nonni e capire come i bambini di altre parti del mondo vivano in condizioni assai diverse dalle proprie. Il tutto senza scene di straziante povertà. Anzi, con una dignità e un sorriso dipinto sulle labbra che resterà a lungo anche nei vostri cuori.

il cartello stradale è nel centro di una città, la scena pastorale subito fuori

4. Le coste sono per lo più sabbiose, con l’acqua che digrada lentamente e lascia ampi spazi per giocare in tutta sicurezza sul bagnasciuga.

mare Tunisia

il mare nella costa orientale della Tunisia

5. A Jerba e nel tratto di costa tra Hammamet e Mahdia, gran parte degli alberghi e dei villaggi turistici si affacciano direttamente sulle spiagge, offrendo animazione per bambini e attività sportive di tutti i tipi. Spesso anche il buffet ha un angolo dedicato ai piccoli ospiti e ogni giorno vengono serviti piatti della cucina internazionale. Inoltre quasi tutte le attrezzatissime strutture turistiche hanno personale che parla italiano e un’infermeria interna.

villaggio turistico

questo villaggio non è in Tunisia, ma non avevo altre foto …

Se non è questo che cercate per la vacanza al mare, ma un ambiente più selvaggio e meno standarizzato, dovrete dirigervi verso Tabarka (ai confini con l’Algeria), la penisola di Cap Bon (a est di Tunisi), o le solitarie isole Kerkennah (al largo di Sfax).
Località non toccate dal turismo di massa e frequentate per lo più dai locali. Come Biserta, poco a nord di Tunisi.

porto vecchio di Biserta

il porto vecchio di Biserta

5. Il caldo torrido dell’estate è mitigato da piacevoli brezze marine e garantisce, da maggio ad ottobre, una temperatura adatta per sguazzare in acqua anche con i piccolissimi.
In un’estate pazzerella come questa, la garanzia di un cielo sempre azzurro sarebbe un fattore da non sottovalutare.

Tunisia mare

d’estate l’acqua è sempre calda, ideale anche per bimbi molto piccoli

6. E’ una meta dove non serve portare i compiti per le vacanze per imparare qualcosa. La storia è tutta intorno a voi. Le rovine di Cartagine serviranno a spiegare la potenza militare dell’impero romano, i mosaici conservati al Museo del Bardo  a Tunisi illustreranno i gusti estetici di duemila anni fa, l’anfiteatro di El Jem (meglio conservato del Colosseo) sarà lo spunto per raccontare la storia dei gladiatori, i resti archeologici di Sbeitla, Dougga e Bulla Regia per comprendere la grandiosità dell’architettura romana.

Cartagine

ciò che resta della potenza di Cartagine

Girovagando tra le città fortificate della costa sarà facile ricostruire la forma urbana tipica delle città arabe e scoprire il significato di parole che ricordano le avventure di Aladin, come kasbah, souk, medina e hammam.

Monastir

la grande piazza di Monastir

Mentre una tappa a Kairouan, la quarta città santa dell’Islam, sarà l’occasione per entrare nel cortile di una moschea, assistere ai pochi rituali religiosi acconsentiti ai non-credenti e fermarsi a riflettere su quanto sia assurdo il concetto di scontro di civiltà che i media (e chi li governa) cercano di propugnarci.

Kairouan

il cimitero nei pressi di una moschea a Kairouan, città santa dell’Islam

7. Oltre al mare, la Tunisia offre delle meraviglie naturalistiche capaci di incantare grandi e piccini.
Il deserto in primis, con le sue alte dune di sabbia, splendide oasi verdeggianti (le mie preferite sono state quelle di montagna, Tamerza, Mides e Chebika) e quel senso di pace totale che si può assaporare in pochi altri posti del pianeta.
Poi c’è il paesaggio lunare che circonda Matmata e le abitazioni sotterranee scelte da Lucas come set di Guerre Stellari negli anni Settanta. 

chott el jerid

una rosa del deserto nello Chott El Jerid, immenso lago salato

Il grande Chott El Jerid, alle porte del Sahara, è un enorme lago salato in cui provare l’emozione dei miraggi e fermarsi ad ammirare una rosa del deserto. Mentre il meno noto Lac Ichkeul, ora Parco Nazionale nei pressi della capitale, merita una visita nei mesi invernali, quando le sue acque offrono ospitalità a 150 mila uccelli acquatici in fuga dalle temperature rigide dell’Europa.

Lac Ichkeul

Lac Ichkeul, la più importante area di svernamento di uccelli acquatici del Nord Africa

8. La bontà della cucina tunisina, un vero tripudio di sapori e profumi.
Attenzione, però! A volte certi piatti sono particolarmente piccanti, per cui consiglio di assaggiarli sempre prima di darli ai vostri bimbi. Anche se in un altro ristorante, il giorno precedente, non erano speziati.

cucina tunisina

brick e salade tunisienne

Per i bambini andrete sul sicuro ordinando il brick (pasta sottilissima riempita con uova, oppure patate e formaggio, e poi fritta per pochi secondi), il cous-cous (il piatto nazionale, che può essere a base di verdure, pollo, pesce o montone), la salade tunisienne (verdure sminuzzate con uovo sodo e tonno), le kefta (polpettine di manzo o agnello, talvolta leggermente speziate, anche con menta), la tajine (torta salata a base di uova, pollo e fagioli) oppure … un’omlette! Altrimenti buttatevi sui dolci, per lo più a base di frutta secca e miele, e vedrete che non rimarranno delusi …

pasticceria tunisina

delizie della pasticceria tunisina

9. è una meta assolutamente low cost, sia che partiate con un tour-operator che per vacanze fai-da-tè. Nel primo caso, spesso i bambini viaggiano gratis, o con prezzi altamente scontati. Non male, visto i tempi, eh?!?!

10. Perchè è un paese che ama far festa e non si lascia sfuggire occasione per tirarsi a lustro, preparare tavole imbandite di ogni ben di Dio, estrarre dall’armadio tamburi e strumenti musicali, e far sbizzarrire le donne di qualunque età in ululati di gioia.
A noi è capitato di assistere al Festival Internazionale del Deserto a Tataouine, dove le popolazioni nomadi di Libia, Tunisia e Algeria si incontrano una volta all’anno per fare festa insieme, e non lo dimenticherò mai più.

Festival Internationale du Desert

nomadi al Festival Internazionale del Deserto

C’è forse anche un 11 motivo, ma questo come sempre lo lascio scrivere a voi. Curiosa più che mai di sapere che cosa vi ha conquistato di più di quest’angolo d’Africa a pochi passi da casa.

Ecco i motivi per cui vorrei tanto potervi consigliare la Tunisia per quest’estate.
Vorrei, vorrei, vorrei …
Vorrei, ma non posso, mi viene da dire.
Perchè negli ultimi giorni ci sono nuovi fermenti in alcune aree del paese, dovuti soprattutto alla forte crisi economica, alla disparità sociale e alla disoccupazione in continuo aumento.
Viaggiare Sicuri, il sito del Ministero degli Esteri Italiano, ancora oggi continua a sostenere che Jerba e le località della costa non presentano rischi, nonostante alcune aree interne e quelle al confine con Libia e Algeria siano fortemente sconsigliate.
Se avete già prenotato il vostro viaggio per le prossime settimane in zone non a rischio, partite tranquilli. Ma ricordatevi di registrarvi ugualmente nel sito Dove Siamo nel Mondo, in modo da essere sempre raggiungibili dalla Farnesina in caso di necessità.

vestito tunisino

giovani tunisini crescono

Ma perchè allora hai scritto questo post? vi starete chiedendo.
Perchè in Tunisia il turismo è la principale fonte di sostentamento e volevo farvela conoscere, magari per una vacanza futura. Perchè avranno bisogno di me, di voi, di tutti noi messi assieme, per potersi rimettere in piedi dopo la primavera araba e i subbugli di questi giorni. E non possiamo abbandonarli a loro stessi. Idem dicasi per Grecia, Egitto e gli altri paesi che vivono di turismo e quest’estate verranno disertati da milioni di vacanzieri.
Quando viaggio cerco sempre di sostenere l’economia locale, sia nella scelta dei luoghi che frequento che nello shopping. Lo sento come un dovere morale nei confronti della popolazione che mi ospita. Non sopporto vedere le signore ingioiellate regalare un Euro ai bimbi che allungano la mano fuori dai villaggi turistici e poi non mettere mai il piede, e il portafoglio, fuori da quei paradisi artificiali.
Con poche righe ed immagini ho semplicemente voluto farvi sognare, con la speranza che inseriate questo paese nella lista dei desideri e lo andiate a visitare con i vostri bambini non appena sarà possibile farlo in tutta sicurezza.

Se ora cliccate nei link degli altri amici blogger che partecipano alla staffetta DI BLOG IN BLOG di questo mese, il cui tema è appunto La meta di vacanza che consiglierei e perchè, sono certa che troverete un posticino nel mondo che fa proprio al caso vostro …

Illustrando un Sogno: http://silviomacca.blogspot.it/search/label/Di%20Blog%20in%20Blog%20-%20Staffetta
Crea-Family http://crea-family.blogspot.it/
Le avventure della pand-family http://www.emmaeluca.com/?cat=40
Cristina http://udinelamiacittaenonnapina.blogspot.it/
Allegri Briganti http://www.allegribriganti.it/blog/
Newbie mom http://newbiebloggernewbiemom.blogspot.it/
Bodò. Mamme con il jolly www.bbodo.it
Ostuni Magazine http://ostunimagazine.blogspot.it/
bimbumbeta (di Beta) http://bimbumbeta.blogspot.it/search/label/di%20blog%20in%20blog
Sono al Mondo http://sonoalmondo.blogspot.it/
Ferengi in Addis http://ferengiaddis.wordpress.com/
Bimbiuniverse – http://bimbiuniverse.blogspot.it
Cuore di leonessa http://mogliefidanzatedelreggimentosanmarco.wordpress.com/category/di-blog-in-blog/
Simona Ortolan http://ilpampano-designbimbi.blogspot.it/
Palmy Mens sana – Learning is experience http://laproffa.blogspot.it/
Accidentaccio http://accidentaccio.blogspot.it/search/label/Di%20Blog%20in%20Blog
Angela Ercolano: http://supermamma.mammacheblog.com/
La Diva delle Curve http://www.divadellecurve.com/search/label/staffetta
Il mondo di Cì http://ilmondodici.blogspot.it/search/label/staffetta%20blog
Per mille Cammelli! http://permillecammelli.blogspot.it/
Mavie – http://www.mavie.it/tag/di-blog-in-blog/
La bussola e il diario: la vita e il viaggio: http://bussolavita.blogspot.it/search/label/Staffetta%20di%20blog%20in%20blog
Casa Organizzata – www.4blog.info/casaorganizzata
simona elle – http://www.simonaelle.com/search/label/Staffetta%20tra%20blog
mammachetesta – http://www.mammachetesta.com/category/di-blog-in-blog/
mammamiacosafaccio!? – http://mammamiacosafaccio.blogspot.it/
Mamma Studia! – http://mammastudia.blogspot.it/search/label/staffettadibloginblog
BabyGreen – http://www.babygreen.it/search/label/STAFFETTA
Il caffè delle mamme – http://www.ilcaffedellemamme.it/tag/di-blog-in-blog/
Il Blog della Simo http://simobre.wordpress.com/tag/dibloginblog
Priorità e Passioni http://prioritaepassioni.blogspot.it/
Girovaga:http://www.giro-vaga.blogspot.it/tag/di-blog-in-blog/
unamammaperdue http://unamammaperdue.blogspot.it/search/label/di%20BLOG%20in%20BLOG
Cento per cento Mamma http://centopercentomamma.blogspot.it
MammeMatte: http://www.mammematte.org/search/label/dibloginblog
GocceD’aria: http://www.goccedaria.it/tag/goccedaria/staffetta%20blog.html
silviaballico: http://lavandaecioccolato.blogspot.com
Umori in cucina: http://umori-incucina.blogspot.it/
Le due Coccinelle: http://www.leduecoccinelle.it/di-blog-in-blog/
Design Therapy: http://www.designtherapy.it/
Tanto per… : http://tantoperche.blogspot.it/search/label/dibloginblog
Mother of two: http://mammadisem.blogspot.it/search/label/DiBlogInBlog
Home-Trotter: http://www.home-trotter.blogspot.it
Paroladilaura http://www.paroladilaura.blogspot.it/
Diario magica avventura http://lamiadolcebambina.blogspot.it/
Elegraf http://elegraf77.blogspot.it/
Sono una mamma non sono una santa http://theyummymom.blogspot.it/
Cardamom http://www.designcardamom.blogspot.it/
Ideamamma: http://www.ideamamma.it
Passe-partout: http://partoutml.blogspot.it/search/label/staffetta%20di%20Blog%20in%20blog
Monica e lo Scrapbooking http://monicc.wordpress.com
Francesca Sfriso: http://mammefaidate.blogspot.it/2012/05/di-blog-in-blog.html
Vivere a piedi nudi http://vivereapiedinudi.blogspot.it/search/label/di%20blog%20in%20blog
Mikkamade http://mikkamade.blogspot.it/
PorcellinoGiramondo http://porcellinogiramondo.blogspot.it/
Gina Barilla – mamma distratta: http://ginabarilla.blogspot.it

Ti potrebbero anche interessare:
Colori, suoni e sapori dal Sud del Marocco
In vacanza nel regno della Chimera
Un riadh nella kasbah di Ouarzazate
In viaggio con i bambini: quale mezzo di trasporto scegliere?

87 commenti su “La meta estera che consiglierei per vacanze con bambini

  1. ilmondodici
    15 maggio 2014

    Ciao Monica, mi ricordavo di questo post e son tornata a rileggerlo, come vedi la situazione adesso? Stiamo facendo le nostre valutazioni per le vacanze e vorrei capire se prenderla in considerazione o no. viaggiare sicuri parla di un miglioramento della situazione e che non ci sono sostanzialmente rischi nella zona costeria ma di esser comunque cauti quando si passa in aeroporto o si va nelle mete turistiche classiche mercati ecc. Per ora quindi per noi è una metà “nì”, avrebbe poco senso stare in un una zona turistica una settimana, ma magari tu hai più info. Tieni conto che noi siamo dell’idea che il mondo e grande e non andiamo mai in zone anche blandamente a rischio da che siamo in tre. Ciao e grazie

    • viaggiebaci
      20 maggio 2014

      Per lavoro mio marito ci sta andando spesso e io ci sono stata l’ultima volta a Natale senza alcun problema. Comunque, come in tutto il nord Africa, la situazione è instabile e lo scontento tra la popolazione è molto. Certo, le manifestazioni si svolgono più a Tunisi che nelle zone turistiche e quindi non dovrebbero esserci grossi problemi. Ma ovviamente occorre cautela e una buona assicurazione nel caso debba essere rimandato per disordini dell’ultimo minuto, difficili da prevedere otra con tanti mesi di anticipo …
      Buone vacanze, cara!

  2. Pingback: 8 cose da sapere per una vacanza in Corsica a prova di bambini | Viaggi e Baci

  3. Pingback: Scambio Casa: i consigli di chi l’ha fatto | Viaggi e Baci

  4. Pingback: Quest’estate facciamo il giro del mondo | Viaggi e Baci

  5. Pingback: Namibia: viaggio in compagnia degli animali | Viaggi e Baci

  6. dm
    21 maggio 2013

    la Tunisia potrebbe esser una meta per questa estate 🙂 grazie per il tuo reportage!!
    blogpercomunicare.blogspot.com

  7. Pingback: In valigia: cosa tengo e cosa butto di ogni viaggio | Viaggi e Baci

  8. Pingback: I diritti dei bambini in viaggio – 2° parte | Viaggi e Baci

  9. Pingback: Kenya: i miei volti della felicità « Viaggi e Baci

  10. Pingback: Vacanze di Natale: dove andare con i bambini – 2° parte « Viaggi e Baci

  11. Valentina
    14 settembre 2012

    Lunedì parto per la tunisia…affascinata dal mare…dai luoghi…dall’ambiente…e dall’atmosfera… Andrò a mahdia…e se devo essere sincera sono un po’ spaventaa per la situazione…nn riesco a trovare notizie aggiornate…

    • carolina
      2 agosto 2014

      Ciao valentina,il post e datato nel 2012 e son capitata oggi…Vorrei sapere anche se dopo tanto tempo se mahdia e bella parto fra un mese grazie…

      • viaggiebaci
        25 agosto 2014

        Ciao Carolina,
        noi a Mahdia ci siamo fermati solo una notte una ventina di anni fa e immagino sia cambiata parecchio. Si discosta parecchio dai miei gusti attuali (che però son spesso lontani da quelli di altri turisti), ma ha sicuramente di buono la posizione … Comoda per visitare il bellissimo sud e anche per spostarsi verso le città costiere poco più a nord.
        Ti auguro un bellissimo viaggio
        Monica

  12. Pingback: Il bello dei viaggi NON organizzati « Viaggi e Baci

  13. sami
    23 giugno 2012

    io ho visto la barriera corallina della tunisia mammamia da VEDERE djerba mare bellssimo mahdia sousse tabarka TUTTI mi manca solamente il deserto spero di riandarci!!!!

    • viaggiebaci
      24 giugno 2012

      noi abbiamo fatto solo le porte del deserto, ci manca l’esperienza in tenda, ma è già nella lista desideri!

  14. face to face
    23 giugno 2012

    Bellissima io ci sono stato ho visto anche la barriera corallina della tunisia,ho visto djerba mare bellssimo,tabarka,mahdia,sousse,monastir insomma tutti. LA AMO LA AMO LA AMO!!!!

  15. ilmondodici
    23 giugno 2012

    Di Tunisia so veramente poco, ma condivido le tue riflessioni e ti ringrazio per il tour virtuale. Certo io starei alla larga specialmente dall’Egitto ora (non menzioniamo ovviamente altri posti caldissimi da sempre, li diamo per scontati), in Grecia, ci sono appena stata, la situazione è tranquilla (anche se triste per i locali, il turismo è in mano alle multinazionali), le isole specialmente sono mondi a se’ stanti. Ma informarsi è bene. Sarebbe bello che il turista oltre a cercare sole e bei paesaggi cercasse di capire un po’ di più delle terre che visita, ma …forse sono utopista, o forse ci vuole solo un po’ di tempo… ciao!

    • viaggiebaci
      24 giugno 2012

      No, non sei utopista! Siamo sempre in più persone a viaggiare per capire e non solo per prendere il sole …
      Pochi, ma buoni! E in continuo aumento …

  16. Mammadesign
    18 giugno 2012

    Devo, devo, devo portarci mia figlia!
    Da quando e’ nata abbiamo rimandato i viaggi piu’ esotici per paura di dissenteria e cose varie….e mancanza di assistenza pediatrica! Voi avete avuto probemi?

    • viaggiebaci
      18 giugno 2012

      In Tunisia con Samir ci siamo andati già tre volte (la prima, come avrai visto dalla foto, aveva 3 mesi e allattavo ancora) e non abbiamo mai avuto alcun tipo di problema. In Egitto, invece, lui è sempre stato bene e quella con la dissenteria ero io, che mi sono lasciata tentare da strane salsine ….
      Ovviamente abbiamo sempre con noi i medicinali del caso, prima di partire inizio a dargli quotidinamente fermenti lattici, certi cibi non glieli faccio nemmeno toccare (soprattutto se esposti nei buffet), i denti li lava con acqua di bottiglia, gli spiego già prima di partire che dove stiamo andando non si può assolutameente bere l’acqua e poi porto con me il numero del pediatra (che finora non ho mai chiamato).
      Potrà sembrare strano, ma le poche volte in cui io, adulta, sono stata male, è stato all’interno dei grossi villaggi turistici, dove il cibo è esposto in enormi buffet e c’è, ovviamente, una forma di riciclo. Mangiando nei ristoranti esterni, frequentati dai locali, non abbiamo mai avuto problemi. Sicuramente, poi, è anche questione di costituzione fisica e … di fortuna!

  17. carlafamily
    17 giugno 2012

    Condivido pienamente ciò che dici in merito al sostenere il turismo dei paesi che vivono di questo. Inoltre scoprire i luoghi che anche i tour operetor non riescono a scovare è una delle esperienze migliori che si possano fare, certo sempre con molta cautela. Quindi non puoi che trovarmi d’accordo con te anche per quanto riguarda l’argomento bimbi, anche in questo caso con tutte le cautele dell’età.
    La Tunisia è una meta tra le mie mete.
    Ciao, a presto!

    • viaggiebaci
      18 giugno 2012

      Grazie per la riflessione Carla. Le tue parole mi hanno fatto fare qualche altra considerazione …
      Personalmente penso che i tour operator potrebbero scovare tutte le mete, anche perchè alle fiere turistiche a cui partecipo ci sono sempre operatori dai luoghi più disparati a cercar di vendere il loro prodotto. Il problema è che nella maggior parte dei casi i T.O. cercano la comodità, quindi aeroporti vicini, tariffe basse e il guadagno, quindi grosse strutture che possano dare camere in allotment o in vuoto-per-pieno.
      Viaggiando in autonomia e con una buona guida (suggerisco le Rough Guide) è facile tenersi alla larga dai sentieri più battuati e godersi davvero il paese che si visita, intessendo rapporti con le persone che ci vivono, assaggiando i loro piatti e vivendo in luoghi dove il turismo è una fonte di sussistenza ma non ha ancora snaturato del tutto l’economia del luogo.
      Ovviamente, quando si viaggia con bambini, bisogna pianificare bene la vacanza e informarsi moltissimo su cosa la zona offre prima di partire

  18. ferengiaddis
    17 giugno 2012

    La Tunisia è in programma per il prossimo anno, un’amica si è appena trasferita là e la scusa è ottima per visitare il paese!
    Complimenti per il post, ritornerò a trovarti!

    • viaggiebaci
      17 giugno 2012

      Ecco! se hai occasione di visitarla con qualcuno che ci vive, è ancora meglio …
      Ti piacerà sicuramente 😉

  19. Bab
    17 giugno 2012

    E’ tra le mete che vorrei visitare ..e se lo hai visitato con un pupo mi hai tolto ogni dubbio & perplessità, grazie!!

    • viaggiebaci
      17 giugno 2012

      Si, con mio figlio sono andata quando aveva 3 mesi in un villaggio per garantirmi cucina internazionale visto che allattavo e aria condizionata visto che era agosto: era pienissimo di bambini francesi di tutte le età!
      A cinque anni ci siamo tornati in versione fai-da-tè ed è andata ancora meglio …
      intendo per il contatto con la popolazione locale e la scoperta di mete affascinanti!
      Alcune di queste foto invece provengono da un viaggio precedente, sempre fai-da-tè, quando lui ancora non c’era

    • Bab
      18 giugno 2012

      mi hai convinta, per quest’anno la scelta è stata già fatta ma per l’ano prossimo un pensierino lo facciamo molto volentieri poi io adoro la lingua francese, grazie dei consigli li terrò a mente!!

  20. Francesca
    17 giugno 2012

    Che bella!!!non l’avevo mai valutata attentamente!ogni motivo mi sembra più bello dell’altro ma mi è piaciuto molto anche il lato etico…del rispetto profondo per il paese che si sta visitando e delle persone che lo abitano, soprattutto se in condizioi difficili!Condivido pienamente!Grazie!

    • viaggiebaci
      17 giugno 2012

      Penso che il viaggio sia anche questo e non solo divertimento e conoscenza. Ecco perchè qui parlo più di viaggi con bambini che di vacanze: mi sembra un’ottima scuola di vita per i nostri figli

  21. Riadh
    16 giugno 2012

    OGGI CON QUESTO CALDO AVEVO VOGLIA DI UNA FETTA DI ANGURIA MA NON QUELLA CHE SI TROVANO NEI SUPERMARCATI CELOFANATE QUELLE CHE TROVI NEL MERCATO LA SCEGLIE E POI LUI PRIMA DI PESARTELA FA UNA PICCOLA INCISIONE IN MEZZO E TE LA FA ASSAGIARE E SE NON TI PIACE TE LA CAMBIA… ECCO LA MIA TUNISIA…. CERTO ADESSO E UN PO CAMBIATA MA LO SPIRITO DELL’OSPITALITA E RIMASTO….
    GUARDATE QUESTE FOTO…
    http://www.facebook.com/pages/%D8%AA%D9%88%D9%86%D8%B3-%D8%A7%D9%8A%D8%A7%D9%85-%D8%B2%D9%85%D8%A7%D9%86/298213873549660

    • viaggiebaci
      16 giugno 2012

      Grazie della segnalazione! Le foto sono bellissime e ho già cliccato sul mi piace, così vedrò anche tutte le altre in futuro …

  22. mi piace la tua passione nel descrivere le località, sempre ricca di particolari.
    Pensa che io non ho mai preso la Tunisia in grande considerazione… sbagliando.
    Ho preferito il Marocco quando si è trattato di scegliere una località del genere. Appena sarà possibile tornare mi ricorderò dei tuoi consigli.
    Mi piace la tua intenzione di sostegno 🙂

    • viaggiebaci
      16 giugno 2012

      In Marocco ci sono andata 2 volte ed è bellissimo. Forse più arabo della Tunisia e con un’atmosfera più da Aladin. La Tunisia forse è più a misura di bambino, anche perchè essendo piccolina permette una grande varietà di esperienze senza dover passare l’intera vacanza in macchina.
      Comunque hai colto in pieno il motivo per cui l’ho suggerita …

  23. The Family Company
    16 giugno 2012

    Monica, missione compiuta. Tunisia aggiunta alla lista delle destinazioni da visitare. Poi mi darai tutte le info del caso eh!!! Un abbraccio

    • viaggiebaci
      16 giugno 2012

      Avendoli già visti all’opera, sono certa che ai tuoi bimbi piaceranno un sacco le immense dune di sabbia del Sahara, cara Vale! 🙂

  24. una donna con la valigia
    16 giugno 2012

    Ciao, io non ho bimbi ma mi hai fatto venire voglia lo stesso di andare in Tunisia, l’unica cosa è che a me non piacciono i viaggi organizzati perció mi stavo chiedendo se è una meta fattibile fai da te, avresti qualche consiglio da darmi ? Ciao 🙂

    • viaggiebaci
      16 giugno 2012

      Assolutamente si! La prima volta che ci sono andata era per uno stage in un villaggio a Jerba; la seconda ho affittato la macchina a Tunisi e me la sono girata quasi tutta. Essendo un paese piccolino, se hai 15 giorni riesci a vedere davvero molto, da Tunisi al deserto. Solo se intendi fare un tour nel deserto, dormendo in tenda, facendo fuoripista, ecc, ti consiglio di appoggiarti ad una delle agenzie che puoi trovare a Douz o Tozeur. Mentre il tour delle oasi, degli ksar e delle zona nei dintorni di Matmata sono assolutamente fattibili da soli.
      E’ un paese con strade molto buone, alberghi di tutti i tipi e la cucina solitamente piace anche agli italiani. Noi abbiamo sempre mangiato in ristoranti frequentati da locali e non abbiamo mai avuto problemi di stomaco.
      Il fatto che tutti parlino francese (quindi tendono a capire un po’ anche l’italiano) e molti anche inglese aiuta nei momenti di difficoltà.
      Se vuoi, quando decidi di andare, possiamo sentirci (anche telefonicamente) e ti dò tutte le dritte del caso. E’ un paese che conosco bene e sarei felice lo potessi conoscere nel suo aspetto autentico anche tu

      • una donna con la valigia
        19 giugno 2012

        Grazie mille! Ti contatteró sicuramente, adesso è meglio lasciar passare questo momento difficile.. Son contenta di sentire che è fattibile fai da te. Solo un’altra domanda: quale è secondo te il periodo migliore dell’anno, volendo cioè fare un pó di mare ed anche deserto ma senza arrostirsi? Ciao 🙂

  25. HOME-TROTTER
    16 giugno 2012

    Non sono ancora mai stata in Tunisia, ma con questo post mi hai incuriosito parecchio ! A questo punto spero proprio di poterci andare presto.
    Ciao
    Michela

  26. divadellecurve
    16 giugno 2012

    bellissime foto e bellissimo post, molto sentito e davvero coinvolgente. Non conosco il Maghreb, ma sicuramente hai presentato una terra interessante (non che non pensassi non potesse esserlo). Ottima anche la dritta di registrarsi per la farnesina, la prossima volta che andrò all’estero lo terrò presente.

    • viaggiebaci
      16 giugno 2012

      Il Maghreb è una terra meravigliosa e molto variegata. Ho visitato solo Tunisia, Marocco e Egitto, ma credimi che sono diversissimi …
      Per quanto riguarda Viaggiare Sicuri, meglio registrarsi sempre, anche in paesi non a rischio: con i tempi che corrono, le calamità naturali sono sempre a portata di mano ed è un bene che chi di dovere sappia come e dove raggiungerci

  27. simo
    16 giugno 2012

    Molto interessante il tuo post, e bellissime foto.
    Grazie per tutte le indicazioni 🙂
    Simo (Il Blog della Simo)

  28. Beta
    15 giugno 2012

    Il giro di blog in blog si fa sempre più interessante… mi segno anche la Tunisia!!! 😉

    • viaggiebaci
      16 giugno 2012

      Eh! Anch’io ho trovato delle mete molto interessanti … diciamo che l’economia dovrebbe riprendersi alla grande e lo stipendio essere triplicato entro agosto per poter fare almeno 1/10 dei sogni che ho fatto tra ieri e oggi … 😉

  29. sanztosi
    15 giugno 2012

    Molto bello questo post, così ricco di dettagli e foto invitanti!!!!
    Partirei subito.
    Purtroppo mio marito non “vola”, per cui i nostri spostamenti sono limitati….. comunque mi hai fatto viaggiare con la fantasia!!!!
    Grazie
    Monica

    • viaggiebaci
      15 giugno 2012

      Ehi Monica! La Tunisia può essere raggiunta anche via nave, da Genova o Trapani. Se vi portate dietro la macchina poi non serve noleggiarla per fare un bel tour e soprattutto potete riepirla di tutto lo splendido artigianato locale ;D
      Vedrai che vedendo il portafoglio svuotarsi tuo marito si deciderà a salire su un aereo e la prossima la volta dopo andrai in un altro continente … ;D

      • sanztosi
        15 giugno 2012

        Magari!!!! io farei il giro del mondo anche a piedi…… se fosse possibile!!!!!
        😉

  30. Girovaga
    15 giugno 2012

    Non sono ancora mai stata in Tunisia, ma con le foto ed il tuo post mi hai fatto pensare che devo recuperare al più presto. :))

    • viaggiebaci
      15 giugno 2012

      Fallo appena la situazione rientra nella normalità e non te ne pentirai

  31. Ciccola
    15 giugno 2012

    Davvero una bella lista di motivi per andare in Tunisia. Io l’ho scelta qualche anno fa e ne sono rimasta affascinata. Ho visto luoghi bellissimi e conosciuto persone meravigliose. E poi la cucina….che bontà! A guardare le tue foto mi è venuta l’acquolina in bocca. Mi hai fatto venire voglia di tornarci!!!

    • viaggiebaci
      15 giugno 2012

      Oh! là … quel “che bontà” mi fa risentire in bocca il piccante dell’harissa, lo speziato delle kefta e il dolce dei dolcetti di mandorle e miele …
      Anche questo è viaggiare!

  32. Laura Anna
    15 giugno 2012

    Bhè, si vede che questo è il tuo “pane quotidiano”! Bellissimo post e condivido l’idea di viaggio con i bambini come occasione per spiegare e far conoscere le realtà diverse dalla nostra. Il viaggio è un momento di crescita per tutti noi. Bravissima davvero… e che foto!

    • viaggiebaci
      15 giugno 2012

      Siamo sulla stessa linea, Laura Anna. Viaggiare è il modo più bello per imparare, soprattutto la diversità delle altre culture. Ed è l’unico modo per abbattere l’ignoranza, fonte di paura e assurdi pregiudizi

  33. Marilu
    15 giugno 2012

    La Tunisia è nella mia lista dei desideri, ora ancora di più!

  34. Palmy
    15 giugno 2012

    Non vedevo l’ora di arrivare al tuo post… per non fare confusione mi ero ripromessa di non andare a saltare… davvero una meta abbastanza abbordabile, visto che si trova a poca distanza dalla Sicilia… anzi la Sicilia si trova in buona parte più a sud di Tunisi! Per ora come dici la zona è un poco sicura ma va sicuramente nella lista dei desideri…

    • viaggiebaci
      15 giugno 2012

      davvero dalla Sicilia non ci sei ancora mai stata? pensavo fosse una meta comune per i siciliani, un po’ come l’Austria per i veneti e friulani …

      • Palmy
        15 giugno 2012

        Mio marito giramondo c’è stato… per ora noi siamo nel periodo europeo!

  35. Palmy
    15 giugno 2012

    Non vedevo l’ora di arrivare al tuo post… per non fare confusione mi ero ripromessa di non andare a saltare… davvero una meta abbastanza abbordabile, visto che si trova a poca distanza dalla Sicilia… anzi la Sicilia si trova in buona parte più a sud di Tunisi! Per ora come dici la zona è un poco sicura ma va sicuramente nella lista dei desideri!

  36. fioly
    15 giugno 2012

    Mi ha sempre attratta la Tunisia e adesso… ancora di più!

  37. paola
    15 giugno 2012

    Hai dato veramente una esauriente panoramica di quello che può offrire questa bellissima meta per vacanze. Chi lo sa che prima o poi non ci scappi un bel viaggetto!! Molto professional, complimenti. ciao Paola

    • viaggiebaci
      15 giugno 2012

      Hai detto bene: è solo una panoramica!
      Per i dettagli, sono qui … qualora tu decida di andarci in futuro

  38. elena
    15 giugno 2012

    davvero bel post!! lo pinno così mi ricorderò di tutte queste belle particolarità di tunisi quando dovrò scegliere un viaggio col porcellinogiramondo 😀

  39. Annalisa
    15 giugno 2012

    Che voglia di partire! Chissà che prima o poi ci decidiamo…

  40. paroladilaura
    15 giugno 2012

    che bel most monica, non vedevo l’ora di leggerlo!

    • viaggiebaci
      15 giugno 2012

      ti aspetto con calma più tardi, magari con un bel bicchiere di the alla menta in mano …

  41. Cristina
    15 giugno 2012

    Bel post, accurato e decisamente coinvolgente. Brava Monica e grazie perchè non hai solo raccontato un luogo, ci hai mostrato la bellezza di un popolo e ci hai fatto riflettere su tante cose… Farei un tuffo in quel mare meraviglioso, peccato non abbiano ancora brevettato il teletrasporto!

    • viaggiebaci
      15 giugno 2012

      Grazie Cristina, le tue parole sono la conferma che ho centrato l’obiettivo a cui miravo. Mare … ma non solo!

  42. Claudia shanta
    15 giugno 2012

    si, hai ragione, la Tunisia merita di essere inserita nel quaderno dei viaggi futuri… perchè è una terra incantevole, la sua gente è generosa e aperta, gli uomini e le donne hanno grande forza e coraggio… ed è altrettanto importante non limitarsi ai villaggi per turisti…

    • viaggiebaci
      15 giugno 2012

      concordo in pieno, soprattutto sulle ultime parole. Vivendo rinchiusi nei villaggi ci si perde il meglio che questo paese ha da offrire e in condizioni normali la vita al di fuori di essi è assolutamente sicura e ci si può muovere in maniera fai-da-tè senza alcun problema

  43. daniela
    15 giugno 2012

    Ero indecisa tra villaggio in Grecia o Tunisia… ora propendo più per quest’ultima (14esima del Maritozzo permettendo!)

    • viaggiebaci
      15 giugno 2012

      Beh! Entrambe necessitano di non essere abbandonate dai turisti. Per entrambe ti consiglio di prenotare all’ultimo e dopo aver controllato il sito della Farnesina che ho indicato nell’articolo.
      Buone vacanze!

  44. Noi siamo stati a Djerba quando Martina aveva 3 anni, è stata una bellissima vacanza, il mare stupendo, il clima ideale, dista veramente poco dall’Italia,la navetta per andare in spiaggia era una carrozza con cavallo, strepitosa.Il cibo ottimo, ma io non faccio testo, adoro viaggiare anche per scoprire sapori nuovi e diversi dai nostri.Ci porterò di nuovo i bimbi questo è poco ma sicuro!!!

    • viaggiebaci
      15 giugno 2012

      Grazie Francesca, le tue parole sono una conferma in più a quello che ho scritto. Speriamo servano a far venire voglia di partire per questa incantevole meta

  45. Arianna Pand
    15 giugno 2012

    Io un viaggio simile l’ho fatto in Marocco….ma con tutto quello che hai scritto mi è davvero venuta voglia di partire subito per la Tunisia. Abbiamo uno stile di viaggio piuttosto simile 🙂
    Quest’anno avevamo deciso di andare in Croazia, ma proprio per quello che hai scritto tu riguardo alla crisi di alcuni paesi, mi sa che torniamo in Grecia. Nel nostro piccolo cercheremo di aiutare questo paese.

    • viaggiebaci
      15 giugno 2012

      Brava Arianna, bellissima scelta! La Croazia è splendida, ma quest’anno sarà sicuramente iperinflazionata visto il numero di mete mediterranee a rischio.
      La Grecia è bellissima. Se posso permettermi ti consiglierei l’isola di Kythira. Essendo lontana da Atene, penso sia al sicuro dalle manifestazioni antigovernative e soprattutto è tranquilla anche ad agosto. Inutile dire che il mare è splendido!
      Il Marocco l’ho girato anch’io e posso dirti che è un po’ più arabo e islamizzato della Tunisia. Se ti è piaciuto quello, ti piacerà anche la Tunisia.
      Su tutte e tre queste mete trovi informazioni nel menù in alto alla voce “Grandi Viaggi”, se ti va di darci un’occhiata
      Buon viaggio

      • Arianna Pand
        15 giugno 2012

        Grazie 1000, lo farò sicuramente. Difficilmente torniamo nello stesso posto. C’è così poco tempo e così tanti posti al mondo che vogliamo vedere 🙂

  46. polimena
    15 giugno 2012

    Bel post Monica,
    quest’anno andremo nel nord Europa ma un viaggetto nel prossimo futuro ci potrebbe scappare! Magari con mio nipote…

    • viaggiebaci
      15 giugno 2012

      Sicuramente il Nord Europa è più family friendly e con un sacco di attività per bambini anche in caso di pioggia.
      Se Davide non c’è ancora mai stato, portalo al più presto. Gli piacerà e capirà molte altre cose … ;D

  47. simona
    15 giugno 2012

    Cara Monica come sempre il tuo post mi ha fatto sognare. Mi avevi già convinto dopo aver letto le prime righe a visitare la Tunisia, ma il punto 4 (coste sabbiose) e il punto 8 (buona cucina) Mi hanno definitivamente convinto!!! La aggiungo ai viaggi dei desideri!! Ciao a presto Simona

    • viaggiebaci
      15 giugno 2012

      Beh! Simo, poi sai che se hai bisogno di consigli specifici e dettagliati, io sono qui …

Mi piacerebbe ricevere una tua cartolina, ma puoi lasciare il tuo commento anche qui:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Vuoi seguirmi anche sui social? Ehm …

Instagram
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: