Viaggi e Baci

di viaggi, di libri e altre passioni

Candid Camera … in valigia!

Signore e signori, viaggiatori e viaggiatrici … buonaseeeera!
E’ con immenso piacere che vi do il benevenuto al Teatro delle Vittorie Sfighe di Roma per una puntata davvero speciale. Per la prima volta nella storia della nostra trasmissione non ci siamo avvalsi di complici e non abbiamo scomodato nessu falso amico, nessuna suocera vendicativa o collega isterico. Abbiamo semplicemente nascosto la nostra Candid Camera dentro una vecchia valigia, una borsetta griffata, uno zaino sgangherato, un marsupio stracolmo di cose inutili e la puntata è nata da sè. Con il regista che da 15 giorni è piegato in due nella sua sedia. Nel senso che, a forza di ridere, la sedia si è piegata in due e nessuno si è degnato di dargli una mano per farlo uscire …

Ma bando alle ciancie, è ora di iniziare. E non lasciatevi ingannare dall’aspetto innocuo, paradisiaco, senza trucco e senza inganno dell’immagine di copertina di ogni Candid Camera. Come sempre i sogni si trasformano nel peggior incubo quando il viaggiatore meno se l’aspetta e noi siamo qui proprio … per ridergli in faccia. Per capire cos’è successo veramente, cliccate sulle singole foto e godetevi il filmato … la nostra troupe si è già divertita un sacco a farlo!

Mezzi di trasporto: il vero incubo del viaggiatore

Viaggiare vuol dire, per antonomasia, salire su un coso che ti porta dalla porta di casa all’altra parte del pianeta. Il coso in questione può avere le ali, i remi, le ruote … poco importa! Gli imprevisti sono sempre lì, dietro all’angolo, pronti a farsi beffe di ogni viaggiatore. Anche del più incallito.

Iniziamo con la più classica di tutte le disavventure su un mezzo di trasporto. Quella che non vincerà mai l’Oscar per l’originalità della sceneggiatura, nonostante gli attori protagonisti siano di tutte le razze e di tutte le nazionalità: la gita in gondola a Venezia
Se state già pensando che sicuramente dietro a questa foto c’è qualcuno che è caduto nel canale, siete ancora lontani mille miglia da ciò che è successo al marito di Norma dopo quel primo involontario tuffo …VeneziaNon crediate che sulle due ruote le cose vadano poi tanto meglio. Avete mai provato a salire sul taxi di un ebreo e chiedergli di portarvi nella parte araba di Gerusalemme?gerusalemmeOvviamente gli imprevisti non risparmiano nemmeno gli sposini in viaggio di nozze. Anzi, si divertono a fare scherzetti soprattutto a quelli che, invece di godersela tra le lenzuola, scelgono di fare gli alternativi visitando San Francisco a bordo di una go-car …go cartE quella che abbiamo appena visto è una vettura pulita e bella nuova. Immaginate, invece, come possa essere stato il pullman in cui è salita Francesca con il suo compagno per percorrere solo 400 km tra Giava e Bali. Vi anticipo che hanno impiegato 17 ore per arrivare alla meta e nel cuore della notte …
Pullman-Giava-Bali-IndonesiaEhi! ma come osate ridere in faccia a una ragazza in lacrime … bastardi che non siete altro!
Vi meritereste di salire sullo stesso aereo che ha preso Alessandra per andare a Maputo una trentina di anni fa. Vorrei proprio vedere la vostra faccia quando si apre lo sportello tra le nuvole …

maputoE a proposito di lacrime e voli … provate a guardare un po’ cos’è successo a queste due mamme viaggiatrici all’aeroporto di Londra …
cabina telefono londrae immaginate lo stato d’animo a vedere il vostro aereo partire sotto al naso con la consapevolezza di non avere più un euro nel portafoglio per arrivare a domani. Fortuna che dal cielo, insieme al fulmine a ciel sereno, è caduto anche un angelo dal nome Tiziana …
veduta da aereoGrazie a tutti per i calorosi applausi.
E ora, come in tutte le trasmissioni che si rispettano, ho l’onore di presentarvi il nostro ospite d’onore.Entri Francesca Cioccoloni, che ha da poco pubblicato India in sleeper class e ha scelto proprio la nostra trasmissione per presentare alcune pagine del suo nuovo libro
goa Piccolo spazio … pubblicità
Piccolo spazio … pubblicità
con tutte quelle tutte quelle bollicine
lalalalalalala …

Camere non sempre con vista

Eccoci di nuovo qui. Pronti a ridere alle spalle di chi prenota un bel albergo sull’isola di Samui, si fida del tour operator che gli comunica il cambio di sistemazione all’ultimo minuto e …
SamuiE ora tenetevi ben forte, perchè la perspicacia di certi receptionist (e talvolta dei nostri mariti!) è davvero mitica
GUBBIOe potrebbe andare a braccetto solo con l’acutezza psicologica dei selezionatori di famiglie inglesi per le famigerate vacanze-studio in Inghilterra
vacanze studio cambridgePoi, magari, capitano anche quelle volte in cui l’albergo è perfetto, il servizio ineccepibile, il personale cortese, la vista mozzafiato, ma il vostro cane  arriva a Genova e … ehm, ehm!
Genova
Va beh! dopo questo, ci vuole un po’ di sana … pubblicità!

Chiunque tu incontri lungo il cammino … sorridi!

E adesso facciamo una piccola prova, cari amici del pubblico. Vediamo quanto brillano i vostri trentasei denti.
Su, su … smile!
Smile … smile … smile!
L’ha detto anche quel signore che ha regalato all’amica di Federica un preservativo, con la benedizione a tema: “per il tuo cammino”
cammino santiagoD’altronde si sa: in viaggio si fanno incontri di tutti i tipi.
Dal militare psyco-killer che intima di abbassare il finestrino e alla fine ti lascia andare con in mano un pezzo di carta così
base usaai cinesi inferociti che sbucano come funghi velenosi se solo non mantieni la parola data di svuotargli la bancarella.
esercito di terracottaMa per fortuna non tutti gli incontri sono sul filo della paura.
Altri fanno morir dal ridere chi vi assiste. Non scorderò mai le risate della mia amica mentre mi esibivo, contro la mia volontà, nel cuore di Londra,
Covent gardenimmagino le risate di chi ha assistito alla scena di Roby inseguita da una mucca
muccae non voglio immaginare la faccia di Audrey mentre vede il padre toccare … ops! scusate … siamo in fascia protetta: certe cose non si possono dire!
luna parkPS: ma si possono vedere se cliccate il link …shhhhhhh!

Di malori ed altre peripezie di viaggio

Lo sapete qual è il colmo per un idraulico? Andare in Sardegna e …
uomo bendatoe la maledizione dell’Okawango? BotswanaDai … questa ve la dico io, perchè non ci arriverete mai …
E’: fare il safari cagando … ahahahahahahah
Ma il vero viaggiatore non si arrende di certo di fronte a quisquilie come queste … vero papà di Annalisa?
AmsterdamL’unica cosa che lo può veramente fermare è la guardia di frontiera che gli sequestra il passaporto perchè “tu non sei tu”!
frontiera
E ora  …. SIGLA!
Ma non cambiate canale: il prossimo tema è in arrivo il 20 febbraio sulla stessa rete!
Sogni d’oro viaggiatori
Potrebbero interessarti anche:
altri temi de Il Senso dei Miei Viaggi
Viaggiare è un rischio … ma io non mi fermo!
Sai perchè tra mille blogger seguo proprio te?
Vacanze low-cost: come evitare fregature

Annunci

20 commenti su “Candid Camera … in valigia!

  1. Audrey
    3 marzo 2014

    Ciaoooo,
    sono tornata e sono passata per un salutino e per sbirciare tutto quello che mi sono persa in questo mese.
    Il post è uno spettacolo, mi piace da morire 😉
    buon inizio settimana

  2. ideedituttounpo
    15 febbraio 2014

    Eccomi!!!! Bellissimo!!!!!!!!! Che Storia…. disavventure finite bene… raccontate magistralmente in unica bellissima Candid che sembra di vedere davvero! Grandissima come sempre

  3. ciao Monica, mi hai fatto sbellicare dalle risate! Ottima regista, brava!

  4. Antonella
    12 febbraio 2014

    Ciao Monica, eccomi, sono in ritardo ma ci sono. E’ venuta fuori una trasmissione bellissima, da ridere fino alle lacrime. E tanto per restare in tema, come sai sono in viaggio per lavoro e cosa mi va a capitare? Cado e mi rompo un braccio!

    Ciao, ci sarò al 20 per la nuova “puntata”.
    Antonella

  5. Francesca Cioccoloni
    11 febbraio 2014

    Brava! Bella sintesi delle nostre sciagure di viaggio!!! A leggerla capisci che vale la pena di viaggiare anche per questo!

    E grazie per la pubblicità….anche se “L’India in sleeper class” è uscito nel 2008. Quello nuovo è “Pondicherry is nice!”, la rocambolesca avventura del viaggio in India con nostro figlio di 3 anni…E pure lì ce ne sarebbero di disavventure….

    • viaggiebaci
      12 febbraio 2014

      Grazie Francesca, lo farò presente alla mia redazione, sempre impegnata a fare sciopero invece che controllare la veridicità dei copioni che mi passano … 🙂
      Allora, visto il nuovo titolo appena uscito, ti aspettiamo alla prossima puntata per presentarlo a tutti i nostri telespettatori. 😉
      A presto!

      • Francesca Cioccoloni
        12 febbraio 2014

        Guarda….non me ne parlare….anche i miei sono sempre a bighellonare!!! 🙂 🙂

        Aspetto con ansia il prossimo tema….altroché!

  6. lostindestination
    11 febbraio 2014

    Fortissimi sia i racconti, sia la capacità di metterli tutti in uno stesso post!
    Bello, bello, bello!

  7. Annalisa
    11 febbraio 2014

    Mi sono accorta che il link sulla mia foto è sbagliato: disavventura nella disavventura. C’era da aspettarselo con un tema come questo…. 😉

    • viaggiebaci
      12 febbraio 2014

      Oh, oh … gli inconvenienti di andare in onda all’una di notte!!! 😉
      Grazie per avermelo segnalato: riguardandoli tutti ne ho beccati altri due non corretti … ehm! se lo scoprono ai vertici mi passano al programma delle 5 di mattina!!!

  8. luna
    11 febbraio 2014

    Fantastico, sei una scrittrice nata e io, ancora una volta, mi sto ammazzando dalle risate.
    Sempre in treno ovviamente.
    Grande Monica!bravissima proprio.

  9. Francesca Mc Closkey
    11 febbraio 2014

    Ma è bellissimo!! Oltre che divertentissimo, s’intende..!! 😀 Hai saputo rendere il senso dei racconti alla perfezione!

  10. manuela
    11 febbraio 2014

    Fortissimo! Candid Camera poi ahahah! Sembra davvero di essere spettatori di una puntata televisiva 🙂
    Mi dispiace non essere riuscita a partecipare stavolta…
    spero di rifarmi col prossimo tema! 🙂

  11. simona sacri
    11 febbraio 2014

    Ancora rido… altro che “sensoimieiviaggi” Monica… potremmo ribattezzarlo “SFIGHEimieiviaggi”!!!
    Bellissimo e tragicomicamente ironico, che dire… la tua penna “ferisce” piu’ della spada (perdonami la licenza… ahahahah)
    Mi hai regalato un sorriso, oggi… 🙂

  12. Norma Ricaldone
    11 febbraio 2014

    Ma che bel racconto che hai tratto dalle nostre avventure (o dissaventure), veramente divertente.
    Non vedo l’ora di sapere il prossimo argomento.
    Ciao

  13. alesprint
    11 febbraio 2014

    Troppo divertente tutto l’insieme!

  14. federica
    11 febbraio 2014

    Che bello! Questa volta hai avuto una gran capacità di sintesi 🙂

    divertentissimo XD

  15. Annalisa Guarelli Pedrina
    11 febbraio 2014

    Ho finito adesso di leggere gli ultimi post che mi ero persa: troppo divertenti! Però tu hai barato: dovevi mettere la tua terza foto!!!

  16. ideedituttounpo
    11 febbraio 2014

    Sono qui… ma sono stanca, non mi voglio rovinare il gusto, di assaporarlo per benino…. torno domani va’ che voglio essere ben sveglia per leggere, commentare e ridere… anche se a prima vista… direi che è stupendo come sempre! ❤

    • viaggiebaci
      11 febbraio 2014

      Questo vuol dire che stanotte hai tirato più tardi di me … aiutoooooooo!

Mi piacerebbe ricevere una tua cartolina, ma puoi lasciare il tuo commento anche qui:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 11 febbraio 2014 da in il senso dei miei viaggi con tag .

Vuoi seguirmi anche sui social? Ehm …

Instagram
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: