Viaggi e Baci

di viaggi, di libri e altre passioni

“La Porta” di Magda Szabò

Ci sono libri che ti fanno venir voglia di mollare tutto e andare lì, dove si svolge la trama.
Anche se non è la meta dei tuoi sogni. Anche se ci sono dozzine di altre città che hai in programma di visitare nei prossimi anni. Anche se i personaggi si muovono lontani dai monumenti per cui è universalmente nota. Anche se non hai mai sentito parlar prima dei piatti dell’amicizia e di altre tradizioni popolari che insaporiscono lo scorrere della narrazione.
Anche se …
Decine di anche se da recitare quotidianamente a mo’ di mantra, ogni volta con una scusa diversa, per evitare di fare le valigie e puntare il dito verso est. Ma ormai il dado è tratto e Budapest è lì, nella mia lista dei desideri, a sgomitare con altre mete a lungo sognate per conquistare il podio del prossimo viaggio.

Questo è il miracolo dei libri belli. Di quei libri che non hanno bisogno di scene di sesso sfrenato, improbabili complotti internazionali e crimini condotti con violenza efferata per tenerti incollata alle pagine.
Sono quei libri che parlano di gente qualunque. Gente che non ha nulla di particolare da raccontare. Gente la cui vita scorre e si perde tra i fatti non noti della storia. Eppure è lì che si nasconde la vera umanità. L’umanità con l’iniziale maiuscola. Quella capace di andare su tutte le furie per un apparente nonnulla, di dare tutta sè stessa per alleviare il dolore degli altri, di compiere con la massima dignità anche i mestieri più umili, di inventarsi un mondo parallelo per sfuggire alle piccole grandi atrocità della vita di tutti i giorni. Ma soprattutto di sacrificare una vita intera per realizzare un sogno che ai più sembra ridicolo e senza senso. Come quello di Emerenc, un’umile domestica che vuole radunare per l’ultima volta i suoi cari in una tomba di famiglia degna di un re.

Una figura enigmatica, che tutto dà e nulla pretende in cambio. Una portinaia semianalfabeta, capace di comprendere al volo le verità che sfuggono a una padrona colta e sull’orlo della celebrità. Una donna con un mistero da custodire dietro la porta, costi quel costi. Un concentrato di orgoglio e dignità pronto a morire piuttosto di svergognarsi davanti agli altri.
Questa è Emerenc, la donna che davanti a la porta chiusa mi ha indicato la strada per Budapest.

Consigliato per le fredde giornate invernali, quelle dove fuori nevica e te ne stai lì con una tazza di tisana fumante in una mano, il libro nell’altra, e il plaid sulle ginocchia. Sarà impossibile non sentire la scopa di Emerenc spazzare la neve dal vostro zerbino di casa.

Magda Szabò, La Porta, Einaudi

Ti potrebbero interessare anche:
“Il coraggio del pettirosso” di Maurizio Maggiani
“Il mio nome è Rosso” di Ohran Pamuk
“Il capitano Jens Munk”
“La versione di Barney”

Annunci

8 commenti su ““La Porta” di Magda Szabò

  1. Pingback: I miei libri dei miei viaggi « Viaggi e Baci

  2. Pingback: Il fuggitivo di Olav Hergel « Viaggi e Baci

  3. profpalmy
    3 ottobre 2012

    Come ti dicevo su Segnalibro, ho cominciato da Via Katalin (che in sintesi definirei un libro che materializza nella pagina l’atmosfera del migliore Ozpetek) e ora sto leggendo La porta.

  4. viaggiebaci
    27 settembre 2012

    Viaggi e libri sono le mie due più grandi passioni, quindi non posso abbandonarle del tutto in nome del blog. Anche se non nego che i libri letti quest’anno sono molto inferiori in numero rispetto alla media degli anni precedenti. Ma un paio di paginette a sera non me le toglie nessuno …

  5. polimena
    27 settembre 2012

    Bello, como lo sono anche gli altri libri suoi.

  6. viaggideirospi
    27 settembre 2012

    Ma dove trovi anche tutto questo tempo per leggere??? Io ho parcheggiato sul comodino 2 libri e non so quando li aprirò!!! La sera o bloggo o leggo…

Mi piacerebbe ricevere una tua cartolina, ma puoi lasciare il tuo commento anche qui:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 27 settembre 2012 da in i miei libri, Ungheria con tag , , , .

Vuoi seguirmi anche sui social? Ehm …

Instagram
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: