Viaggi e Baci

di viaggi, di libri e altre passioni

Londra: idee per una visita a misura di bambini

Curiosi di sapere cosa fareste a Londra e cosa andreste a visitare se aveste la fortuna di essere ospiti di un’amica italiana che ci vive da 5 anni?
Lo ero tanto anch’io ed è per questo che, dopo le dritte di ieri, ho chiesto a Mammadesign di raccontarci i luoghi preferiti di Micro, la principessina anglo-toscana capace di fermarsi estasiata anche davanti alla fontana Giardino delle Rose ad Hyde Park:

Hyde Park

Quali sono le 5 attrazioni che un bambino dovrebbe assolutamente vedere durante la sua prima visita a Londra?
Onestamente ci sono talmente tante cose che selezionarne solo cinque è un po’ difficile…
Dunque, nell’aprile di quest’anno ha riaperto il Cutty Sark, la nave mercantile inglese piu’ grande (clipper) sopravvissuta al tempo (fu inaugurata nel 1869), che solcava gli oceani lungo la rotta delle Indie portando il te’ dalla Cina alla capitale inglese, restaurata a seguito di un incendio che l’aveva danneggiata nel 2007 ed inglobata in una struttura museale contemporanea. Assolutamente da far vedere ai bambini, anche perche’ ha diverse attivita’ ludiche ed interattive al suo interno.
Sempre a Greenwhich, se c’e’ tempo, si puo’ fare una visita anche al National Maritime Museum. Da non perdere, poi, il London eye e l’area giochi sottostante (a Natale c’è anche la pista di ghiaccio), comprensiva di una passeggiata sul lungo Tamigi, stracolmo di musicanti e personaggi bizzarri, in direzione Southbank Centre. Proprio li’ sotto, in dicembre, si svolge uno dei mercatini natalizi piu’ affollati della citta’.
Divertente, se avete tempo, prendere una barca da qui verso la Torre di Londra e il Tower Bridge, invece che la classica metropolitana.
Un giro a Hyde Park e’ fondamentale in ogni stagione, mentre sotto Natale, nel cuore del piu’ famoso parco londinese, c’e’ il Winter Wonderland, il mercatino natalizio piu’ grande e divertente della capitale.
Tra i musei vicini, il Natural History Museum ed il Science Museum, che offrono in tutte le stagioni dell’anno spettacoli, giochi, ed attivita’ didattiche. Il Museum of Childhood, sezione del V&A, invece, si trova in una zona un po’ periferica, ma vale comunque la pena una visita, se avete una giornata libera da passarci.
Indimenticabile per tutti, inoltre, Covent Garden, con i suoi musici ed artisti di strada che, nella piazza, divertono grandi e piccini.
Anche il cambio della guardia a Buckingham Palace puo’ essere interessante per un bimbo, ed e’ un classico dell prima visita a Londra.
Credo di aver “sforato” ampiamente. ^_^

Mamma mia, Dalia! Se dico della nave a Samir, dopo la recentissima lettura delle avventure di Magellano, inizierà a tirarmi giù la pelle e entro Pasqua ci ritroveremo davvero a prendere un tè insieme come delle vere ladies inglesi …
Così magari ti racconto pure cosa è successo a me, 20 anni fa, a Covent Garden!

Cutty Sark

E quali luoghi sconosciuti ai turisti consiglieresti per chi torna nella capitale inglese con la famiglia una seconda volta?
Trovare luoghi sconosciuti ai turisti, a Londra, non e’ cosi’ facile…. ;D
Consiglio sicuramente un giro per il London borough di Richmond, dal sapore antico e molto british, con il vicino Richmond Park. Da quella parte anche Kew Gardens, il giardino botanico piu’ grande di Londra, fantastico in tutte le stagioni.
Noi siamo inoltre affezionati al parco di Hampstead Heath, essendo non lontano da casa nostra. Non e’ molto turistico perche’ un po’ periferico rispetto alle attrazioni classiche, ed in piu’ i collegamenti sotterranei sono un po’ scarsi, ma una passeggiata nel parco ed un pranzo al caffe’ della Kenwood House sono molto piu’ rilassanti che non una passeggiata in centro citta’! Senza contare il fatto che, dalla sua collina, si gode uno splendido panorama di tutta la zona della city. Da vedere.
Se avete gia’ visitato i mercatini di Camden Town, Covent Garden, e Notting Hill potete passare allo Spitalfield market,  che rimane ancora originale, o comunque tra quelli che non hanno visto il rinnovo selvaggio dovuto alla massa di turisti.
Per gli amanti dell’arte, la Saatchi Gallery e la Tate Modern, che non e’ propriamente fuori dalle rotte turistiche, anzi, e’ uno dei poli turistici maggiori ma meno conosciuti, dal cui caffe’ – situtato all’ultimo piano – si gode una spendida vista su St.Paul. Dalla Tate Modern, attraversando a piedi il Millennium Bridge, si arriva alla cattedrale.
Inoltre, inaugurata durante le Olimpiadi c’e’ anche la nuova funivia sul Tamigi, lunga piu’ di un chilometro, che collega la penisola di Greenwich con i Royal Docks e che garantisce una vista mozzafiato su quella parte di citta’. Noi non siamo ancora andati, perche’ durante le Olimpiadi non era proprio il momento ideale, quindi non so dire se ne vale davvero la pena; certamente e’ tra le novita’ dell’anno. Lo faremo sicuramente, prima o poi!
Tra le mie chiese preferite, St. Martin-in-the-Fields, proprio accanto a Trafalgar Square nella cui cripta c’e’ un caffe’ che offre anche musica dal vivo e dove potete cenare a lume di candela, mentre nella sala centrale della chiesa fanno bellissimi concerti (a pagamento) di musica classica, da godersi in un ambiente particolarmente suggestivo.
Tra i quartieri da girare un po’, inoltre, consiglio Islington, e le vicinanze di Upper Street (ma sono di parte, perche’ vivo qui!), la collina di Highbury, che nel secolo diciannovesimo era fuori dalla citta’ di Londra, e dove sono ambientati alcuni romanzi di Jane Austen, ed ovviamente Soho, con pittoreschi angoli stravaganti e per  uno shopping alternativo.

Wow! I Kew Gardens …
Sono stati la prima uscita nei week-end durante la primissima vacanza studio in Inghilterra. Sono talmente belli che li ricordo ancora benissimo, nonostante all’epoca avessi solo 13 anni.  Soprattutto la pagoda e le serre …
Grazie davvero per questo tuffo tra i ricordi più belli del passato!

Hampsted

Immagino che avrete avuto modo di partecipare a qualche attività didattica organizzata dai musei londinesi. Ci racconti come è andata?
Siamo spesso al Barbican (perche’ viviamo vicini), che offre periodicamente dei family days con attivita’ varie per bambini. Ma tutti i musei, i teatri ed i centri culturali offrono dei family days e degli spettacoli didattici particolarmente divertenti. Basta andare sui loro siti per trovare qualcosa di appetibile sempre, in ogni stagione. Particolarmente bella e’ stata la giornata ”a bottega aperta” del Little Angel Theatre, con attivita’ ludiche legate al mondo dei burattini ed una visita al laboratorio collegato al teatro.

Direi che è pure un ottimo modo per avvicinare i bambini al teatro in un paese di cui non conoscono la lingua. Splendida idea, dunque!

Little Angel Theater

Quale angolo di città e iniziativa consigli a chi sta programmando le sue vacanze a Londra per il prossimo Natale?
In genere tutto il centro e’ addobbato a festa:
– Covent Garden e le strade adiacenti, con le sue decorazioni artistiche e l’enorme albero di Natale
– Winter Wonderland, nel cuore di Hyde Park, il mercatino natalizio piu’ grande e famoso della citta’, completo di giostre per i bambini, giochi e divertimenti di ogni genere
– Carnaby Street, a Soho, addobbata a festa (ma tutte le strade del centro sono da vedere, da Oxford Street a  Bond Street, a Molton Street, a Regents Street)
– Il London Eye con la sua pista di ghiaccio, ed il lungo Tamigi verso il mercatino natalizio del Southbank Centre
– L’albero di Natale di Trafalgar Square, un classico ormai, in scena dal 1947

Carnaby Street

Parliamo di libri per bambini e giocattoli: qualche indirizzo per uno shopping alternativo?
Per i libri direi che la catena Waterstone offre ampie sezioni da visitare e da “vivere”: gli spazi sono spesso attrezzati con tavolini e sedie a misura di bimbo, ed e’ consentito sedersi a guardare o leggere i libri esposti, prima di acquistarli. Tra le librerie specializzate, poi ci sono la Victoria Park Books, visitata regolarmente dagli autori dei libri per bambini, il Big Green Bookshop, che ha un’ampia sezione dedicata, il Golden Treasury, il Children’s Bookshop, anche questi con un discreto programma di eventi e visite degli autori.
Per i giocattoli, invece, oltre ai tradizionali Hamleys, Harrods, Selfridges o John Lewis, e a tutti i grossi brands che hanno negozi da favola – molti concentrati attorno a Covent Garden-. come la Disney o la Lego, ci sono Mystical Fairies, un negozio a Hampstead immerso in un’atmosfera da fiaba e tutto in pink dove e’ possibile organizzare anche feste di compleanno, il Benjamin’s Pollock Toyshop, storico negozio di giocattoli, il Semmalina, il Little Heroes, il Honeyjam.
Tra i negozi vintage invece (oltre al suddetto Pollock’s) e’ interessante l’After Noah, proprio in Upper Street.
La cosa piu’ alternativa che conosco sono i diversi charity shops sparsi per la citta’, dove e’ possibile acquistare a prezzi molto convenienti giocattoli di ogni genere.

Cavoli! questi link sono un paradiso per i bimbi di ogni età e le porte dell’inferno per i portafogli dei loro genitori …
Però me la sono cercata e quindi corro a vedermeli con calma. E di nascosto da Samir!

Giocattoli
Dalia, ti ringrazio infinitamente per tutti questi preziosi consigli, che sono certa saranno utili a molti e che ti garantisco di provare personalmente il giorno in cui tornerò nella terra di Sua Maestà. Insieme a te e a Micro, of course!

Potrebbero interessarti anche:
Vivere a Londra con i bambini: l’esperienza di Mammadesign
I segreti di Londra … illustrati ai bambini
Week-end a Londra con un Bimbo di due anni
Tata Lucia e le buone maniere in vacanza

12 commenti su “Londra: idee per una visita a misura di bambini

  1. Pingback: Musica, maestro! Oggi è di scena la Haus der Musik | Viaggi e Baci

  2. Pingback: A spasso con la gente del luogo | Viaggi e Baci

  3. paolo
    13 maggio 2013

    Ottimo, articolo davvero interessante, era proprio quello che cercavo! Grazie per lo spunto!

    • viaggiebaci
      14 maggio 2013

      mi fa davvero piacere! Divertitevi e se vi va postateci una foto dalla splendida Londra sulla pagina facebook del blog

  4. sississima
    24 dicembre 2012

    non sono mai stata a Londra, ma sarà sicuramente una delle mie prossime mete, approfitto per farti tanti auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo, un abbraccio SILVIA

  5. profpalmy
    19 dicembre 2012

    post da conservare assolutamente!

    • viaggiebaci
      19 dicembre 2012

      Lo sapevo che sarebbe stato utile a più di qualcuno! però mandaci una foto da ogni luogo che visiterai tra quelli citati, ok Tiziana??? 🙂

  6. Patrizia
    19 dicembre 2012

    Scusate… ma mi volete dire anche dove devo cercare casa? Mi voglio trasferire lì subito!!!!

  7. Cristina
    19 dicembre 2012

    E io questo me lo stampo e ci tappezzo casa così forse “qualcuno” intende 😉 Bellissimo post. Grazie Monica e Dalia avete rinverdito ancora di più la mia “voglia di Londra”…

    • viaggiebaci
      19 dicembre 2012

      Facci sapere se saremo riuscite a convincere chi di dovere, così stappiamo una bella bottiglia tutte assieme!

Mi piacerebbe ricevere una tua cartolina, ma puoi lasciare il tuo commento anche qui:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Vuoi seguirmi anche sui social? Ehm …

Instagram
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: