Viaggi e Baci

di viaggi, di libri e altre passioni

Skagen, dove i mari si scontrano

Non sono molti i luoghi capaci di lasciare a bocca aperta noi adulti prima dei bimbi che teniamo per mano. Uno di questi è Skagen, un paesino sperduto nel lungo dito di terra frammista a sabbia che da millenni se ne sta, attonita, a separare le onde dello Skagerrak da quelle del Kattegat. Ovvero il Mare del Nord dal Mar Baltico, regni inespugnabili delle navi vichinghe.skagenSkagen fino al 1890 – anno in cui la ferrovia arrivò anche nell’estremità più settentrionale dello Jutland- è solo un piccolo borgo di pescatori impegnati a difendere la vita dai capricci di acque spesso mortali, e il luogo di ritrovo di una colonia di artisti attratti dalla semplicità della vita marina e dall’incredibile qualità della luce che avvolge ogni cosa nell’ora blu.
Oggi è una località turistica alla moda, rinomata in Danimarca per le specialità culinarie a base di pesce, le casette rosse che si specchiano sul porticciolo e Grenen, la sottile lingua di sabbia che si protende a est, verso la Svezia.

skagenHa il sapore di un pellegrinaggio lo spettacolo che si para davanti ai nostri occhi non appena lasciamo la macchina nel parcheggio e saliamo scalzi la duna di sabbia da cui possiamo ammirare Grenen, un ramo (questo il significato in danese del nome) di sabbia che se ne sta immobile tra le correnti dei due mari, che qui si incontrano ma non si fondono.

mare a skagenD’altronde anche noi arriviamo fin qui attratti dalla fama di questo stravagante fenomento naturale. L’esistenza di una lingua di sabbia dove inginocchiarsi per assistere all’incontro/scontro del Mar Baltico con il Mare del Nord è l’unica ragione che ci spinge ad arrivare nel punto più settentrionale dello Jutland, incuranti della pioggia che ci ha accompagnato finora e delle centinaia di chilometri che ci separano dalla capitale del regno delle fiabe.

skagen sandormenE, come sempre, veniamo ricompensati da sorprese tanto più belle, quanto inaspettate.
La prima è un grosso raggio di sole che squarcia i nuvoloni neri che ci hanno accompagnato fin qui e incendia i campi di grano che scorrono veloci fuori dai finestrini. Una luce speciale, da far invidia a Van Gogh, ci regala un andare sospeso in un’atmosfera fatata, degna dei migliori pittori surrealisti …

campi di granoPoi c’è quel nome – scuola di Skagen – che mi suona familiare, pur non portandomi in alcun dove tra i meandri della memoria. La curiosità di saper dove conduce mi fa varcare, da sola, la soglia dello Skagen Museum e mi porta a perdermi in un mare di colori che profumano di lezione francese, di modi impressionisti e di tematiche da realismo ottocentesco. Una vera chicca, che sala dopo sala fa riaffiorare immagini sperse tra i nebulosi ricordi universitari e mi apre lo sguardo a mondi di sublime bellezza.

scuola di SkagenE infine c’è Råbjerg Mile, un’enorme duna di sabbia pochi chilometri a sud di Skagen.

Råbjerg MileQuattro milioni di metri cubi di sabbia che ogni anno si spostano di circa 18 cm verso nord-est e che nessuno cerca di fermare. Anzi, il governo la preserva come area protetta e la custodisce gelosamente come esempio vivente, per le nuove generazioni, di un fenomeno naturale che in passato ha causato non pochi disagi alla popolazione locale.

Råbjerg MileDai suoi 40 metri di altezza, lo sguardo spazia da un lato all’altro dello Jutland e la brezza marina riempie i polmoni con il profumo dei mirtilli selvatici che crescono tutt’intorno a questo piccolo mare di sabbia.

Råbjerg MilePer Samir è la prima volta nel deserto, come lo definirà estasiato a tutti i suoi amici. Appena vede quelle colline di sabbia rincorrersi verso l’orizzonte, non ha dubbi …
Anche se l’aria è frizzante e la sabbia ancora abbondantemente bagnata, lancia gli stivali in gomma per iniziare a rotolarsi e a correre a più non posso.

Råbjerg MileUna corsa a perdifiato, su e giù per le dune. Poi in cerchio, a rincorrere Coccinello Pazzerello. E poi ancora folli scatti di velocità per tuffarsi nel vuoto e fondersi in un tutt’uno con la sabbia.
Pochi minuti in questo luogo fatato e tutto è chiaro: sarà questo uno dei momenti più emozionanti e sorprendenti del viaggio in Danimarca.

giochi sabbiaPotrebbero interessarti anche:
Danimarca: diario di viaggio
Legoland
Arrivano i vichinghi
Egeskov Slot: il castello del tempo che fu

Annunci

10 commenti su “Skagen, dove i mari si scontrano

  1. Cristina
    31 gennaio 2014

    Ci sono stata proprio quest’estate!
    (mi sa che siamo stati un po’ più fortunati di voi con il tempo 😉
    http://conigliogiallo.blogspot.it/2013/11/danimarca-jutland-del-nord-rabjerg-mile.html

  2. federica
    28 ottobre 2013

    che posto magico… wow!!

  3. Norma
    22 ottobre 2013

    Il Nord Europa mi manca, al massimo sono arrivata in Germania o, ma solo per scalo in Finlandia.
    Mi piacerebbe molto andare ma chissà perché scelgo sempre mete più calde.
    Mi è piaciuto molto il tuo post, mi ha fatto venire voglia di andarci.
    Ciao
    Norma

  4. Pingback: Bed and breakfast: dove “sentirsi a casa” in Danimarca | Viaggi e Baci

  5. Mamma & Co.
    4 luglio 2013

    Ormai per quest’ anno è andata ma andremo presto a visitare il Nord siamo in piena fase vichinga in casa mia per cui mi vado subito a leggere i tuoi post sulla Danimarca. Senti ma … che ne diresti di “nottti di fiaba, Riva Del Garda 2013”? Andiamo?

  6. Annalisa
    2 luglio 2013

    Che bel resoconto! Un posto veramente affascinante.

    • viaggiebaci
      2 luglio 2013

      si, molto … e non so perchè, ma ho idea che ti piacerebbe!

Mi piacerebbe ricevere una tua cartolina, ma puoi lasciare il tuo commento anche qui:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 2 luglio 2013 da in al mare, Danimarca con tag , , .

Vuoi seguirmi anche sui social? Ehm …

Instagram
incontriamoci a Marostica
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: