Viaggi e Baci

di viaggi, di libri e altre passioni

5 cose da portare in tenda con i bambini

Click! Ho appena riagganciato con Giulia, un’amica che da qualche anno va in vacanze al Camping dei Fiori al Cavallino, vicino a Jesolo, e quest’anno ha deciso di compiere il grande salto: dal bungalow alla tenda!
Il posto le piace e mi dice che è un vero paradiso per bambini. I suoi, di 4 e 7 anni, lo scorso anno l’hanno letteralmente torturata con la richiesta di dormire in tenda come Peppa Pig e quest’anno ha deciso di accontentarli. Complice un’amica che le presta tenda, materassini, tavolino e fornelletto. E io che, con il post Vacanze in tenda: 10 motivi per farle con i propri figli, l’ho definitivamente convinta che la tenda è un’esperienza educativa per la quale vale la pena sottrarsi a qualche comodità

la nostra tenda nel campeggio Son Bou a Minorca

Ma ora, che la prenotazione è stata fatta e lei è lì che sogna l’idromassaggio in piscina mentre i bimbi hanno iniziato il conto alla rovescia per riabbracciare le animatrici mini-club, sorge spontanea una domanda: oltre a tenda e picchetti, che cosa serve davvero per una vacanza in tenda con i bambini?
Ecco spiegata la telefonata e l’ispirazione per questo post. D’altronde, sono certa che la lista di cose che suggerirò potrebbe tornare utile anche ad altri genitori …

Premessa fondamentale: in tenda c’è poco spazio e la mancanza di armadi è un aiuto non indifferente a ridurre tutto all’essenziale. In fin dei conti, chi sceglie questo tipo di vacanza mira ad un ritorno alla natura e a 15 giorni di assoluta libertà. Quindi costumini, cappello, sandaletti e pareo/pantaloncini, uniti a un paio di t-shirt, pigiama, tuta e scarpe da ginnastica, felpa e un cambio buono è tutto ciò che serve mettere in valigia e che poi si può lavare nelle lava-asciuga a gettoni, presenti in molti campeggi.
Idem dicasi per i giochi. Ne bastano davvero pochi: le occasioni di socializzazione tra coetanei non mancheranno e il campeggio può rivelarsi un’ottima opportunità per educare i nostri figli allo scambio e al prestito reciproco.

bagagli in macchina

Sbirciando nel sito del campeggio Dei Fiori (si si! non ce l’ho fatta a resistere …) ho visto che ci sono pure i frigo-box, cioè delle piccole celle frigorifere che si possono noleggiare per conservare gli alimenti. Quindi mi sento di lanciare pubblicamente una sfida a Giulia: perchè non rinunciare anche alla corrente elettrica e far vivere ai tuoi figli una vera esperienza da boy-scout?
Noi lo scorso anno l’abbiamo fatto, collegandoci alla rete elettrica solo ogni 3 giorni per ricaricare telefoni e macchina fotografica, ed è andata alla grande …

Ecco che in questo caso alla lista delle 5 cose da portare in tenda con i bambini se ne aggiunge un’altra. E diventano 6:

1. copritavolette monouso per WC: è proprio il bagno-in-comune quello che spaventa molti genitori e questo è il rimedio ideale per garantire il massimo dell’igiene ai nostri bimbi. Ai piccolini in fase tolgo-il-pannolino e ai bambini abituati ad andare in bagno anche di notte, può risultare comodo anche il vasino da viaggio, con coperchio: eviterà frenetiche corse e scomode uscite notturne.

2. telo plastificato da mettere sotto alla tenda e da far leggermente fuoriuscire davanti all’ingresso: non solo isola le “camere” dall’umidità del terreno, ma garantisce un luogo asciutto e pulito in cui cambiarsi all’interno della tenda e uno spazio comodo in cui mettersi/togliersi i sandali all’esterno. Per tenerlo pulito esistono scopine formato Sette Nani, che faranno impazzire anche i maschietti .

dormire in tenda

3. accappatoi ed asciugamani in microfibra per tutta la famiglia: occupano meno spazio di quelli in spugna e si asciugano velocemente. Un vero toccasana per avere sempre qualcosa di asciutto a portata di mano e potersi fare la doccia anche al calar della sera.

4. lenzuola: non è detto che i vostri bimbi ameranno dormire nel sacco a pelo, quindi per evitare sorprese inattese consiglio di infilare in valigia anche un paio di lenzuola. La parte sotto, rigorosamente con gli angoli, renderà più piacevole dormire sul materassino anche durante la pennichella pomeridiana, mentre la parte sopra può essere sufficiente nelle notti più calde. In questo modo, se dovete ancora acquitare il sacco a pelo, potete limitarvi ad acquistarne uno per ogni 2 persone: facendo attenzione che sia di quelli apribili completamente e trasformabile in grande coperta, of course!

5. amaca: è stato l’acquisto più azzeccato della nostra prima vacanza in tenda! Per Samir, un surrogato di altalena sempre a portata di mano; per noi, un’alternativa confortevole alle sedie da campeggio nei momenti di relax. Per tutti un luogo inedito dove farsi le coccole, leggere un libro, inseguire i propri pensieri …

cena campeggio

6. candele! Ok, è vero che non sono proprio proprio indispensabili e che possono essere sostituite (o abbinate) dalla torcia elettrica o a pile. Ma volete mettere l’emozione di cenare a lume di candela tra gli aromi della pineta e di ritrovarsi poi tutti insieme, stretti stretti attorno al tavolo, per fare un gioco in comune?!?

Questo quanto mi viene in mente così su due piedi. Ma se avete altri suggerimenti, aggiungeteli qui sotto nei commenti. Io e Giulia ve ne saremo eternamente grate …

Potrebbero interessarti anche:
Vacanze in tenda: 10 motivi per farle con i propri figli
Viaggiare è camminare: anche con i bambini
E se l’hotel non è family-friendly?
A.A.A.: consigli cercasi per vacanze in tenda con bambini

Annunci

18 commenti su “5 cose da portare in tenda con i bambini

  1. Monia
    28 aprile 2016

    Quest’anno anche noi andiamo per la prima volta in campeggio con la nostra bimba di 5 anni, io e mio marito abbiamo sempre fatto campeggio da fidanzati, con la nostra piccola tendina, ora il salto di qualità..tenda grande (5posti) e ci si sta in piedi, per me un lusso!!! Apparte esserci attrezzati un po’ meglio x quando unta riguarda tavolo sedie e mobiletto per fornello, quello che ci premeva di più era far star comoda la piccola x dormire, quindi adesso St Iano vedendo di acquistare una culla gonfiabile da campeggio e poter sfruttare anche i prossimi anni!!

  2. Pingback: Irlanda in Bed and Breakfast | Viaggi e Baci

  3. Pingback: Spiagge di Loto e di Saleccia: in paradiso è nel Desert des Agriates | Viaggi e Baci

  4. Lisa
    2 maggio 2014

    Ciao, mi chiamo Lisa e faccio campeggio da 24 anni, roulotte, tenda, roulotte, ora vorrei tornare alla tenda e far conoscere alla ma bimba di 16 mesi la meraviglia e la libertà del campeggio. Il mio unico dubbio è: come faccio a godermi la vacanza senza vivere ogni istante con il terrore che scappi e si allontani dalla piazzola. Certo che sarebbe sotto la nostra costante osservazione, e nemmeno pretendo di avere il relax dei tempi da fidanzata, ma lei corre, corre e corre ovunque. Per le vacanze avrà 19 mesi.
    Grazie.
    Lisa e Nina

    • viaggiebaci
      5 maggio 2014

      Bella domanda Lisa!
      Proprio ieri parlavo di questo con un’amica che ha una figlia di quasi 2 anni e le dicevo che è la fase più “stancante” per andare al mare con i bambini perchè bisogna stargli sempre con gli occhi incollati addosso in quanto non hanno il senso del pericolo.
      A 19 mesi i bambini capiscono molte cose, ma poi dipende da quanto sono abituati ad ascoltare e mettere in pratica ciò che gli viene detto. Mi viene quindi in mente solo un trucchetto sentito da tata Lucia, ma non sperimentato. Lei lo riferiva alla vita da spiaggia, ma penso si possa provare anche in campeggio.
      Suggeiva di mettere dei fiocchetti colorati nei dintorni dell’ombrellone (nel tuo caso tanda, magari legandoli agli alberi che delimitano la piazzola) e far capire ai bimbi che quello è il limite massimo oltre cui possono muoversi …
      Fammi poi sapere se funziona!

      PS: considera comnunque che di solito in campeggio ci sono meno rischi legati al traffico e di solito gli adulti si prendono cura dei bimbi che vedono aggirararsi smarriti intorno alle loro tende

  5. Veruska
    29 gennaio 2014

    Grazie mille di tutto ciò che ho letto! ai primi di Gennaio venduta una roulotte stanziale di tre anni con due bambini di 4 e 7 anni mi sono detta: ritornare alle
    vacanze in appartamento, hotel? noooo e la libertà che si prova in campeggio? beh ho trovato questo sito…..mi si è aperto un mondo…..ho già acquistato una tenda usata…ho revisionato la mia lista equipaggiamento con i vs.consigli mi manca un dettaglio e vi chiedo aiuto per risparmiare soldini…con fornelletto e bombola è il caso che acquisti quei mobiletti smontabili dove appoggiarsi e che facciano da minimo di dispensa? Ciao

    • viaggiebaci
      29 gennaio 2014

      Noi il primo anno siamo partiti senza e abbiamo avuto la fortuna di trovare sempre un bel muretto o ripiano nella piazzola su cui appoggiargi, ma poi l’anno dopo ne abbiamo comperato uno e non ce ne siamo per nulla pentiti. Però noi abbiamo il fornellino senza bombola sotto, ma laterale …
      Comunuqe ora se ne trovano anche di economici
      Buon divertimento

  6. Pingback: Come sopravvivere a lunghi viaggi in macchina con i bambini | Viaggi e Baci

  7. Pingback: Viaggi low-cost: come e quando prenotare l’albergo e il volo su internet | Viaggi e Baci

  8. Pingback: Campeggi in Corsica: buono a sapersi | Viaggi e Baci

  9. Pingback: 5 cose da portare in tenda con i bimbi | Tips 4 Italian Trips

  10. Milly Bimbieviaggi
    13 maggio 2013

    cara monica, io sarò esagerata, ma il gonfia-sgonfia materassino a pile lo trovo eccezionale, soprattutto per la parte “sgonfia” e in caso di viaggi itineranti! senza quello ci trovavamo tutto il baule pieno per colpa dei materassini che non riuscivamo mai a sgonfiare del tutto! 😉

    • viaggiebaci
      14 maggio 2013

      oh! sicuramente … ma quello va benissimo anche se si viaggia senza bimbi!

  11. viaggideirospi
    10 maggio 2013

    E noi siamo prossimi a partire!!! hihihi non vedo l’ora!!

  12. robby
    10 maggio 2013

    ciao
    non saprei darti consigli, io proprio di queste cose non me ne intendo.

  13. michelabocedi
    9 maggio 2013

    Monica sai come la penso del campeggio….ho già prenotato la nave per la Corsica dal 10/08 al 06/09 quindi tanti giorni di campeggio….se ti posso dare un consiglio, fate scorta di corde e mollette da attaccate agli alberi per stendere i costumi e i panni …..le mollette in tenda si usano in mille modi, dal chiudere i pacchetti alimentari al tenere un lembo della tenda ……anche una bacinella serve sempre per mille usi…

    • viaggiebaci
      12 maggio 2013

      grazie del consiglio, Michela. Le mollette sono fondamentali, anche se si viaggia senza bimbi 😉
      Ma lo sai che quest’anno stiamo pensando alla Corsica pure noi???

Mi piacerebbe ricevere una tua cartolina, ma puoi lasciare il tuo commento anche qui:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 9 maggio 2013 da in campeggio, viaggiare con i bambini con tag , .

Vuoi seguirmi anche sui social? Ehm …

Instagram
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: