Viaggi e Baci

di viaggi, di libri e altre passioni

Muoversi a Vienna, in auto e con i mezzi pubblici

bambino in metropolitanaNonostante l’Austria sia ufficialmente la nostra vicina di casa e dalle mie parti le influenze dell’impero Austro-Ungarico siano ancora ben radicate nel DNA della popolazione, Vienna non è poi così vicina: 390 km da Tarvisio – la stessa distanza che c’è tra Roma e Bologna-, più tutta la strada per arrivare fin lì. Eppure, partendo da Nord-Est e viaggiando con bambini, la soluzione on-the-road resta a mio avviso la migliore e i motivi li ho già elencati qui.

Una volta arrivati in città, l’uso della macchina non è più necessario, a meno che non si voglia fare qualche gita fuori porta.
La rete dei trasporti pubblici è molto funzionale, copre l’intera area metropolitana e, se usata in maniera intelligente, anche relativamente economica.

Ecco dunque qualche dritta, appresa strada facendo:

Arrivare a Vienna in automobile

Per la maggior parte degli Italiani, il modo più comodo per raggiungere Vienna con i propri mezzi è con l’autostrada che collega Venezia a Udine e Tarvisio e poi prosegue in direzione del capoluogo austriaco passando per Klagenfurt e Graz.
La strada è ben tenuta, poco trafficata  Landzeit (almeno durante le festività natalizie) e gli autogrill della catena Landzeit sono un vero paradiso per baby-viaggiatori. Non parlo solo per la qualità del cibo, ma anche per l’area giochi esterna, la busta piena di sorprese e giochini che viene portata a tavola insieme al menu e la pulizia dei servizi igienici, dotati ovviamente di apposita stanzina con faciatoio per i bebè.

Unico accorgimento da tener presente è l’acquisto della vignette, ovvero il bollino autostradale austriaco.
In Austria non si paga il pedaggio all’uscita di ogni casello, ma si acquista questo bollino adesivo appena varcato il confine, lo si appiccica bene in vista sul parabrezza e si è liberi di entrare e uscire dall’autostrada tutte le volte che si desidera.

Il costo del bollino varia in base al numero di giorni. Noi abbiamo acquistato quello valido 10 giorni, che costa € 8,50, e l’abbiamo usato sia all’andata che al ritorno. A conti fatti, un vero affare se consideri che in Italia la stessa tratta autostradale costa sui 25 europer la sola andata!

Anche la benzina costa meno oltre confine, quindi ti consiglio di regolarti bene con il pieno prima di partire. E al ritorno non aspettare di riempire il serbatoio nelle ultimissime aree di servizio, perchè più ci si avvicina all’Italia e più le due cifre dopo la virgola tendono ad aumentare.

Come e dove parcheggiare nella capitale austriaca

Il traffico a Vienna non è caotico come in altre capitali europee (ricordo però che noi ci siamo stati in un periodo festivo) e tutti rispettano scrupolosamente le regole della strada. A cominciare dai pedoni, che nemmeno si sognano di attraversare dove non ci sono le strisce pedonali o di passare con il rosso.

Unico problema, man mano che ci si avvicina al centro storico, è trovare parcheggio. Quasi inesistenti quelli gratuiti, mentre quelli a pagamento lungo le strade (nel 16° distretto € 2,00 all’ora) hanno spesso un limite massimo orario. Questo vuol dire che non solo devi pagare per parcheggiare, ma anche che non puoi lasciare lì la macchina per tutto il tempo che ti serve. E i vigili si vedono un po’ dappertutto, anche durante le vacanze di Natale.

metropolitana ViennaI biglietti si acquistano dal tabaccaio e ne esistono di diverse fasce orarie. Prima di acquistarli informati però sul  tempo massimo consentito in quell’area per il parcheggio e non fare come noi che ne abbiamo acquistati due da 2 ore per scoprire subito dopo che potevamo lasciare la macchina lì solo per 3 ore!
Ricordati inoltre che nei week-end e nei giorni festivi la maggior parte di questi parcheggi sono gratuiti.

La soluzione più economica è lasciare la macchina in uno dei grandi parcheggi della cintura metropolitana e muoversi con i mezzi pubblici. Noi abbiamo utilizzato il Parking APCOA di Ottakring (10 minuti dal nostro appartamento), che costa € 3,00 al giorno e € 15,00 a settimana: non male, eh?!?
Questi parcheggi solitamente si trovano nei pressi dei capolinea delle metropolitane e sono ben collegati al centro.

Muoversi a Vienna con i mezzi pubblici

I mezzi pubblici di Vienna coprono in maniera efficente l’intera area metropolitana. Sono puntuali, ben tenuti e dotati di appositi sedili per donne in dolce attesa e ganci per passeggini o carozzine.
Nei distretti centrali, autobus, tram e metropolitane passano ogni 3-7 minuti e questo rende agevole muoversi in città anche in caso di più cambi. Tutta la rete dei trasporti è attiva anche nei giorni festivi, Natale compreso.

tram WienSe il tuo alloggio è nel 1° distretto, cioè all’interno della Ringstrasse, userai raramente i mezzi pubblici visto che le maggiori attrazioni turistiche sono facilmente raggiungibili a piedi.
Per andare a Schonbrunn o al Prater, giusto per citare due delle attrazioni più lontane, ti conviene dunque comperare di volta in volta il biglietto singolo che costa € 2,10, se acquistato nelle biglietterie o alle macchinette delle metropolitana, e € 2,20 se acquistato a bordo di tram e autobus. Con questo biglietto puoi effettuare tutti i cambi necessari, ma non interrompere il viaggio per delle visite lungo il tragitto.
Se il tragitto non prevede cambi, il biglietto più conveniente è il “metà prezzo” (€ 1,10), con il quale puoi viaggiare in un’unica direzione e senza soste intermedie.

tram Vienna
Se invece alloggi negli altri distretti o hai pochi giorni a disposizione e vuoi visitare il più possibile, le tre soluzioni più economiche per muoverti a Vienna sono:

1. pianificare la visita della città in modo tale da includere ogni giorno solo musei e monumenti vicini tra loro. In questo modo ti basterà un biglietto per l’andata e uno per il ritorno, a scelta tra quello semplice o il metà-prezzo.

2. acquistare la Vienna Card, di cui ho già ampiamente parlato, e sfruttare al massimo la possibilità di muoverti gratuitamente con tutti i mezzi pubblici della capitale. In questo caso ti consiglio di incastrare all’interno della stessa giornata il maggior numero possibile di monumenti, scegliendoli ovviamente tra quelli che offrono sconti e riduzioni ai possessori della Card. Ti ricordo che la Vienna Card vale 3 giorni e costa € 19,90.

3. acquistare il biglietto 8-tage Klimakarte, cioè un biglietto valido per 8 giorni, anche non-consecutivi. Il biglietto costa € 35,80, cioè circa €4,50 al giorno, e permette di muoversi senza limiti di spazio e tempo in tutta la rete metropolitana. Il bello di questo biglietto è che può essere usato da più persone: basta ricordarsi di convalidarlo tante volte quante sono le persone che viaggiano con te. Quindi se siete in due lo potrai utilizzare per 4 giorni, tanto per capirci. Una formula di gran lunga più conveniente dei biglietti da 24, 48 e 72 ore.

E per i più piccoli …

I bambini sotto i 6 anni viaggiano gratis su tutti i tram, bus e metropolitane di Vienna.
Oltre a tale età, e fino ai 15 anni, possono muoversi con il biglietto “metà prezzo”, che costa € 1,10. Ah! dimenticavo: lo stesso biglietto vale anche per i cani …
Tutti i bambini fino ai 15 anni viaggiano gratis la domenica, nei giorni festivi e durante le vacanze scolastiche austriache. A saperlo prima, avrei risparmiato qualche eurino i primi giorni con Samir … argh!

metropolitana Vienna
Le tariffe e le soluzioni indicate si riferiscon al viaggio da noi fatto a Natale del 2013. Per verificarne la validità, prima di partire consulta bene il sito della Wiener Linien, l’azienda di trasporti pubblici integrati di Vienna, e cerca la soluzione di viaggio più adatta alle tue esigenze.

Potrebbero interessarti anche:
altri articoli su Vienna
In viaggio con i bambini: quale mezzo di trasporto scegliere?
Vacanze in tenda: 10 motivi per farle con i propri figli
Viaggi low-cost: come e quando prenotare l’albergo e il volo su internet

Advertisements

3 commenti su “Muoversi a Vienna, in auto e con i mezzi pubblici

  1. Pingback: Mangiare e dormire a Vienna con i bambini | Viaggi e Baci

  2. viaggiebaci
    27 gennaio 2014

    Così mi piaci! In fondo sono solo un paio d’ore in più e la città merita questo e altro … 🙂

  3. lostindestination
    24 gennaio 2014

    eh… che voglia di tornare a Vienna… peccato che da Milano sia un cicinino più lontana!!! Ma ricapiterà sicuramente… o, semplicemente, lo faremo ricapitolare! 😉

Mi piacerebbe ricevere una tua cartolina, ma puoi lasciare il tuo commento anche qui:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 24 gennaio 2014 da in Austria con tag , , .

Vuoi seguirmi anche sui social? Ehm …

Instagram
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: