Viaggi e Baci

di viaggi, di libri e altre passioni

In valigia metto le guide Polaris

Alla fine non ho proprio saputo resisterle. Ero riuscita a non farmi sedurre dalla guida Polaris su Bali quando l’ho incrociata durante le mie peregrinazioni online. Quell’edizione 2007 non mi prometteva nulla di buono e così, a malincuore, ho optato per una guida più aggiornata, rivelatasi comunque una buona scelta.
Poi un bel giorno, a Trento, entro nella mia libreria di viaggi preferita con la speranza di trovare un romanzo ambientato in Indonesia. E invece no! L’unico libro a tema balinese presente sugli scaffali è proprio lei, la Polaris.

guida polarisE’ una guida con cui ho un conto in sospeso da oltre 10 anni e che sono riuscita a infilare in valigia solo per il viaggio in Marocco. Quella che invece troneggia sugli scaffali del mio salotto da un decennio, dedicata alla Libia Archeologica e Romana, risale al periodo in cui ho lavorato a Milano per una rivista di viaggi. Non so come la busta a me indirizzata sia finita sulla mia scrivania visto che all’epoca non avevo mai pensato ad un viaggio in Libia. Ma gli incontri più belli, si sa, sono fortuiti e devo a quelle dettagliatissime pagine avvolte da una copertina gialla il sogno di visitare il paese che all’epoca era nelle mani di Gheddafi. Sogno purtroppo non ancora realizzato, come ancora irrealizzato era fino a qualche mese fa quello di lasciarmi guidare in Oriente da una guida volutamente colta e decisamente non per tutti.

Il non per tutti a cui mi riferisco è legato alle scelte ponderate della casa editrice, all’epoca specializzata solo in paesi extraeuropei (ecco svelato il motivo per cui sono riuscita a portarla con me una sola volta). Già il peso della carta e l’elegante copertina nera trasmettono un senso di elitaria eleganza, un rivolgersi ad un target ben mirato di viaggiatori.
Mentre la maggior parte delle guide basa il proprio successo sull’originalità degli itinerari, sulla minuziosità delle descrizioni dedicate ai luoghi da visitare, sull’elenco sempre aggiornato di hotel e ristoranti, la Polaris sembra voler snobbare volutamente questi aspetti.

La guida su Bali, per esempio, riserva agli itinerari e alla informazioni pratiche a mala pena una settantina di pagine. Il resto del libro è tutto dedicato alla descrizione appassionata e ben documentata della ricchissima cultura balinese, con splendidi capitoli riservati alla religione, alla società e alle tradizioni. Una vera manna dal cielo per quei viaggiatori che, come me, amano documentarsi molto prima di partire e cercano sempre di andare oltre le apparenze, di graffiare la patina degli eventi creati per i turisti e di capire veramente cosa si nasconde sotto. Più che una guida, definirei la Polaris un trattato di sociologia contaminato con un saggio di storia delle tradizioni e un manuale di storia dell’arte. Un libro da leggere assolutamente prima di partire e prima di iniziare a pianificare qualsiasi itinerario servendosi di altre guide.

Insomma, aveva proprio ragione il libraio trentino: con le Polaris non bisogna dar peso alla data di edizione, sono guide che non scadono mai!

Nella mia valigia: 
Bali, l’isola prescelta dagli dei, Polaris, ed. 2007, 206 pag, € 24,00

Mi piace: l’approfondimento con cui vengono trattati gli argomenti culturali; il fatto che l’autore sia un giornalista italiano specializzato sull’Asia; il taglio delle foto a colori
Non mi piace: la presenza di molti – troppi!- refusi; la sommarietà delle cartine

Potrebbero interessarti anche
Altri articoli su Bali
Come organizzare un viaggio NON organizzato
Per favore, chiamami pure turista!
Colori, suoni e sapori dal sud del Marocco

Annunci

Mi piacerebbe ricevere una tua cartolina, ma puoi lasciare il tuo commento anche qui:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 4 dicembre 2014 da in guide turistiche, Indonesia con tag .

Vuoi seguirmi anche sui social? Ehm …

Instagram
incontriamoci a Marostica
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: