Viaggi e Baci

di viaggi, di libri e altre passioni

A Parigi con il Libro che ha ispirato il viaggio del piccolo-grande artista

Che bello! Non solo Il Senso dei Miei Viaggi è diventato un appuntamento imperdibile per molti blogger e viaggiatori, ma ultimemente si sono aggiunte anche un paio di amiche della rete che mensilmente ci mandano il loro contributo e a cui dedico più che volentieri uno spazio su Viaggi e Baci. A maggior ragione se dietro a chi scrive c’è il viaggio di un bambino e un libro che l’ha accompagnato alla scoperta di Parigi, come in quello che ci sta per raccontare Maggie May:

Ingredienti:
– 3 amici inseparabili
– 1 città favolosa
– 2 mamme
– 1 libro
– 1 casa a 5 stelle
– tanta voglia di esplorare!!!

Ricetta per un viaggio perfetto:
Impastare gli ingredienti fino ad ottenere un biglietto per Parigi e stenderli in un’avventura che inizia in un pomeriggio di Giugno. Spolverare con la polvere magica dell’arte e servire per un’occasione speciale. 

Quando abbiamo comprato il libro “7+7+7 Tre storie lunghe una settimana“, avevamo già il desiderio di andare a Parigi. Il piccolo-grande artista aveva un sogno: vedere la Tour Eiffel. Con il tempo, questo sogno non ha fatto altro che diventare sempre più reale.
Leggendo il libro, scopriamo che la protagonista, Lucia, è una bambina che scrive le sue avventure sul diario che ha ricevuto in regalo dalla zia. Ognuna delle 3 settimane ci ha divertiti e appassionati. Lucia racconta la vacanza in moto con il papà decisamente disorganizzato, il primo viaggio da sola per volare a Parigi dalla zia e dai cugini, e infine la “collezione di parole”, geniale suggerimento della zia per imparare qualche parola di francese. 

La parte del libro che ci accompagna nella nostra avventura, è ovviamente la settimana a Parigi.
Lucia sale sulla Tour Eiffel e scrive al suo diario:

“Sono sulla testa della Dame en fer, mi giro intorno e vedo la grande città che si stende ai suoi piedi come un tappeto ricamato. Da qui ti rendi conto di quanto è grande e puoi decidere che cosa visitare. Ogni turista dovrebbe cominciare da qui”.

Anche noi rimaniamo affascinati dalla vista incredibile che si gode da quassù.

Tour Eiffel

il piccolo-grande artista corona il suo sogno: è sulla Tour Eiffel!

A Parigi non può mancare la visita al Louvre. Lucia avrà la fortuna di avere una guida speciale, nientepopodimenoché l’assistente del Direttore del museo, ma volete paragonarla alla nostra? Una “luce” che ci guida tra le sale del Louvre non ha ancora iniziato la I elementare e legge come una giornalista televisiva – nello stupore generale!
Lucia si rammarica di non passare sotto la piramide di vetro, e possiamo capirla. Queste sono le mani dei 3 amici inseparabili, esattamente sotto la piramide di vetro. 

Piramide del Louvre

un’amicizia sugellata sulla piramide del Louvre è destinata a durare in eterno

 Ed ecco che Lucia sbuca davanti al quadro “La libertà che guida il popolo” di Delacroix, del quale scrive:

“Non so chi sia, ma a orecchio mi sembra francese, anche lui. Zia Alba arriva in mio soccorso: “Questo è il famoso quadro in cui la Libertà conduce la Francia alla vittoria. I francesi conquistano la libertà con la Rivoluzione. Lo studierai a scuola, e spero che ti ricorderai di questo dipinto.”

La Libertà che guida il popolo

A scuola nei musei: il modo migliore per imparare ad amare l’arte

 Chissà se anche i nostri amici inseparabili se lo ricorderanno… Di sicuro, questa magica avventura a Parigi, in una casa a 5 stelle, con il pane croccante e i croissant al burro a colazione, resterà nella loro memoria per sempre. Durante questo viaggio, si sono ‘ubriacati’ di cultura, pur non smettendo mai di giocare, divertirsi e ridere a più non posso!

I 3 amici inseparabili sono già pronti per una nuova avventura! E anche le mamme! Alla prossima!

E noi saremo qui, tutti pronti, ad ascoltarla e riviverla attraverso i vostri splendidi ricordi …

Potrebbero interessarti anche:
I libri dei miei viaggi
Le pietre di Maggie May e del piccolo-grande artista
Il meglio di Disneyland Paris
Ad Arles per un’originale lezione di storia romana

 

Annunci

5 commenti su “A Parigi con il Libro che ha ispirato il viaggio del piccolo-grande artista

  1. Pingback: La Libreria dei Viaggiatori « Viaggi e Baci

  2. Delin
    5 dicembre 2012

    Il tuo racconto, unitamente alle immagini, trasmette tanta tanta positività ed in questi momenti un po’ bui, rappresenta un vero raggio di luce. Grazie

    • Maggie
      6 dicembre 2012

      Grazie per aver condiviso questo momento. E’ stata una vacanza speciale per noi. Speriamo di aver presto occasione di ripetere l’esperienza!

  3. Maggie
    5 dicembre 2012

    Grazie Monica, sono commossa!!!

Mi piacerebbe ricevere una tua cartolina, ma puoi lasciare il tuo commento anche qui:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 4 dicembre 2012 da in Francia, tra città e capitali con tag , , , , .

Vuoi seguirmi anche sui social? Ehm …

Instagram
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: