Viaggi e Baci

di viaggi, di libri e altre passioni

Campeggi in Corsica: buono a sapersi

Non sono una campeggiatrice esperta ma, arrivata alla seconda vacanza in tenda e avendo 5 campeggi all’attivo, ho capito che anche in questo settore dell’ospitalità ogni paese ha le sue usanze, che è meglio conoscere prima di partire per evitare delusioni o piccoli inconvenienti. Indipendentemente se si viaggia con o senza bambini.

In Corsica, per esempio, pochi campeggi accettano prenotazioni anticipate e, se lo fanno, è un servizio che si paga tra i 20 e i 40 euro a pratica, anche se ci si ferma solo poche notti.  E’ un’usanza comune anche in altri paesi europei, ma in Corsica la sconsiglio e non solo per ragioni economiche.
Qui infatti la maggior parte dei camping non ha piazzole numerate e il rischio di trovarsi appiccicati ad altre tende o camper è molto alto durante i mesi di punta. Meglio arrivare a metà mattinata, chiedere la disponibilità alla Reception, vedere con i propri occhi lo spazio a disposizione – valutando pendenza del terreno, affollamento e ombra – e poi decidere se fermarsi o meno.

campeggi Corsica

la nostra nuova tenda a 6 posti: chi viene con noi?

Prima della decisione finale consiglio di farsi un giretto anche dalle parti dei bagni, perchè per quanto sull’isola si parli tanto di autonomia dalla Francia, sono pur sempre “francesi”. E i cugini d’oltralpe, si sa, non eccellono certo nella pulizia. Spero di non offendere nessuno con queste parole, perchè non è assolutamente mia intenzione. E’ solo una constatazione dei fatti dopo 14 notti trascorse qua e là.
Un esempio? In Italia gli addetti alle pulizie dell’area servizi indossano stivali e usano la gomma dell’acqua per lavare da cima a fondo tutti gli ambienti. In Corsica, invece, ho visto l’addetto alle pulizie lasciare gli infradito fuori dai servizi ed entrare scalzo anche nei bagni per pulire i pavimenti con un semplice lavavetri.
Non amo generalizzare e ci saranno sicuramente anche in Corsica campeggi con una pulizia da cinque stelle. Purtroppo, però, nella maggior parte di quelli che abbiamo frequentato noi – tutti 3 stelle – il lato debole è sempre stato questo.
E ricordatevi di portare con voi la carta igienica, perchè non è mai a disposizione nei bagni.

In compenso sono tutti molto ben ombreggiati e, anche quando il terreno è montuoso, i terrazzamenti garantiscono un terreno per lo più pianeggiante.
La cosa che mi ha sorpresa di più, tuttavia, è stata la totale assenza di controllo agli ingressi. Quando arrivi a chiedere disponibilità, ti dicono di parcheggiare e di andare a dare un’occhiata. Se non ti piace te ne vai dopo 1 minuto o dopo un’ora senza che nessuno si sia accorto di nulla. Personalmente preferisco un controllo maggiore visto che le tende si chiudono con una lampo e i bambini girano liberi ovunque.

In media il costo a notte per 2 adulti, 1 bambino, una tenda grande, un’auto e niente elettricità si aggira sui 32-35 euro in alta stagione. Da notare che in molti camping i bambini pagano la tariffa adulti dai 7 anni in su, anche se capita che qualcuno chiuda un occhio e applichi quella ridotta anche ai più grandicelli.

Detto questo, ecco una breve descrizione dei campeggi dove siamo stati noi nell’agosto 2013:

Camping U Turracconu a Porto Pollo

Arriviamo a Serra-di-Ferru alla fine di una giornata estenuante e appena vediamo le acque turchesi della splendida Plage de Cupabia non abbiamo più dubbi: è questo il posto che cercavamo!
Seguiamo dunque i cartelli arancioni che indicano “camping – swimming pool”, sorridendo all’idea che qualcuno possa essere interessato alla seconda parte dell’indicazione trovandosi in un luogo così paradisiaco.
Quando arriviamo è già pomeriggio inoltrato e l’atmosfera rilassata che si respira tra il bar-piscina e i terrazzamenti su cui sono allineate le tende ci conquista definitivamente.
Il ragazzo che ci accoglie parla anche italiano, è molto cortese, conosce bene la zona limitrofa al campeggio e applica la riduzione bambini per Samir, nonostante abbia già compiuto i 7 anni.

camping u tarracconu

la vista sulla baia di Porto Pollo dal camping U Tarracconu

Chiaccherando con lui, si lamenta di un calo del 30% nell’estate 2013 e dopo aver trascorso 4 notti qui sono tentata di fargli una proposta: dallo in mano a noi per il 2014: con una spesa minima di 5/600 euro ti garantisco che per l’anno seguente avrai la coda fuori dal cancello. Perchè il posto è bellissimo, isolato dal mondo, tranquillo a non finire, con una vista splendida su Porto Pollo e vicino a una delle più belle spiagge del Golfo di Valinco, oltre che al sito preistorico di Filitosa.
Ma i bagni fanno pietà!
Un conto è dire spartani, un altro è tenerli davvero male. Non una mensolina vicino ai lavandini, non un gancio appendiabiti dentro alle docce. Gran parte di queste ultime hanno gli scarichi intasati e si trasformano in aquitrini dopo pochi secondi, mentre gli scarichi della zona dove si lavano piatti e panni perdono acqua di continuo e ogni volta ci si bagna tutti.
Scoviamo due docce con un buon getto d’acqua e non intasate nel gruppo servizi più isolato e usiamo quelle per tutto il soggiorno. Peccato che qui non funziona la luce dentro ai box doccia e la sera si è costretti a lavarsi al buio: per fortuna (!!!) però i vetri delle finestrelle superiori delle porte sono rotti e quindi filtra una lieve penombra …
Lasciamo stare poi il discorso pulizia, fatta solitamente una sola volta al giorno anche in alta stagione.
Peccato! Peccato davvero … per posizione, dimensione e tipologia di piazzole (anche qui non numerate) è il campeggio che ci è piaciuto di più. Avremmo voluto starci 7 notti ma, dopo la quarta, impacchettiamo tutto e ce ne andiamo.

Il market più vicino è a un paio di chilometri, ma alla mattina è possibile avere pane fresco e croissant prenotandoli la sera precedente. C’è un piccolo bar dove preparano anche veloci spuntini e pizze.
Per raggiungere a piedi la spiaggia di Cupabia c’è un sentiero sterrato che parte a poche centinaia di metri dal campeggio. Ci vogliono circa 20 minuti di cammino e non è percorribile con passeggini e bimbi troppo piccoli: in quest’ultimo caso consiglio di andarci in macchina.

Sito web: http://www.turracconu.com

Camping Sole e Vista a Porto

Avevo scartato l’idea di visitare il Golfo di Porto ma, prima della partenza, nella lista dei campeggi ne avevo segnati due anche in questa zona e la mossa si è rivelata provvidenziale. Perchè alla fine abbiamo deciso di arrivare fin qui ve l’ho già raccontato e nella disperazione della giornata avere il loro numero di telefono a portata di mano è una vera benedizione. Quando chiamiamo all’Oliviers non hanno più nemmeno una piazzola libera, mentre al Sole e Vista ci dicono che ci tengono l’ultima disponibile fino alle 17.30. Spiegato il motivo per cui strada facendo non facciamo alcuna tappa, nemmeno per le fotografie. E immaginate poi il timore di ritrovarci con una piazzola completamente al sole o attaccata ai cessi.

camping Sole e Vista

la vista dalla nostra piazzola nel camping Sole e Vista a Porto

Invece, quando arriviamo, rimaniamo a bocca aperta. La piazzola è bella spaziosa e la condividiamo con una sola altra tenda, è completamente all’ombra e vi si gode la vista di una cima montuosa che al tramonto si tinge di rosso-arancione. Non notiamo le scalette che la costeggiano e che ben presto scopriamo essere la principale via di accesso pedonale per i bagni. Perchè il campeggio è ricavato sul fianco di una montagna e oltre alla strada per le auto ci sono tutte queste scalette che si arrampicano di qua e di là. Se ci tenete alla privacy, tenetevene alla larga.
I bagni sono nuovi e curati decisamente meglio che nel campeggio precedente, ma anche qui la pulizia è sommaria e in piena estate, a mio avviso, dovrebbe essere effettuata più spesso nell’arco della giornata.

Nella parte superiore del campeggio c’è una piscina, con annesso ristorante e pizzeria. La loro posizione è fantastica e la sera vi si gode uno dei più bei tramonti sul mare a cui ci sia capitato di assistere in Corsica.
All’interno del campeggio non c’è un market, ma proprio di fronte all’ingresso ce ne sono ben due. Entrambi ben forniti, con una buona macelleria e delicatessen salate di ogni tipo da portare in spiaggia.

A piedi è possibile raggiungere il ristorante U Mulinu, in cui vi consiglio di assaggiare il piatto unico a base di specialità corse: davvero interessante!

Sito web: http://www.camping-sole-e-vista.com

Campind d’Olzo a Saint-Florent

Solitamente quando viaggio mi tengo lontana dalle attività a “gestione italiana” perchè mi piace stare in contatto con la gente del luogo. Ma dopo 9 giorni di nausea-bagni voglio provare qualcosa di diverso: e infatti non ne resto delusa …
Anzi posso dire che, per pulizia e servizi offerti, questo è il migliore tra i campeggi provati in Corsica. I bagni vengono puliti più volte al giorno, la manutenzione è efficiente e c’è pure una nursery chiusa a chiave e disponibile solo per chi ha bimbi piccoli.

Non è un campeggio molto grande e i bambini possono muoversi in assoluta libertà senza il rischio di perdersi. La sbarra all’ingresso si apre solo con un pass magnetico e i visitatori devono consegnare un documento d’identità al loro arrivo, anche solo per andare a vedere la piazzola. Inoltre, di notte, c’è un guardiano che fa la spola tra l’ingresso e il parcheggio esterno.
E’ ben ombreggiato e arioso, con terreno tutto pianeggiante. E, incredibile a dirsi, ha piazzole numerate ed è possibile effettuare prenotazioni anticipate.
Le piazzole non sono delimitate in alcun modo, se non da delle pietre incastrate nel terreno con il relativo numero. E non sono nemmeno molto grandi, quindi in alta stagione c’è il rischio di trovarsi veramente uno attaccato all’altro. Ma almeno sai dove finisce il tuo spazio ed inizia quello dell’altro …

Ha piscina, un piccolo market con i beni di prima necessità, bar e pizzeria. Il personale è molto cortese e disposto a soddisfare ogni richiesta plausibile.
La spiaggia, che si trova ad alcune centinaia di metri, non è un granchè e quando ci siamo avvicinati noi – per poi fuggire a gambe levate – invece della sabbia aveva solo alghe secche. Però dal porto di Saint-Florent, a circa 2 km, è possibile imbarcarsi per Loto e Saleccia e, visto che in questo campeggio non ho scattato foto, ne posto una di queste spiagge selvagge:

Sito web: http://www.campingolzo.com

Plage de Loto

La Plage de Loto, a 20 minuti di barca dal camping D’Olzo

Potrebbero interessarti anche:
Vacanze in tenda: 10 motivi per farle con i propri figli
5 cose da portare in tenda con i bambini
Corsica in libertà
In campeggio a Minorca

Annunci

13 commenti su “Campeggi in Corsica: buono a sapersi

  1. aleelle
    2 settembre 2015

    Wow! Che pagina meravigliosa! Parto per la Corsica sabato, siamo in moto, con tenda sacco a pelo e tutto l’occorrente necessario. L’unica cosa che mi mancava era imbattermi per caso in questo articolo super dettagliato! Complimenti e grazie per il tempo che hai dedicato a scriverlo.
    Alessandra.

    • viaggiebaci
      3 settembre 2015

      Grazie a te per aver lasciato un commento. Sicuramente a settembre ci sarà molta meno gente e quindi non avrai nè il problema pulizia nè quello piazzole…
      Divertitevi!

  2. Pingback: Bed and breakfast: dove “sentirsi a casa” in Danimarca | Viaggi e Baci

  3. Pingback: 8 cose da sapere per una vacanza in Corsica a prova di bambini | Viaggi e Baci

  4. Beat
    17 settembre 2013

    bel post! in Corsica ci sono stata tre volte e sempre in campeggio, quando ero ancora una studentessa e mi sono sempre trovata bene. Vorrei tornarci con il maritozzo e in effetti qualche informazione che mi rinfrescasse la memoria mi serviva…

    • viaggiebaci
      18 settembre 2013

      La Corsica è molto bella e sono sicura che piacerà anche a lui. Certo se è la sua prima esperienza in campeggio io lo farei iniziare con quelli austriaci, che dicono essere super organizzati in tutto… almeno hai possibilità di rifargli fare l’esperienza anche in futuro, magari proprio in Corsica 🙂

  5. squa
    17 settembre 2013

    Post preziosissimo di dettagli!!
    Mi sa che abbiamo la stessa tenda?! Ne siete contenti? Noi per niente 😦 ci vorrei fare un post tecnico, ma al momento sono un po’ presa.

    • viaggiebaci
      18 settembre 2013

      Anch’io ho notato una certa somiglianza …
      La nostra è la 6 posti della Brunner e devo dire che siamo molto contenti per le dimensioni e la tenuta (anche se non abbiamo ancora mai provato, per fortuna un acquazzone …)
      Però a montarla ci si impiega sempre 30-40 minuti e questo rallenta non poco gli spostamenti

  6. Monica
    14 settembre 2013

    A Porto Pollo noi eravamo al campeggio Cupabia. Che non è praticamente menzionato e recensito da nessuna parte. Quello e null’altro tutto intorno tranne il ristorante del campeggio e una specie di panetteria che sfornava, pizze, ciambelle fritte e bomboloni da farci venire ingrassare solo a passare davanti. I bagni erano così cosà e alla sera alle nove niente più acqua. Ma a noi piaceva tanto tanto, che per stare un giorno in più ci siamo arrangiati scaldando al sole una tanica di acqua per fare la doccia.
    A porto invece eravamo al comunale, giù in fondo, in basso vicino al porto. Senza lode e senza infamia con tanto spazio. E per la Saleccia, già sai, eravamo praticamente dentro alla spiaggia e non me lo potrò mai scordare! Ma quanto è bella la Corsica??? a me forse piace più della Sardegna!

    • viaggiebaci
      16 settembre 2013

      Ma praticamente abbiamo fatto lo stesso giro?!?!? Ancora non ci credo …
      Ho ben presente i campeggi di cui parli perchè li ho visti entrambi, ma a Saleccia alla fine no … non abbiamo avuto il coraggio di metterci piede!!!

      • Monica
        16 settembre 2013

        Si noi abbiamo fatto Cap Corse e poi abbiamo fatto tutta la costa Ovest fino a Bonifacio e un pezzattino di costa est fino a Portovecchio! Abbiamo tralasciato un pò l’interno, ma avevamo voglia di solo mare!

        • viaggiebaci
          16 settembre 2013

          Io invece a portovecchio ci andrò da pensionata, quando potrò andarci a maggio o settembre e avere le spiagge quasi tutte per me. Agosto è davvero un degheiro …

          • Monica
            16 settembre 2013

            Hai assolutamente ragione! Noi siamo andati a Santa Giulia perchè inaspettatamente ci siamo incontrati con un gruppo di amici in quella spiaggia! Avevamo gli ombrelloni soppalcati, alle 11.30 del mattino. Prima era assolutamente meravigliosa!

Mi piacerebbe ricevere una tua cartolina, ma puoi lasciare il tuo commento anche qui:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 14 settembre 2013 da in campeggio, Corsica, Francia con tag , .

Vuoi seguirmi anche sui social? Ehm …

Instagram
incontriamoci a Marostica
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: