Viaggi e Baci

di viaggi, di libri e altre passioni

Scambio Casa: la nostra esperienza in Turchia

Dopo aver narrato come è nata l’idea di provare lo Scambio Casa e aver dispensato consigli su come effettuarlo nel modo migliore possibile, è arrivato il momento di raccontarvi per filo e per segno come è andata la nostra prima esperienza di Scambio Casa. Quella in Turchia, fatta nell’agosto del 2009, quando Samir aveva da poco compiuto i 3 anni.
Ma andiamo con ordine …

Alanya castle

L’antefatto

Prima di iscriverci a Scambiocasa.com la nostra intenzione era di andare in Croazia o a Minorca. Per entrambe le destinazioni ci sono solo una decina di inserzioni ma, avendo alcune segnalato come preferenza di viaggio l’Italia, ci iscriviamo al portale con la speranza di essere fortunati e iniziamo a inviare le nostre proposte di scambio.
Nel giro di pochi giorni scopriamo che, trattandosi di seconde case ed essendo in località marine, ad agosto i proprietari le usano o le affittano e quindi non sono interessati alla nostra proposta. Noi, purtroppo, possiamo viaggiare solo in quel periodo e a Natale, quindi il sogno ci sfuma tra le dita.
Di certo non ci arrendiamo per così poco, anche perchè iniziano ad arrivare alcune proposte dall’America che ci fanno ben sperare: allora è proprio vero che esiste nel mondo qualcuno interessato a venire a Marostica … basta solo trovare lo scambio che fa per noi.

Iniziamo dunque a valutare altre mete nel Mediterraneo dove ci sia la possibilità di abbinare la vacanza al mare con qualcosa di interessante da visitare e puntiamo il dito sulla nostra amata Turchia.
Anche per questo paese la scelta non è molto ampia, quindi contattiamo tutti i proprietari e … sorpresa delle sorprese, ben due ci dicono sì!

Castello di Alanya

Il dirupo su cui sorge il castello di Alanya

Rileggiamo bene le loro schede, studiamo la zona in cui si trovano le rispettive case e alla fine optiamo per quella di Side. Dopo esserci scusati con l’altra famiglia, iniziamo la corrispondenza con i nostri futuri ospiti. Definiamo i dettagli, facciamo e rispondiamo a domande, verifichiamo i voli e … quando siamo pronti per prenotare il volo, loro ci dicono che hanno cambiato idea perchè non pensano di poter venire in Italia entro uno o due anni.
Non vi dico la delusione!!!

Inizia una nuova ricerca, dobbiamo scegliere un nuovo paese e rifare tutto da capo. Ecco perchè dico spesso che per organizzare uno scambio casa ci vuole tempo. A noi sono serviti quasi tre mesi …
Siamo lì a chiederci come andrà a finire, quando arriva un’email del portale che ci informa che c’è un nuovo iscritto in Turchia. Corriamo a vedere la scheda e nel giro di un quarto d’ora parte la nostra richiesta.

Organizziamo lo scambio

Ci impieghiamo così tanto a far partire la richiesta perchè dobbiamo assolutamente capire in quale angolo remoto della Turchia si trovi Alanya, che non abbiamo mai sentito nominare prima, e se c’è un areoporto nei dintorni. Per fotuna è a 150 km da Antalya, una delle località più turistiche del paese e quindi ben collegata agli scali di mezza Europa. Ottimo! Allora si può fare …
Dopo poche ore ci risponde Tomas, chiedendoci quanto siamo lontani dalle Alpi. Amano venire a sciare in Italia e la nostra proposta li interessa assai. Seguono un paio di e-mail in cui ci scambiamo informazioni, link, battute e finalmente … abbiamo i biglietti aerei in mano!!! Ora inizia davvero l’avventura …

I nostri ospiti

La sorpresa più grande è scoprire che la famiglia che ci ospiterà non è turca, ma … lituana!!! Una giovane coppia con un bimbo di 4 anni, un’attività di floricoltura in Lituania e una casa al mare in Turchia. Non male, eh?!?!?

turchia

calzini in lana e cappelli da sole: il simbolo perfetto del nostro Scambio Casa in Turchia

Fin dalle prime e-mail capiamo che sono una famiglia simpatica, alla mano e molto disponibile. Sapendo che abbiamo un bimbo ci dicono subito che potremo usare il loro passeggino, la piscinetta, il ciambellone e i giochi da mare.
Ad attenderci non ci saranno loro, ma l’agenzia immobiliare che affitta la casa quando loro non sono in vacanza. Quindi lo scambio di informazioni su cosa fare e dove andare avviene via e-mail, in maniera un po’ più sommaria di quello avvenuto con la famiglia che ci accoglierà di lì a qualche mese nell’appartamentino di Parigi. Comunque la scoperta del canyon di Sapadere, e la freschissima giornata trascorsa lontano dalla spiaggia, la dobbiamo solo a loro: nemmeno la nostra precisissima guida lo nomina …

Sapadere Canyon

Sapadere Canyon: una giornata lontano dalla folla e al fresco

Una delle cose che ci colpisce in fase di scambi epistolari è il loro cercare di convincerci a non andare ad agosto. Non perchè non vogliano darci la casa, ma perchè fa troppo caldo per un bambino di pochi anni. Solo la sera in cui li invitiamo a cena a casa nostra a Marostica scopriremo il senso vero di questo suggerimento: loro la casa l’hanno comperata per andarci a febbraio e marzo, quando in Lituania il termometro oltrepassa i -20° C. E ci assicurano che l’acqua è bella calda per farci pure il bagno!
Ecco, il bello di questo scambio è stata la possibilità di conoscere due culture e due modi di vivere grazie ad un unico viaggio.

bambini al mare

Samir con la ciambella dell’amichetto lituano

Quando vengono a Marostica usciamo insieme in un paio di occasioni e una sera li invitiamo a cena da noi. Continuano a ringraziarci e a ripetere che la cena è stato uno dei momenti più belli e autentici della loro vacanza. I bimbi giocano insieme, anche se non parlano la stessa lingua, e Samir presta volentieri i suoi giochi al nuovo amichetto.

La sorpresa più bella per noi è il libro fotografico della Lituania che ci arriva a Natale, con l’invito ad andarli a trovare anche lì e a conoscere l’ultima arrivata della famiglia. Purtroppo non siamo ancora mai riusciti a ricambiare la visita e i progressi della piccolina li seguiamo tramite e-mail e su Facebook.

La nostra nuova casa

Alanya casa

la casa vista dal castello

Arriviamo nel cuore della notte e l’agente immobiliare è piuttosto sbrigativo nel mostrarci le varie funzionalità della casa. D’altronde lui questa volta non ci guadagna nulla, no?!? Comunque per fortuna abbiamo il suo numero di telefono: in caso di bisogno fa sempre comodo poter contare su uno del luogo.

Con il buio non capiamo esattamente in quale parte della città ci troviamo, ma nei giorni successivi ringraziamo Iddio di essere arrivati ad Alanya grazie ad uno Scambio Casa. Se avessimo prenotato un pacchetto tramite agenzia viaggi saremmo sicuramente finiti stipati in uno degli alberghi che nel giro di 15 anni sono spuntati come funghi lungo la bellissima spiaggia dove la tradizione vuole che Antonio fosse solito incontrare Cleopatra.
La nostra nuova casa per fortuna è nella parte vecchia della città, proprio ai piedi delle mura del grande castello costruito nel XIII secolo sui resti della città romana e bizantina. Siamo in cima a quella montagna meravigliosa che i Bizantini hanno utlizzato per indicare la città durante il loro impero. E in effetti la vista dal nostro terrazzo è strepitosa. Peccato solo per tutto quel cemento …

Alanya

Alanya: le case dentro alle mura con la città nuova sullo sfondo

I nostri vicini sono turchi, i profumini che escono dalle loro case a ora di cena odorano di spezie di paesi ancor più lontani, le ciabatte sui pianerottoli ci ricordano come si vive all’interno di quelle case, il richiamo del muezzin scandisce le ore della nostra giornata, i sorrisi scambiati con le donne delle finestre vicine sono una testimonianza pudica del calore dell’ospitalità turca e i pochi negozianti del vicinato vendono pochi beni di prima necessità o strampalati oggetti prodotti in casa.

Alanya spiaggia di Cleopatra

Alanya: la spiaggia di Cleopatra oggi … sigh!

Dal di fuori la casa non è un granchè. Muri un po’ scrostati, giardino non curato, scale che meriterebbero un po’ più d’attenzione. Ma dentro è proprio come ce l’aspettavamo.

Alanya apartament

scambio casa: la zona giorno del nostro appartamento

Spaziosa, ben illuminata, con tre camere da letto, due bagni, un’ampia zona giorno con una parete vetrata sulla baia. Il frigo è più grande di quello che abbiamo lasciato a casa, c’è l’aria condizionata in ogni stanza, lavatrice e lavastoviglie. Manca la televisione, come ci aveva preavvertito Tomas: anche loro, quando sono in vacanza, preferiscono staccare la spina dal mondo.

scambio casa

facendo scambio casa anche in vacanza si hanno tutte le comodità di una casa normale

Certo, non è la tipica casa che ti aspetteresti di trovare in Turchia. Manca di quell’autenticità locale che chi fa Scambio Casa spesso si aspetta. Ma a noi va benissimo così …

Gli incidenti di percorso

Chi decide di fare Scambio Casa deve essere dotato di un buon spirito di adattamento, tanta buona educazione e un pizzico di buon senso. Ripensando alla nostra esperienza ad Alanya mi vengono in mente due episodi che potrebbero aiutare a chiarire questo concetto.

Il primo riguarda le lenzuola. Al nostro arrivo troviamo i letti fatti, ma ci basta un’occhiata per capire che le lenzuola sono più piccole del materasso e che quindi gli angoli rischiano di volar via nel corso della notte e di farci dormire a diretto contatto con il materasso, visto che non esiste il coprimaterasso. Così la mattina dopo, appena svegli, andiamo al supermerato e compriamo le lenzuola più grandi che troviamo tra gli scaffali. Manco a farlo apposta, non sono ancora sufficienti a coprire tutto il materasso. E sì che non è fuori misura. Va beh! pazienza … vorrà dire che dormiremo senza muoverci più di tanto e ogni mattina faremo il letto da capo.

la camera da letto e le nostre mitiche lenzuola

la camera da letto e le nostre mitiche lenzuola

L’altro episodio riguarda invece un piccolo danno che Samir ha causato al muro poco prima di partire.

ehm, ehm ... e ora?

ehm, ehm … e ora?

Non l’ha fatto apposta, certo, ma ora quella crepa nella decorazione in gesso è lì che ci guarda mentre chiudiamo definitivamente la porta alle nostre spalle. Il buon senso dice di non nascondersi dopo aver fatto un danno e di pagare le spese necessarie per ripararlo. Solo che noi stiamo partendo e non sappiamo davvero chi chiamare. Così fotografiamo l’oggetto, gli mettiamo vicino una bottiglia d’acqua come unità di comparazione e spediamo un messaggio a Tomas pieno di scuse e delle nostre migliori intenzioni. E lui dimostra ancora più buon senso di noi, rispondendo che non è nulla di grave, che anche loro hanno un bimbo e sanno che sono cose che possono succedere. E la questione finisce qui!

Scambio Casa: una questione di autenticità

Chi si sottopone a rischi di questo tipo non lo fa certo (solo) per risparmiare qualche soldino, tanto più che la possibilità di ritrovarsi con dei danni in casa, o di dover spendere una fortuna per cercare un albergo all’ultimo minuto in caso l’alloggio non corrisponda ai nostri sogni, è sempre dietro all’angolo.
Chi sceglie di fare Scambio Casa il più delle volte è alla ricerca di un’esperienza autentica, di una via privilegiata per entrare dentro alla cultura e allo stile di vita della meta prescelta. Ci sono cose che solo vivendo come i locali puoi capire ed emozioni che solo intessendo relazioni non contraffatte da logiche economiche puoi provare.

Alanya non è un autentico paese turco, tanto è stato distrutto dalla mano speculatrice e dal turismo organizzato proveniente dall’Est. Infatti ce ne siamo scappati qui qualche giorno prima della partenza pattuita, per trovare la vera Turchia che ricordavamo dal viaggio precedente. Eppure, nonostante tutto, lo Scambio Casa ci ha permesso di vivere a contatto con la gente del luogo e di cogliere alcuni aspetti del loro stile di vita.

Alanya

Alanya: case dentro alle vecchie mura

Il fatto di poter ospitare Tomas e la sua famiglia ci ha dato modo di entrare in contatto con una famiglia lituana, di scambiare con loro pareri sulla vita in Lituania e in Turchia e di intessere un rapporto di amicizia, non la classica formalità albergatore-cliente.

Insomma, un’esperienza  che per noi è andata alla grande e che sono pronta a ripetere negli anni futuri. Finchè ho una camera d’albergo da scambiare, si intende …  😉

Potrebbero interessarti anche:
Scambio Casa: ecco come è andata
Scambio Casa: i consigli di chi l’ha fatto
Turchia: un tocco d’Oriente
Sono turche le pietre dei miei viaggi

Advertisements

5 commenti su “Scambio Casa: la nostra esperienza in Turchia

  1. Pingback: Viaggiare con i bambini: vediamo di mettere i puntini sulle i … | Viaggi e Baci

  2. Pingback: I miei viaggi e quel senso di abbandono | Viaggi e Baci

  3. Pingback: Bed and breakfast: dove “sentirsi a casa” in Danimarca | Viaggi e Baci

  4. Pingback: Vecchi braccioli … quanto tempo è passato! | Viaggi e Baci

  5. Pingback: Vacanze low-cost: come evitare fregature | Viaggi e Baci

Mi piacerebbe ricevere una tua cartolina, ma puoi lasciare il tuo commento anche qui:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 31 luglio 2013 da in appartamento, Turchia con tag , , , .

Vuoi seguirmi anche sui social? Ehm …

Instagram
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: