Viaggi e Baci

di viaggi, di libri e altre passioni

Corsica: spiagge deserte ad agosto

L’isola è piena come un uovo!
Questo l’sms che ci arriva in tarda serata, mentre stiamo chiudendo le valigie per la partenza che avverrà di lì a qualche ora. Un messaggio che mi trafigge il cuore e che riduce a brandelli l’entusiasmo con cui brindo ad ogni partenza. Poche parole che rimbombano nella testa per tutta la notte e che ci porteranno a compiere in Corsica un itinerario ben diverso da quello inizialmente preventivato. Con un unico obiettivo: scovare qualche spiaggia deserta anche ad agosto!

Corsica spiagge più belle

una spaiggia nel Golfo di Porto

Se anche tu puoi partire solo ad agosto e sogni comunque una caletta semi-deserta dove sentirti un po’ Robinson Crosue, con un mare più affollato di pesciolini che di yacht stratosferici, preparati a fare una bella croce su tutte le spiagge con sabbia bianca come borotalco e mare caraibico.

castelli di sabbia e sculture di sabbiaScordati Calvi e L’Ile Rousse sulla costa settentrionale, Palombaggia e Santa Giulia nei pressi di Porto Vecchio. Forse nemmeno le tanto difficilmente raggiungibili Plage de Lotu e Saleccia nel Desert des Agriates fanno al caso tuo, a meno che tu non sia disposta a dormire in uno dei campeggi meno raccomandati dell’isola.

Plage de Loto Corsica

Plage de Lotu nel Desert Des Agriates, raggiungibile solo via mare o con fuoristrada

Questo però non vuol dire che in Corsica ad agosto non si possa trovare qualche posticino tranquillo. Basta sapersi accontentare di un bel mare blu, di spiagge con ciottoli di diverse tonalità e di un sacco di pesciolini pronti a darti il benvenuto fin sulla riva.
Dove?
Beh! di spiagge così non ce ne sono moltissime, ma quelle che ci sono per fortuna sono sparpagliate un po’ lungo tutto il litorale: basta avere la pazienza di scovarle! Noi le abbiamo cercate ovunque – tranne nella costa orientale,  considerata la meno bella dell’isola – e queste sono quelle che ci hanno regalato quel senso di pace e tranquillità per cui siamo giunti fin qua.

Le spiagge di Cap Corse

Cap Corse è la Corsica che non ti aspetti. A cominciare dalle spiagge piene di alghe a Saint Florent e sul versante orientale del ditone. Eppure regala stradine che si inerpricano in mezzo a una natura ancora selvaggia e scorci spesso spettacolari. Oltre alla più grande spiaggia deserta dell’isola: Nonza. La spiaggia è veramente grande e viene spontaneo chiedersi perchè? sia così poco frequentata, tanto più che si trova ai piedi di uno dei paesini più belli dell’isola.

plage de Nonza

Nonza: la più grande spiaggia deserta in Corsica

La risposta è presto data. Per raggiungerla è necessaria una bella scarpinata sotto al sole cocente e il colore attuale della spiaggia è dovuto alle scorie di … una miniera d’amianto ora abbandonata!
Se chiedete alla gente del luogo, vi diranno che loro ci vanno abitualmente e non hanno mai avuto alcun problema di salute, ma noi – viaggiando con un bimbo piccolo – non ce la sentiamo di rischiare. Anche se ammetto che la tentazione di fare almeno un tuffo è proprio tanta …
Ci spingiamo un paio di chilometri più a nord, dove la spiaggia di Marine d’Albo è quasi tutta per noi.

Marine d'Albo

qualche ora di tranquillità a Marine d’Albo

Solo un paio di casette si affacciano su questa baia, delimitata da una torre d’avvistamento da un lato e una scogliera incredibilmente bianca dall’altro. In mezzo una distesa di ciottoli neri ben levigati e un mare che sprofonda nel giro di pochi metri.

spiagge a Cap Corse, Corsica

I colori di un paio di spiagge sul versante occidentale di Cap Corse

Se invece del blu cobalto preferisci un mare turchese splendente sotto i raggi del sole, devi spingerti ancora un po’ più a nord, fino a Marine de Giottani. Non serve seguire le indicazioni stradali, il più bel mare di Cap Corse ti si aprirà davanti all’improvviso, dopo l’ennesima curva. La spiaggia purtroppo non è proprio nulla di speciale, anzi. Scomodi pietroni intervallati da montagne di alghe (che ovviamente non è detto che ci siano sempre) ci scoraggiano dal fermarci qui, nonostante le richieste insistenti di Samir.

spiagge a Cap Corse

Marine de Giottani, il mare più bello del “ditone”

Così proseguiamo ancora verso nord. Più su, fino a Barcaggio, estrema propaggine di Cap Corse. La strada per raggiungerla si fa più stretta e tortuosa ad ogni curva e il paesino è poco più di una manciata di case, con qualche villetta in affitto e un paio di localini dove rilassarsi dopo una bella nuotata. Qui, infatti, non si arriva certo per la bella spiaggia – che bella proprio non è, ma per quel senso di bellezza selvaggia e di fuori dal mondo che è difficile trovare in altre parti del Mediterraneo.

Barcaggio a Cap Corse in Corsica

Barcaggio: l’ultima spiaggia di Cap Corse

La spiaggia è una sottilissima striscia di granelli ambrati intervallati da pietroni, ma il mare che separa il ditone da L’Ile de la Giraglia – poco più a nord – è davvero fenomenale. Sotto ad una superficie chiazzata da mille tonalità d’azzurro, c’è un fondale perfetto per lo snorkelling. Da fare anche con i bambini visto che verso riva è tutto sommato poco profondo. E l’atmosfera si fa ancor più magica e irreale sul far della sera …

Ile de La Giraglia, Corsica, Cap Corse

Ahhhh! un po’ di snorkelling di fronte a Ile de la Giraglia

Le calette del Golfo di Porto

Arriviamo a Porto quasi per caso, in fuga dal casino assordante delle spiagge del Sud. Ovviamente il nostro primo pensiero è per le Calanche de Piana e la Riserva di Scandola, una delle aree naturali più suggestive e maestose dell’intera Corsica.
A prima vista sembra che l’unica spiaggia sia quella che si estende vicino al trafficato porticciolo di Porto, ma poi scopriamo le meravigliose calette del versante settentrionale del golfo e ce ne innamoriamo profondamente. Non tanto per la spiaggia in sè, sempre ghiaiosa e dai colori banali, ma per l’enorme distanza che separa il nostro ombrellone da quello dei nostri vicini. Ahhhhh … proprio quello che cercavamo!

Corsica, Golfo di Porto, Plage de Buscaghia

Buscaglia, la prima delle spiagge nel versante settentrionale del Golfo di Porto

Qui ci sono solo un paio di barche allineate lungo la baia, nonostante l’intenso andirivieni di barconi diretti a Girolata che si intravede all’orizzonte a certe ore del giorno. La Riserva Naturale di Scandola è proprio dietro l’angolo e questo assicura fondali incontaminati dove poter far snorkelling dalla mattina alla sera in tutta tranquillità. I pesci si spingono fin sulla riva e, nuotando a pelo d’acqua sopra agli scogli, si possono fare incontri entusiasmanti.

snorkelling con bambini

Golfo di Porto: impossibile tirarlo fuori dall’acqua

Partendo da Porto nell’ordine si incontrano: Plage de Bussaglia – la più grande; Plage de Caspio – uno spicchio di luna quasi perfetto; Plage de Gradelle – bellissima per lo snorkelling. Per raggiungerle bisogna imboccare le piccole stradine che si diramano verso il mare lungo la strada che da Porto conduce a Col de la Croix, ricca di punti panoramici e scorci mozzafiato.

Plage de Buscaglia Golfe de Porto Corsica

Altre spiagge tranquille in Corsica

Le calette elencate finora sono le più tranquille che ci sia capitato di frequentare durante la nostra vacanza in Corsica, nell’agosto 2013. Ci sono però un altro paio di spiagge, a pochi chilometri dalle mete più ambite e frequentate, che a modo loro mi sono rimaste nel cuore.
A iniziare dalla Plage de Belgodere, su al nord, dove non riusciamo a fermarci perchè il campeggio che vi si affaccia è tutto pieno e noi dobbiamo essere certi di avere un posto dove piantar la tenda entro sera. Non si può dire che sia una spiaggia completamente deserta, ma sicuramente è molto più vivibile delle vicine Ostriconi e Ile Rousse. Qui il mare è di un azzurro caraibico e quel tuffo non fatto sarà sicuramente un valido motivo per tornare fin qua.

Le Belgodere, Corsica, spiaggia vicino a Ile Rousse

Le Belgodere: l’unica spiaggia tranquilla tra L’Ostriconi e L’Ile Rousse

Poi c’è Plage d’Agosta, una quindicina di chilometri a sud di Ajaccio. La prima volta che ci passiamo mi fa un’impressione terribile, con la strada che la costeggia in tutta la sua lunghezza e i brutti edifici che vi si affacciano. Ma a distanza di qualche giorno ci ripassiamo, c’è relativamente poca gente e il mare brilla con i suoi colori migliori. Non riusciamo a resistere all’idea di un tuffo dopo la mattinata trascorsa a visitare la città di Napoleone e devo dire che dalla spiaggia, grazie al rumore delle onde, non si sentono le macchine che passano alle nostre spalle. E la sabbia, formata da piccoli grani di riso dorati, è in assoluto la più bella di questa vacanza per me che odio il borotalco che si infila ovunque e non si scolla più.

Plage d'Agosta, Corsica

Plage D’Agosta merita almeno una breve sosta

E per concludere il mio pensiero va a quella minuscola insenatura di sabbia che si infila orgogliosa tra i massi di granito dalle forme incredibili che si protendono verso Capo di Muro, nel Golfo de Valinco.
Ho lasciato i miei uomini ad arrostirsi sulla spiaggia di Anse d’Orzo, oltrepasso a piedi il promontorio sulla destra della baia e in pochi minuti mi ritrovo in un mondo di fiaba.
Due barchette dondolano sulla riva di una caletta dall’acqua bassa e trasparente mentre dagli scogli provengono le voci di bimbi alle prese che retini e piccole canne da pesca. Sopra di noi una casa in pietra recentemente ristrutturata, con un patio circondato da un giardino ben curato e due donne che se la contano al sole con il loro dolce accento francese.
Ecco! Ora so dove vorrei trascorrere la mia prossima vacanza in Corsica …

Corsica anse D'Orzo nel Golfo de Valinco

Potrebbero interessarti anche:
Altri articoli sulla Corsica
Minorca: spiagge deserte ad agosto
Vacanze in tenda: 10 motivi per farle con i propri figli
A proposito di TripAdvisor & co.

Annunci

9 commenti su “Corsica: spiagge deserte ad agosto

  1. francesca meoni
    14 agosto 2014

    sono una guida turistica di Firenze e vi aspetto per visitare la mia città, immersa nella storia e
    nella bellezza. Sarà indimenticabile.

  2. Pingback: Spiagge di Loto e di Saleccia: in paradiso è nel Desert des Agriates | Viaggi e Baci

  3. ponchia80
    21 luglio 2014

    CIAO! Ti leggo da un po’, e tra uno spunto per le prossime vacanze (Elafonisos!) e un ricordo di quelle passate oggi ho deciso di scrivere… Noi la Corsica l’abbiamo fatta nel 2009 e dopo Ferragosto (mi pare dal 20 al 28) non abbiamo trovato ressa neanche a Palombaggia! 🙂 Al Nord solo Lodo era piena, Saleccia semideserta (e con grande stupore ho visto che altri italiani c’erano arrivati con una Fiat Punto, anche io avevo letto ovunque che è fattinbile solo in superstrada o moto!) e abbiamo fatto il bagno nella spiaggia nera di Nonza. Probabilmente incoscienza, oggi forse non lo farei, cmq è davvero un bellissimo posto! 🙂

    • viaggiebaci
      21 luglio 2014

      Ecco! Lo vedi che anche tu sei ancora viva e vegeta … l’avevo detto a mio marito, ma lui “no, dai, con il bambino … se è deserta ci sarà pure un motivo” … argh!
      Comunque mi stai leggendo nel pensiero: sto scrivendo proprio su Loto e Saleccia … 🙂
      Sicuramente a fine agosto sono più tranquille: io l’ho notato dal campeggio dove stavamo! La sera del 22 agosto non c’era un posto libero, la mattina del 23 era mezzo vuoto … incredibile!
      Infatti una decina di anni fa ero stata in Corsica a settembre e ricordo che quasi tutte le spiagge erano deserte … ah! il bello di poter farie le ferie in altri periodi!

      Divertiti ad Elafonissos: a noi è piaciuta tantissimo e nelle spiagge più famose trovi gente vicino al parcheggio, se ti sposti 10 minuti più in là sono vivibilissime!!!!

      • ponchia80
        21 luglio 2014

        Elafonisos al momento è solo un progetto, abbiamo 2 bimbi (9 mesi Nico e 4 anni Maria) e quest’anno abbiamo deciso di rimanere in zona.
        Poi…. ehm… sono un uomo! 🙂 “Ponchia” è solo il nome di un personaggio di Abatantuono in un film (Marrakesh express)! 😛

        • viaggiebaci
          21 luglio 2014

          Ahahahahah … questa cosa del nome mi fa ridere più di una battuta di Abbatantuono 🙂 scusami per la gaffe!!!
          Ad Elafonissos siamo andati quando il mio bimbo aveva 15 mesi, per cui potreste prenderla tranquillamente in considerazione per la prossima estate. In un paio di spiagge (tutte di sabbia) l’acqua digrada lentamente ed è un vero paradiso anche per i piccolissimi. Se poi potete, abbinateci una settimana a Kythira: è molto bella, con spiagge tutte diverse l’una dall’altra, mare sempre pulitissimo e anche ad agosto è tutto sommato tranquilla … Dio che nostalgiaaaaa!

  4. Chiara
    18 luglio 2014

    Bellissimo reportage!! Grazie! La spiaggia di amianto però è inquietante…non ci sarei andata nemmeno io…

    • viaggiebaci
      18 luglio 2014

      Già, proprio inquietante … però credimi che a vederla così vuota e con un mare blu blu blu un tuffo me lo sarei proprio fatto!

Mi piacerebbe ricevere una tua cartolina, ma puoi lasciare il tuo commento anche qui:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 17 luglio 2014 da in al mare, Corsica, Francia con tag .

Vuoi seguirmi anche sui social? Ehm …

Instagram
incontriamoci a Marostica
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: