Viaggi e Baci

di viaggi, di libri e altre passioni

Le “mie” tre cartoline dalla mia Italia

Non ho scelto le mie tre cartoline per la bellezza estetica o la località in cui sono state scattate, ma perchè rappresentano l’Italia che vorrei sotto il profilo turistico, e non solo.
L’Italia che cerco quando viaggio e che sono riuscita a scovare, timidamente nascosta, negli angoli più inaspettati del Belpaese.
L’Italia che cerco di promuovere e valorizzare come guida, albergatrice e travel blogger. Convinta che è da questa Italia che può iniziare la ripresa economica tanto agognata e che sia questa la prospettiva privilegiata per intravedere un futuro migliore per i nostri figli.

E’ l’Italia degli affetti, della famiglia, del saper donare e condividere senza secondi scopi, dell’andare slow tutti insieme alla ricerca dei valori che contano. L’Italia che ho ritrovato in una piccola rievocazione storica di provincia, il Palio delle Zattere di Valstagna (VI).

Valstagna, Palio delle Zattere

Da un punto di vista turistico, è l’Italia che mantiene vive le sue tradizioni, che custodisce con cura il passato e lo rende fruibile e godibile al visitatore.

Poi c’è l’Italia che non crede al detto impara l’arte e mettila da parte. Quella che cerca di realizzare i sogni in cui bellezza e qualità hanno un valore superiore a quello prettamente economico. L’Italia che cerca nuove forme per emergere e dimostrare la propria creatività, come in questo piccolo negozio di souvenir nel cuore di San Gimignano (SI).

souvenir San Gimignano

Turisticamente parlando, è l’Italia che non segue la facile strada delle cineserie, che apre orgogliosa ai turisti le porte delle proprie botteghe artigiane e dei templi del Made in Italy, che sa valorizzare quanto di meglio il territorio ha da offrire.

E infine c’è l’Italia in guerra contro le enormi colate di cemento, quella che non butta, ma ricicla, che si ingegna per dar nuova vita a oggetti desueti che hanno ancora troppe cose da raccontare. Come le pietre, le nicchie, le scalette e le stanze dai perimetri improbabili di una casa contadina abbandonata da decenni, che poi risorge a nuova vita in un agriturismo di charme a San Bartolomeo al Mare, in Liguria.

hotel diffuso

Per chi visita il nostro paese è l’Italia che accoglie secondo le regole non scritte dell’ospitalità più sacra, che trasforma vecchi borghi abbandonati in alberghi diffusi, che trasforma in nuova fonte di reditto ciò che la storia ha lasciato sul suolo italiano.

Purtroppo so bene che le cose non stanno così, che c’è ancora molta strada da fare, che chi ci governa non ha ancora capito l’enorme potenzialità insita nel mare, nelle montagne, nelle città d’arte, nei borghi che in questi giorni hanno invaso il web grazie alle vostre Cartoline dall’Italia che conta.
Con questi tre semplici scatti ho voluto testimoniare che qualcuno ha già capito la via: non ci resta che seguirla!

Una di queste tre cartoline comparirà nel post cumulativo, in uscita il 10 luglio, insieme ai contributi ricevuti via e-mail e dai blogger per l’iniziativa Tre Cartoline dalla mia Italia. A voi decidere quale, segnalando entro il 7 luglio la vostra preferenza nel box qui sotto.
Grazie a tutti per aver partecipato!

Ti potrebbero interessare anche:
Il senso dei miei viaggi
Cromo-mondo: i colori dei nostri viaggi
I Freschi: un gioiellino nella Riviera di Ponente
A bottega da un ceramista

 

Annunci

25 commenti su “Le “mie” tre cartoline dalla mia Italia

  1. Pingback: Cartoline dall’Italia che conta « Viaggi e Baci

  2. Cristina
    9 luglio 2012

    Avevo tentato di postare dal telefono, ma non mi sembra di esserci riuscita… Elena ed io abbiamo scelto la seconda, perchè quei souvenir ci piacciono un sacco, ma anche per il valore del nostro artigianato troppo spesso dimenticato o lasciato da parte dalle giovani generazioni, riscoprire il “saper fare con le mani” il creare lasciando libera la nostra immaginazione è una delle cose che andrebbe più valorizzata, protetta e difesa 🙂

  3. unamamma...ungirasole
    9 luglio 2012

    complimenti… io voto la prima…
    anche io vorrei partecipare …. ho postato oggi le mie 3 ma non riesco ad inviare un commento, spero di essere + fortunata ora…
    ciao
    http://unamammaungirasole.blogspot.it/2012/07/3-cartoline-dalla-mia-italia.html

    • viaggiebaci
      9 luglio 2012

      è arrivato tutte e tre le volte, tranquilla! E domani è il grande giorno con il risultato finale …

  4. Antonella
    8 luglio 2012

    Ciao, sono passata ad invitarti ad un post di massa; se passi da me e leggi questo articolo capirai il perché

    http://iltemporitrovatodiantonella.blogspot.it/2012/07/timbuctu.html?
    > utm_source=BP_recent

    stanno distruggendo qualche cosa che appartiene al patrimonio dell’umanità, ma nessuno ne parla, se vuoi aiutaci a spargere la voce e a sollevare un “polverone”.
    Oggi leggi l’articolo sul mio blog poi, se ti va invita quante più persone puoi a leggerlo inviando loro questo commento, poi, sempre se ti va, martedì 10/07 passa da me, copia il post che pubblicherò e mettilo sul tuo blog,se lo facciamo tutti insieme e ci aiutate a spargere la voce aumentiamo la portata e possiamo far sapere a tutti quello che sta succedendo , perciò , se potete fate girare questo commento. L’intento è quello di creare un fenomeno di massa che permetta di far trapelare la notizia il più possibile, nel nostro piccolo vogliamo dare un contributo, se ti va aiutaci anche tu. Collabora con me in questa opera di sensibilizzazione Audrey autrice del blog Borderline.
    Antonella

  5. patrizia
    7 luglio 2012

    se sono ancora in tempo … anch’io ti voglio dare il mio contributo e scelgo sicuramente la foto dei freschi perchè prima o poi ci voglio andare!!!
    a presto Patrizia

  6. federica
    6 luglio 2012

    io da amante dei souvenir non posso che scegliere la seconda!

  7. Giulia
    6 luglio 2012

    Molto belle e significative e senza dubbio io scelgo la prima: la tradizione è un ponte che dovrebbe unire la storia passata a quella presente, mantenendo inalterati i valori pur nella mutevolezza dei cambiamenti.

  8. carlafamily
    6 luglio 2012

    sono bellissime e rappresentano benissimo l’Italia.
    Voto: Eccellente!

  9. miprendoemiportovia
    6 luglio 2012

    Io adoro la prima cartolina i cui sorrisi arrivano fin qua!

  10. Alberto Cosma
    5 luglio 2012

    l’agriturismo di San Bartolomeo sembra decisamente bello….voto quello….il recupero dell’esistente è bello, il paesaggio è fatto da mille piccoli edifici e particolari e non solo dai grandi monumenti….

  11. simona
    5 luglio 2012

    Ciao Monica, io sono scontata lo so ma ovviamente scelgo la terza; avevo già ammirato le foto che avevi segnalato di questo bellissimo agriturismo. Ciao Simona

  12. Audrey
    5 luglio 2012

    belle tutte e tre,ma scelgo la prima. 🙂

  13. Tiziana
    5 luglio 2012

    Tutte belle e particolari. Scelgo la terza, perché l’idea di mantenere le tradizioni unite all’attenzione per il riciclo mi piace molto. Poi mi piacciono tanto anche ” le pietre, le nicchie, le scalette e le stanze” di un tempo passato. Ciao

  14. ciccola
    5 luglio 2012

    Le adoro tutte e tre, ma scelgo la seconda. Perchè ho ricordi bellissimi della Liguria, specialmente di San Bartolomeo!

  15. La prima è molto bella ma non mi trasmette “Italia”…la seconda!

  16. Antonella
    5 luglio 2012

    Ciao Monica, sicuramente la prima l’Italia della gente e della famiglia. E poi perchè mi ricorda tanto una fotografia di me bambina seduta sugli scalini di una casa in Basilicata ( per metà sono Lucana ) vestite con il costume locale. Ciao e ancora grazie per la bella iniziativa. A presto.
    Antonella

  17. acasadiclara
    5 luglio 2012

    assolutamente la prima, l’italia della gente!

  18. annalisa
    5 luglio 2012

    La seconda. Adoro San Giminiano…

  19. Palmy
    5 luglio 2012

    Non ho dubbi, la prima!

  20. viaggideirospi
    5 luglio 2012

    Durissimo scegliere, ma per il mio gusto la terza!!! Sarà ch emi riporta a Terzolas…

  21. The Family Company
    5 luglio 2012

    Eccomi, cara. La tua sosia spirituale ;-)! Io scelgo senza dubbio alcuno la prima. L’umanità che ne traspare tocca le corde più profonde del cuore. Un abbraccio

  22. Verdiana
    5 luglio 2012

    Troppo difficile scegliere…forse la seconda, perchè amo l’artigianato e una delle prime cose che cerco quando visito un posto nuovo sono le botteghe artigiane!

  23. Cristina
    5 luglio 2012

    Una scelta difficilissima, cara Monica, sono tutte e tre foto molto belle e cariche di significato con un filo che le unisce, quello dell’amore per la nostra terra, un filo che lega anche me… Aspetterò fino a domani sera, così sceglierò assieme alla mia bimba-fotografa 🙂

  24. Diana
    5 luglio 2012

    Amo la prima cartolina, mi fa sentire le emozioni di essere parte di un popolo davvero originale e capace di reinventarsi sempre. Bravissima! Tanti complimenti! Ti abbraccio!

Mi piacerebbe ricevere una tua cartolina, ma puoi lasciare il tuo commento anche qui:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 5 luglio 2012 da in il senso dei miei viaggi con tag , , .

Vuoi seguirmi anche sui social? Ehm …

Instagram
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: