Viaggi e Baci

di viaggi, di libri e altre passioni

A casa di Babbo Natale

Bisogna avere un bambino tra i quattro e i sette anni per poter capire quanto sia irresistibile la figura di Babbo Natale, quanto sia magica la notte in cui arriva e quante domande frullino in quella testolina a proposito della slitta incantata che vola nel cielo trainata da renne …
Se non avete bambini in questa fascia di età posso solo consigliarvi di cercarne uno e trascorrere un paio d’ore in sua compagnia. Non importa se è il vostro nipotino preferito, la figlia del vicino di casa o il cuginetto della vostra dog-sitter: è questo l’unico modo per riuscire a vivere il Natale davvero, con gli occhi innocenti di un bambino. Quasi sicuramente, poi, vi farete un sacco di risate ascoltando le mille congetture che sarà capace di inventare per svalare i misteri misteriosi che avvolgono questo omone con la barba bianca, vestito rosso e grossi scarponi neri.

Caro Babbo Natale, quest’anno vorrei …

Come vi ho già detto qualche giorno fa, per immortalare il vostro cucciolo in compagnia del Babbo Natale più simile a quello del nostro immaginario collettivo dovete andare al Giardino delle Fiabe di Vicenza.

Ma che fate se vi chiedono poi di poter andare a trovarlo a casa sua???

Trovarla non dovrebbe essere poi così difficile: sappiamo tutti dove si trova.
Solo che il biglietto aereo per la Lapponia, più annessi e connessi, potrebbe dare il colpo di grazia al portafoglio e, visti i tempi che corrono, è meglio non rischiare …
E allora che si fa? Non vorrete mica lasciare insoddisfatto il desiderio più grande di ogni bambino, vero?!?!?

Beh! io ho trovato una casetta in Italia che non è niente male e potrebbe fare anche al caso vostro…
Certo, non è di legno, non ha il fuoco scoppiettante in un gran camino, non è circondata da neve, fuori non ci sono le renne, MA …

Ma la slitta c’è!
Anzi ce ne sono due …
E Samir, con i suoi amichetti, non si è certo lasciato sfuggire l’occasione di nascondersi tra gli enormi pacchi regalo e provare per una volta ad essere una delle renne che volano nel cielo

con Isabel, Riki e Federico nelle slitte di Babbo Natale

E le sorprese non finiscono qui. Anzi …
Si può perfino incontrare un personaggio davvero unico, uno di quelli che non trovereste nemmeno in Lapponia, nonostante la neve, le renne e il camino.

la posta nella cucina di Natalina

E’ Natalina.
Mai sentita nominare?
Beh! non importa, la riconoscerete subito.
Seguite il profumo di cioccolata calda e biscotti appena sfornati. Oppure cercate tra i tavoli della sua cucina l’angolino da cui proviene questa bella filastrocca

Cucina, dipinge, incolla e impasta,
e sa anche cucire se non ti basta,
fa le faccende di casa e i lavori,
ma soprattutto incanta i cuori. (…)

Se hai un languorino vieni a fare merenda,
te la prepara, se non ha qualche faccenda,
una cioccolata, una tazza di tè,
troverai certo quel che fa per te!

e la vedrete circondata da bambini ipnotizzati dalla sua voce, fermi immobili a seguire le sue mani che come per magia fanno comparire personaggi davvero buffi ad animare storie sulla festività più speciale dell’anno, il Polo Nord e le avventure di Babbo Natale.

la cucina di Natalina

Compare proprio a metà pomeriggio, giusto in tempo per servire cioccolata calda con altre golosità e sorpresine che compongono la merenda dell’elfo.
Scusate, ma non posso proprio svelarvi di più.

Terminata la merenda è ora di entrare nella casa.
Grande, accogliente, con immense pareti rosse e un arredamento davvero glamour.
Dentro c’è un po’ di tutto …

Casa di Babbo Natale

… anche il lettone di Babbo Natale, dove arrampicarsi, saltare, rotolarsi e poi sedere incantati ad ascoltare le sue incredibili avventure; l’angolo trucco per trasformarsi in elfi all’altezza delle mansioni natalizie da svolgere al Grande Nord; un armadione in legno circondato da cesti con tutto il guardaroba monocromatico che si possa immaginare e modelli Made in North Pole di ogni misura

Samir, Federico e … le loro renne!

E poi l’Officina degli Elfi, dove è tutto un gran darsi da fare …

Taglia, ritaglia, incolla, colora…
nell’Officina si gioca o lavora?
Forbici e carta per creare dal niente
quel che immagini con la tua mente…

Veloci, veloci! Ci sono mille cose da preparare e il conto alla rovescia per la fatidica notte è già iniziato. Non si può più perder tempo.
Bisogna terminare le ultime decorazioni per l’albero, verniciare gli inviti da spedire ai nonni, preparare i centrotavola per la tovaglia rossa della mamma, ritagliare i gingilli da appandere alle finestre, srotolare le carte da impacchettare.
O anche, più semplicemente, prendere il rosso e divertirsi a colorare

nell’Officina degli Elfi

E infine, immancabile, l’Ufficio Postale

Wow … è arrivato il magico momento di scrivere la letterina a Babbo Natale

con carta da lettere personalizzata, buste bianche come la neve, timbri originali, francobolli a tema e una cassetta postale rosso fiammante già stracolma di letterine.

Che ne dite, vi ho convinto???

Vi svelerò dove trovare questa casa incantata solo se mi giurate che ci porterete un bambino, chiunque esso sia! Allora ripetete insieme a me …

Giurin giurello,
Natale è bello
Se vado a Riva
la festa sarà più giuliva

Casa di Babbo Natale a Riva del Garda

Capito dov’è?
Bene!
E allora muovetevi, sarà aperta nei week-end solo fino al 5 gennaio.
Se siete ancora spaesati, cliccate su Casa di Babbo Natale Riva e troverete tutte le informazioni per raggiungerla.

Buon divertimento e … buone feste!

Annunci

7 commenti su “A casa di Babbo Natale

  1. Norma
    13 dicembre 2013

    Io di bambini piccoli non ne ho ma mi è venuta voglia di vedere Babbo Natale.
    Io adoro il Natale, forse non si è capito …
    Ciao
    Norma

    • viaggiebaci
      16 dicembre 2013

      Io invece vorrei poterlo incontrare in Lapponia … chissà! magari un giorno … 😉

  2. Pingback: Natale: idee regalo in valigia | Viaggi e Baci

  3. Pingback: A Gardaland è Magic Winter « Viaggi e Baci

  4. Pingback: Vacanze di Natale: dove andare con i bambini – 1° parte « Viaggi e Baci

  5. Pingback: Idee fai-da-te per decorare l’albero di Natale con i bambini « Viaggi e Baci

  6. Pingback: Escursioni sulla neve con le Aquile di San Martino « Viaggi e Baci

Mi piacerebbe ricevere una tua cartolina, ma puoi lasciare il tuo commento anche qui:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Vuoi seguirmi anche sui social? Ehm …

Instagram
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: