Viaggi e Baci

di viaggi, di libri e altre passioni

La Provenza e i cartelli dei miei viaggi

Il tema proposto questo mese da Monica per #sensomieiviaggi non mi ha trovato per nulla impreparata. E’ un argomento che avevo in lista da diversi mesi, con tanto di idee per interpretarlo.
Un cartellino con una scritta particolare attaccato su una panchina lungo il Tamigi.
I due cartelli che segnano il confine tra Austria e Germania incontrati in mezzo a un bosco lungo l’antica via Claudia Augusta.
Un qualche segnale stradale che mette in guardia da pericoli strani fotografato lungo le strade del mondo.

Questa sera però, cercando le foto di cui sopra tra mille chiavette usb, mi imbatto sulla cartella dedicata alla Provenza. E niente! Non c’è nulla da fare … mi assale una di quelle nostalgie profonde che solo i luoghi a lungo sognati e poi tremendamente amati possono far provare. E così mi ritrovo a riguardare tutte le foto scattate tra Arles, Avignone, la Camargue, il Roussillon e quella miriade di paesini abbarbicati in cima alle colline in cui ho lasciato un pezzettino del mio cuore. E tra mille casette in pietra, campi a perdita d’occhio, mercati dai colori sgargianti ecco comparire alcune foto che rappresentano perfettamente il tipo di cartelli che solitamente catturano la mia attenzione durante un viaggio.

In primis ci sono le lavagne con le scritte fatte a mano. Ho un debole incredibile per questo tipo di segnaletica e difficilmente riesco a sottrarmi alla tentazione di sbirciare dentro il locale e, se merita, fermarmi ad assaggiare le specialità elencate.

lavagna con scritta a mano in Provenza

Poi ci sono i cartelli in ferro battuto: piccole opere d’arte che rendono davvero uniche certe città. In un bellissimo paesino nel cuore della Germania ne ho fotografati a decine, ma visto che oggi sono in vena provenzale eccone uno da Pernes le Fontaines, la città delle fontane:

Cartelli in ferro battuto a Pernes le Fontaines

E infine ci sono i cartelli descrittivi, che puntualmente mi fermo a leggere tra gli sbuffi annoiati di Samir e Riadh. Alcuni devo dire che fanno proprio pietà, con descrizioni troppo minuziose o talmente scontate da far passare la voglia di leggerli pure a me. Altri invece sono talmente ben fatti da riuscire a catturare anche l’attenzione del più piccolo dei miei due uomini. I più belli? Quelli che accompagnano il visitatore alla scoperta del forte di Le Baux de Provence, ricostruendo con belle illustrazioni gli ambienti che il tempo ha cancellato e di cui ora si possono vedere solo poche timide tracce.

Il castello di Le Baux de Provence

E con questo ho terminato. O quasi …
Perchè, dico, voi ce la fate a rimanere indifferenti davanti ai cartelli con il buco per le vostre facce?

Vaison la Romaine

Si, si, lo so bene … per questa iniziativa si possono scegliere solo 3 foto, da pubblicare entro il 5 luglio. Quindi quest’ultima, scattata nel sito romano di Vaison La Romaine, è da considerarsi solo come un misero tentativo di placare l’ardente nostalgia della serata.

Potrebbero interessarti anche:
Altri articoli sulla Provenza
Altri temi del #sensomieiviaggi
Strade facendo …
Come sopravvivere a lunghi viaggi in macchina con i bambini

Annunci

32 commenti su “La Provenza e i cartelli dei miei viaggi

  1. Pingback: Top of the Post – 6 Luglio 2014 | Peekaboo Travel Baby

  2. Pingback: Perle di saggezza dal mondo: i cartelli dei miei viaggi. | Una donna con la valigia

  3. alesprint
    3 luglio 2014

    Anche io amo la Provenza e ogni volta che ci torniamo mi sento sempre un po’ a casa. E’ una regione romantica e piacevole da vivere con un itinerario slow, quello in cui c’è il tempo per guardarsi intorno e notare anche i particolari minori, ma così caratteristici di un luogo e capaci da soli di creare un’atmofera, come i tuoi cartelli.

    • viaggiebaci
      3 luglio 2014

      Hai perfettamente ragione Ale! La tua è una delle più belle definizioni che mi sia capitata di leggere sulle “vacanze in Provenza” 🙂

  4. Luna
    3 luglio 2014

    Ahhhhh ecco!! sei caduta anche tu nella tentazione di sforare oltre le 3 foto!!!! Brava, perchè sono tutte e 4 bellissime!! ma io adoro la prima in assoluto: le lavagnette con le scritte di gesso mi rapiscono proprio.
    bacioni buona giornata

    • viaggiebaci
      3 luglio 2014

      Cara Luna, non sai quanto vi ho pensato mentre mi dicevo “la aggiungo o non l’aggiungo?” *-*
      Questa volta è stata più difficile di altre perchè, come ho detto, avevo già da mesi idea di cosa avrei pubblicato. Poi questo exploit improvviso della Provenza mi ha lasciato senza parole e con più foto di cartelli del previsto e allora ho ceduto alle tentazione che colpisce sopvente i partecipanti a #sensomieiviaggi … 🙂
      Comunque è bellissimo “essere dall’altra parte”!

  5. Audrey
    2 luglio 2014

    Ciao Monica, ma che belle le tue foto e che scelte particolari. Io ho pubblicato oggi. Questa volta, per me, è stato davvero difficile per fortuna mi sono salvata in calcio d’angolo.
    un abbraccio

    • viaggiebaci
      3 luglio 2014

      E allora io corro a leggere … certa di rimanerne sorpresa!

  6. Uh, davvero originale il tuo post e soprattutto le tue foto! Io ho girato un po’ la Francia (Parigi a parte, Normandia, Bretagna, costa azzurra…) ma la Provenza è una “grave” mancanza… Il problema è che vorrei andarci in primavera per godermi i campi di lavanda e non riesco mai ad organizzarmi in quel periodo! Ad ogni modo la tua quarta foto “fuori concorso” è troppo simpatica…

    • viaggiebaci
      3 luglio 2014

      Cara Lucrezia, il periodo migliore per la lavando è luglio e purtroppo nemmeno io sono riuscita ad andarci in quel periodo … buona scusa per tornarci! 🙂

  7. shaula
    2 luglio 2014

    sono stata in Provenza tre anni fa, uno dei viaggi più belli e felici della mia vita finora! una regione ricchissima e variegata, fresca e solare…una fatica andarsene!

    • viaggiebaci
      3 luglio 2014

      Allora immagino tu capisca lo stato d’animo con cui ho scritto questo post! 🙂

  8. Antonella
    2 luglio 2014

    Ciao Monica, eri brava a gestire questa meravigliosa iniziativa e sei bravissima in veste di partecipante…quando ho visto Provenza…bè, avevo in mente proprio quest’estate un viaggetto in Provenza poi invece….,e questo è un vero miracolo, abbiamo deciso di finire il piano terra della mia casa che diventerà un unica, grande biblioteca…quindi sono felice così…la Provenza l’ho avuta dai tuoi scatti che sono bellissimi…mi piace molto l’insegna di ferro battuto.
    Ciao, un abbraccio e buona giornata.
    Antonella

    • viaggiebaci
      2 luglio 2014

      Ma che bello!!!! Sai quanto amo leggere e quanto amo i libri di carta, quindi capisco il sacrificio di rinunciare alla Provenza che tanto sta sempre là 🙂
      Inoltre penso che anche in altre stagioni sia molto bella, quindi magari potrebbe essere il prossimo viaggetto in ogni caso …

  9. berenice
    2 luglio 2014

    Quanto sei brava!

  10. Stefy P
    2 luglio 2014

    La provenza è nella mia lista dei desideri… il mio sogno segreto è perdermi per qualche ora in un campo di lavanda…! Bellissimi i tuoi cartelli, voto la lavagna con la scritta a mano! Molto “francese”!

    • viaggiebaci
      2 luglio 2014

      Si! Oserei dire che la lavagna scritta a mano è francese quanto un campo di lavanda è provenzale 🙂
      Il giorno che ci vai fammi sapere che ti do un po’ di informazioni: qui ne ho scritto ancora pochissimo!

  11. Chiara Pancaldi
    1 luglio 2014

    Davvero tutti e tre molto carini questi cartelli! Non sono ancora riuscita a visitare la Provenza, è nella mia lista, e sono sicura che sia uno di quei luoghi come la Baviera o l’Alsazia che riesce proprio ad entrarti nel cuore! Spero di riuscire ad andarci presto!

    • viaggiebaci
      1 luglio 2014

      In Alsazia non ci sono ancora mai andata, ma per il resto hai ragione: è una di quelle regioni magiche che difficilmente si scordano. E se ami la fotografia, c’è solo l’imbarazzo della scelta …

  12. Monica, che bella la prima foto!!Cmq grazie…stavo per gettare la spugna perchè di cartelli stradali proprio non ne trovavo…ora però che ho capito che posso “SPAZIARE” un po’ di più penso proprio che riuscirò a fare un post…grazie mille…sono proprio ottusa a volte…

    • viaggiebaci
      1 luglio 2014

      Oddio! io ho inteso che si potevano mettere tutti i tipi di cartelli (c’è chi ha messo anche le bandiere!): spero di non essermi sbagliata!!!
      Ma vedio che Monica mi ha bacchettato solo per la quarta foto, quindi penso di non essere andata troppo fuori tema … 😉

      • Chiara - Blondie81
        2 luglio 2014

        Non avevo ancora visto i post degli altri…sono rimasta un po’ indietro…c’è da sbizzarrirsi allora!!!

  13. robbyroby
    1 luglio 2014

    mi piace molto il cartello in ferro battuto.

  14. Che belli i tuoi cartelli! Poi io che sono fresca di Provenza li ho trovati proprio nelle mie corde… Nostalgia canaglia

    • viaggiebaci
      1 luglio 2014

      Infatti mentre scrivevo pensavo a te e a Sara. Con un pizzico di sana invidia, lo ammetto!

  15. Norma
    1 luglio 2014

    Belle le tue foto, devo dire che sfondi una porta aperta, io amo da morire il Sud della Francia, ho passato anni a Nizza quando la mia amica aveva la casa e me la affittava a prezzo simbolico, ho girato i dintorni e vorrei fare di più ma mio marito non è del parere, non gli piace l’ambiente e non so perché.
    Per le vacanze estive gli ho proposto la Provenza ma non se ne parla neppure, speriamo di andare ad un accordo, forse ci siamo con la Puglia se non mi aumentano i prezzi dei biglietti aerei.
    Adoro quei cartelli, sanno di genuino, di tradizionale e che altro dire, sanno di bello !
    Ciao
    Norma

    • viaggiebaci
      1 luglio 2014

      “Sanno di bello”: quale paroli migliori per descrivere il sapore della Provenza?
      La Puglia è molto bella, soprattutto la zona del Salento, e si mangia ovunque benissimo … ecco che ora mi sale la nostalgia pure del tacco!

      • anche io in questi giorni ho nostalgia della mia Puglia…dico “mia” perchè mio marito è mezzo pugliese e ormai dopo tanti anni che andiamo a trovare i nonni e i cugini mi sento un po’ adottata da quella terra bellissima. Il Salento è stupendo, ma anche la zona della Valle d’Itria e la costa tra Bari e Brindisi…non tanto per il mare, ma per i borghi…fantastici!!!

        • viaggiebaci
          1 luglio 2014

          Buono a sapersi Chiara! Se ci torno so a chi chiedere le dritte giuste …

  16. Monica
    1 luglio 2014

    Le “segnaletiche” provenzali sono fra le più belle e romantiche che esistano! E le lavagnette esercitano un certo fascino anche su di me!!! Dovrei proprio bacchettarti però!!!! 3 FOTO!!!! Nostalgica “Fregona” (come si dice da me!)

    • viaggiebaci
      1 luglio 2014

      ahahahahahah … giuro che ho fatto di tutto per trattenermi! Inizialmente le foto scelte erano 7 … figurati la fatica per arrivare a 3 🙂

Mi piacerebbe ricevere una tua cartolina, ma puoi lasciare il tuo commento anche qui:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 1 luglio 2014 da in il senso dei miei viaggi, Provenza.

Vuoi seguirmi anche sui social? Ehm …

Instagram
incontriamoci a Marostica
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: