Viaggi e Baci

di viaggi, di libri e altre passioni

Grecia: in vacanza sull’isola di Venere

Arriviamo a Kithyra via mare, con l’unica nave che la collega alle coste del Peloponneso. Il porto è minuscolo e lo sguardo si ferma a contare quella manciata di case che contemplano timide un’acqua così turchese da volercisi tuffare. La scegliamo come meta per le vacanze al mare del 2007 su suggerimento di una coppia d’amici che l’hanno visitata a maggio e hanno già in mano i biglietti per tornarci a settembre.

Kythira

Samir al suo primo viaggio in Grecia ha 15 mesi

Il nome mi è nuovo e quando lo dico ad amici e parenti tutti mi chiedono dov’è. Quale migliore garanzia per chi, come noi, è sempre alla disperata ricerca di spiagge deserte anche ad agosto?

kythira beaches

una spiaggia a Kythira, deserta anche ad agosto

Più ci penso e più quel nome non mi è nuovo. Mi basta trovarlo scritto nella versione italiana – Citera, o Cerigo – ed ecco che il ricordo di Venere Citerea affiora dai nebbiosi ricordi scolastici in tutta la sua bellezza. Un po’ come la Venere di Botticcelli emerge dalle acque tranquille di questo angolo remoto di Mediterraneo.
La cerco sulla cartina della Grecia ed eccola che mi spunta lì, sola soletta, tra l’azzuro che separa il terzo dito del Peloponneso da Creta. Lontana dalle isole Ionie, a cui è legata per vicissitudini storiche, e dalle gettonatissime Cicladi, cui tanto somiglia la sua bianchissima Chora.

Kythira Chora

La Chora, con le sue case bianche, ricorda tanto le gettonatissime Cicladi

Arrivarci non è facile: due voli al giorno da Atene e un traghetto da Neapoli. Non ci sono grossi alberghi a deturpare le coste e i tremila abitanti passano l’inverno ad aspettare il rientro estivo dei parenti da Atene e dall’Australia. L’emigrazione degli anni cinquanta è stata così intensa che Kythira è nota in Grecia come “l’isola dei canguri” e i greci chiamano l’Australia “la grande Kythira”.

kythira

piccoli dettagli dall’atmosfera tipicamente greca

Ci attende, dunque, un turismo fatto per lo più di greci e di discendenti di quegli emigrati che hanno lasciato la culla di Afrodite in cerca di maggiori fortune verso est. Con i loro ritmi rilassati, i pranzi a metà pomeriggio, le cene a notte inoltrata e … l’andata in spiaggia non prima di mezzogiorno!

Kythira

scene di vita a Kythira con un bimbo di 15 mesi

Ovvero quando noi iniziamo a prepararci per andare a pranzo e per la siesta obbligata che un bambino di un anno ci impone. Quando torniamo, a metà pomeriggio, sono loro che stanno risalendo. Verso quelle tavole imbandite e piene di allegria che tanto ricordano Il mio grosso grasso matrimonio greco.

chora

Kythira: a passeggio per la Chora

Ecco spiegato il motivo per cui gran parte delle nostre foto, e dei nostri ricordi, sono di spiagge deserte e tutte per noi. Anche a Ferragosto. Anche a Kaladi, la spiaggia più famosa dell’isola …

Kaladi

Kaladi, la spiaggia più celebre, è deserta fin verso le 11

Certo, alle usanze dei greci si unisce il fatto che molte spiagge sono raggiungibili solo dopo lunghi tratti di strade sterrate. Su e giù, giù e su per stradine che si attorcigliano tra valli e altopiani. Poi, improvvisamente, dopo l’ennesima curva, lo sguardo si perde tra l’azzurro del cielo e il blu del mare.

Kythira

Kythira, altra spiaggetta deserta vista dal forte veneziano

La spiaggia è lì, alcune decine di metri sotto ai nostri piedi. Talvolta lunga e rossa, altre volte una caletta di sabbia fine. Grossi ciottoli levigati dall’acqua, sassolini variopinti come le pennellate dei quadri impressionisti, pietre rosse accarezzate da onde turchesi e distese di sabbia con frammenti di conchiglie. Quel che colpisce di più, di quest’isola, è l’estrema varietà delle sue spiagge.

kythira

Kithyra ha una spiaggia diversa dall’altra, per tipo di sabbia e colore dell’acqua

Mai una uguale all’altra lungo quei 50 km di litorale bagnato dal mare che diede i natali ad Afrodite, la dea greca dell’amore e della bellezza. Venere, per i latini.

kythira Avlemonas

una baia nei pressi di Avlemonas

Kythira è stata anche un’importante avamposto dell’impero bizantino e, incastonate tra le sue valli, sopravvivono gemme dell’antico splendore.

Kythira

piccole gemme dell’impero bizantino gelosamente custodite tra le vallate di Kythira

Alla caduta della Serenissima per mano di Napoleone, l’isola era il possedimento veneziano più meridionale della Repubblica e tracce di questa dominazione sopravvivono nell’imponente castello che domina la Chora.

Capsali

Capsali: la località turistica più sviluppata dell’isola

Da qui la vista spazia fino alla baia di Capsali, la località balneare più alla moda, e si perde nel blu del mare, fino a posarsi sullo scoglio da cui la leggenda vuole che sia emersa Afrodite.

kithyra

lo scoglio di Venere visto dalla fortezza veneziana

E poi c’è lui, il miele, che la tradizione afferma essere stato inventato proprio qui. Oggi impreziosisce lo yogurt greco alla fine di ogni pasto e si unisce in simpatiche combinazioni culiarie.

crepe con yogurt greco e miele

crepe con frutta fresca, yogurt greco e miele di Kythira

Quasi a voler lasciare in eredità al palato la dolcezza infinita della più bella tra le isole greche.

kythira

gli incredibili colori dell’isola di Venere

Potrebbero interessarti anche:
Elafonissos, quanto è bello il mare della Grecia
Turchia: in vacanza nel regno della Chimera
Croazia: c’era una volta l’Adriatico
Minorca: spiagge deserte ad agosto

Annunci

30 commenti su “Grecia: in vacanza sull’isola di Venere

  1. Serena
    30 agosto 2015

    Ciao complimenti per il blog… Mi stai dando tante idee anche per lo scambio casa!
    Non conoscevo queste due isole e mi sembrano ideali anche per le mie bambine che ora hanno 3 e 5 anni… Se facessi 1 settimana a citera da li riuscirei a spostarmi facilmente a elafonissos? E da li per tornare a Atene quanto ci vuole all’incirca?grazie se riesci a rispondere! Serena

    • viaggiebaci
      1 settembre 2015

      Sono due isole bellissime e Elafonissos, con le sue immense spiagge di sabbia, è un paradiso per i bambini. Kythira è molto più varia e alcune spiagge (stupende!) sono raggiungibili con sterrato o con medie passeggiate, ma ne vale la pena.
      Noi le abbiamo fatte una dietro l’altra, approfittando del fatto che il traghetto da Elafonissos alla terra ferma c’è ogni mezz’ora (se ricordo bene) e qualche km più a sud c’è l’imbarco per Kythira (A Neapolis, se ricordo bene). Attenzione che ques’ultimo traghetto parte solo 1 o 2 volte al giorno e in alta stagione va prenotato con anticipo.
      Buon divertimento allora!

      • serena
        29 settembre 2015

        grazie mille!!! sono sicura che sarà una vacanza splendida!!
        grazie dell’idea…. ho prenotato a kythira per una settimana e poi prenderò la macchina da atene…. il volo da atene a kythira costa veramente troppo!e al ritorno farò Elafonissos e Monemvasia… mi sto muovendo in anticipo ma mi piace pensare alle prossime vacanze!! tanti saluti

        • viaggiebaci
          5 ottobre 2015

          Mi sa che siamo in due a cui piace pensare alle prossime vacanze 😀
          Buona programmazione, allora !

  2. Pingback: La vita è in diretta al mercato di Denpasar | Viaggi e Baci

  3. Claudia
    24 settembre 2014

    Che splendide immagini! La Grecia deve essere davvero magnifica! E’ uno dei luoghi che vorrei visitare… quest’estate ho già realizzato un sogno andando a visitare la Sardegna (che mi è rimasta nel cuore) ma la Grecia mi affascina e mi ispira!
    Complimenti per il blog!

    • viaggiebaci
      24 settembre 2014

      Ciao Claudia,
      spero che in Sardegna tu ti sia portata “Accabadora” della Murgia! Se non l’hai fatto ti suggerisco di leggerlo subito: è bellissimo!!!! Ora che ci penso, ne avevo parlato pure qui: https://viaggiebaci.wordpress.com/2012/03/12/accabadora/
      E della Grecia che dire?!?! Oltre al mare è una fonte inesauribile di storie e di miti per chi ama leggere come noi due, per cui ti auguro di coronare presto questo sogno e di riuscire a visitare anche un paio dei “luoghi tragici” dell’antichità. Io l’ho fatto da ragazzina e mi sembra ieri …

  4. Pingback: Il senso dei miei viaggi in un unico, grande viaggio | Viaggi e Baci

  5. Lilian Pestana
    29 aprile 2014

    Vogliamo tanto andarci quest’anno, ma abbiamo soltanto due settimane scarse e quindi il dubbio è: andarci in aereo o affittare una macchina ad Atene e poi prendere il traghetto? Secondo te l’isola è vivibile senza una macchina? È possibile prenotare il traghetto? Anche noi abbiamo una creatura (3 anni) ed abbiamo solo agosto per viaggiare.
    Complimenti per il blog!

    • viaggiebaci
      29 aprile 2014

      Ciao Lilian,
      tutto dipende da quanto volete stare sull’isola. Se l’idea è quella di starci tutte e due le settimane è sicuramente più comodo l’aereo, se invece volete vedere anche qualcos’altro, noleggiare la macchina ad Atene e arrivare fino a Neapoli è la soluzione migliore. In questo secondo caso ti consiglio di fermarti un paio di giorni ad Elafonissos (mare splendido e assolutamente adatto a bambini). Ne ho parlato qui: https://viaggiebaci.wordpress.com/2012/02/29/elafonisos-quanto-e-bello-il-mare-della-grecia/
      Kythira è grandina e senza auto sarai costretta a far sempre le stesse spiagge. E poi alcune, bellissime, sono raggiungibili solo attraverso strade sterrate.
      C’è un unico traghetto al giorno, quindi si: va assolutamente prenotato. Noi l’abbiamo fatto tramite un’agenzia locale …
      Buone vacanze!

      • Lilian Pestana
        29 aprile 2014

        Grazie mille! Ho letto tutto quello che hai scritto sui vostri viaggi in Grecia e devo dire che la nostra scelta è caduta su Kythira proprio per ciò che ho letto. Ho però un mucchio di dubbi in testa soprattutto per ciò che riguarda agli spostamenti e dove soggiornare. Ho un inglese un po’ limitato e non ho trovato informazioni molto chiare su come prenotare i traghetti ad esempio. Sapresti consigliarmi qualche guida? O vi siete procurate tutte le informazioni in internet? Grazie ancora.

  6. Tiziana Bergantin
    28 novembre 2013

    Tesoro, ti faccio una proposta, quando vado in vacanza potresti venire anche tu a farci da guida, racconti troppo bene! Come ti compenso? mmmh posso venire a cucinare per un mese (lavaggio stoviglie compreso) al tuo albergo, Accetti? Bacio ❤

    • viaggiebaci
      29 novembre 2013

      Ti ringrazio Tizi, sei troppo gentile come sempre … 🙂
      Ma che albergo?!?! Puoi venire direttamente a casa mia a viziarmi un po’ con le tue prelibatezze
      Un abbraccio

  7. Pingback: Corsica in libertà … | Viaggi e Baci

  8. podereargo
    17 agosto 2013

    Che belle foto e che voglia di Grecia !! Sono passata da Kythira tantissimi anni fa nel mio viaggio in nave dal Peloponneso a Creta. Solo una breve sosta nel suo porto ma mi ricordo che il suo mare mi aveva colpito tantissimo. Mi piacerebbe tanto ritornarci per fermarmi. Beatrice

    • viaggiebaci
      28 agosto 2013

      Hai proprio ragione: il mare del suo porto ha tinte caraibiche … immagina il resto!!!!

  9. Chiara
    21 giugno 2013

    Adoro la Grecia, insieme alle isole della Croazia è l’unico posto di mare dove amo andare ad Agosto (il mare in Italia ad Agosto con me ha chiuso dopo essere stata in Sicilia ad Agosto 2010…bellissimi posti, ma TROPPAAAAAAAAAAAAAAAAAA gente!!) perchè trovo sempre spiagge libere e quasi deserte anche a ferragosto… La varietà di spiagge che hai descritto mi ha subito riportato con i ricordi a Milos, ci sei mai stata? secondo me l’adoreresti!!!

    • viaggiebaci
      24 giugno 2013

      no, a Milos non ci sono ancora mai stata, ma sono davvero tante le isolette della gracia che mi piacerebbe vedere ed è per questo che stiamo pensando di tornarci anche quest’anno

  10. Alessandra Granata
    18 giugno 2013

    Oddio Monica….lo guardo e mi rendo conto che ora Samir è davvero un gigante…aiuto come crescono in fretta!!! Guardo le foto del mare e capsico che ho voglia di acqua e sabbia bianca…ma come, ma se fno a ieri ero tra i boschi???

    • viaggiebaci
      18 giugno 2013

      hai ragione, rospa!!! è davvero cresciuto un sacco …
      io d’estate non ce la faccio proprio a rinunciare a qualche gg di mare e quest’anno ne ho voglia più che mai

  11. Milly Bimbieviaggi
    17 giugno 2013

    Che meraviglia!!! Già immagino che mi piacerebbe tantissimo!
    Quanto siete stati via?
    (mi spaventa solo la distanza, avendo 10 gg scarsi di ferie?
    Ci sono campeggi sull’isola?
    grazie! 🙂

    • viaggiebaci
      17 giugno 2013

      Noi abbiamo fatto 3 settimane, ma siamo stati anche nell’isoletta di Elafonissos (https://viaggiebaci.wordpress.com/2012/02/29/elafonisos-quanto-e-bello-il-mare-della-grecia/), nel Peloponneso e ad Atene. Se nadate in tenda presumo che dobbiate partire in macchina e allora 10 giorni sono decisamente pochi perchè ve ne servirebbero almeno 4 di viaggio. Però se optate per altre forme di alloggio (le triple vengono sui 60 euro) e ci arrivate in aereo con scalo ad Atene allora si può fare. I miei amici in entrambe le occasioni ci sono andati per solo 1 settimana

  12. quest’anno torno in Grecia dopo tanto tempo e non vedo l’ora. Bellissimo il tuo ometto quando era ancora un cucciolo

    • viaggiebaci
      17 giugno 2013

      Grazie Giorgia!
      Dove hai prenotato??? Anch’io ci sto pensando …

  13. monica
    17 giugno 2013

    Eggia! !!! Kythira!!!! Vicino vicino ma non ci sono andata ma anche a me ne hanno parlato bene.

  14. robby
    17 giugno 2013

    ciao
    bellissimo posto.

  15. Francesca
    17 giugno 2013

    Adoro la Grecia ! È sono già due estati che manchiamo….grazie per avermici riportato per qualche minuto!! Buon lunedì cara Monica;-))

Mi piacerebbe ricevere una tua cartolina, ma puoi lasciare il tuo commento anche qui:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 17 giugno 2013 da in al mare, Grecia con tag , , .

Vuoi seguirmi anche sui social? Ehm …

Instagram
incontriamoci a Marostica
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: